Cronaca regionale

Car sharing, il servizio diventa realtà a Bari

Nel capoluogo pugliese, grazie all’accordo stipulato tra il Comune, Nissan e ACI Global, arriva il primo car sharing del sud e il primo in assoluto con auto elettriche

Questo articolo è stato visualizzato 1.466 volte. Leggi altri articoli di: Antonella Tomaselli.

Car sharing, il servizio diventa realtà a Bari
Antonella Tomaselli

Giunge anche a Bari il car sharing che mette a disposizione di cittadini baresi, turisti e pendolari un’automobile da utilizzare, previa prenotazione, per le proprie esigenze.
Il servizio di condivisione dell’auto, attivo dal mese di gennaio, sarà il primo fra le città del Mezzogiorno e il primo in assoluto con auto esclusivamente elettriche. Ad aggiudicarsi il bando del Comune di Bari sono stati ACI Global e Nissan. La casa automobilistica fornirà 30 Nissan LEAF 100% elettriche che potranno essere ricaricate sia presso le colonnine ENEL già presenti in città, sia presso le sei stazioni di ricarica rapida aggiuntive che saranno rese disponibili dalla stessa ACI Global.

Utilizzare una delle automobili è semplicissimo: occorre scaricare l’applicazione Giraci sul proprio dispositivo mobile o registrarsi sul sito www.giraci.com con numero di patente e dati della carta di credito.
Il servizio di car sharing funzionerà senza costi di abbonamento e sarà possibile prenotare una vettura anche con tre giorni di anticipo. In tal caso si usufruirà della modalità d’uso definita “minuto in movimento”, dunque il cliente pagherà la tariffa di 0,29 centesimi al minuto, con presa e rilascio del veicolo presso parcheggi predefiniti. Mentre per la modalità a “flusso libero”, con presa dell’auto disponibile più vicina entro i 30 minuti dall’opzione, la tariffa sarà pari a 0,39 centesimi al minuto.

In caso di parcheggio il costo scende a 0,05 centesimi al minuto. Invece qualora il noleggio dovesse superare i 50 km di percorrenza, si pagherà 0,10 centesimi al minuto per ogni km in eccesso.
Non vi saranno inoltre limiti di circolazione e di parcheggio, infatti si avrà accesso alla ZTL (Zona a Traffico Limitato) e la sosta nei parcheggi a strisce blu e in quelli destinati a residenti sarà gratuita.
L’iscrizione è già possibile e per chi effettua la prima ricarica di 39 euro entro il 31 gennaio 2016 avrà diritto a 49 euro di servizi.
Tanto l’entusiasmo del sindaco di Bari, Antonio Decaro, il quale ha già annunciato l’intenzione di indire un nuovo bando per ampliare il servizio di car sharing e mettere quindi a disposizione fino a 500 automobili.

Aggiungi un commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Cronaca regionale

Marilù Mastrogiovanni

Sequestro preventivo per il magazine “Il tacco d’Italia”

Tiziana Di Gravina12 dicembre 2017
caduceo

Caduceo d’Oro 2017: il Welfare negli anni della crisi

Mariangela Lomastro16 novembre 2017
Valentino Lo Sito al consiglio nazionale dei giornalisti

Ordine dei Giornalisti: Losito eletto consigliere nazionale

Daniele D'Amico25 settembre 2017
world press photo

World Press Photo: “la più importante mostra di fotogiornalismo del mondo”, a Bari, ma i giornalisti non sono graditi ospiti.

Redazione19 novembre 2016
caduceo

Caduceo d’Oro 2016: l’innovazione sostenibile

Mariangela Lomastro8 novembre 2016
Confconsumatori

ConfConsumatori parte offesa nel precedimento sul disastro ferroviario

Antonio Catacchio27 settembre 2016
Tragedia

Tragedia ferroviaria sulla tratta Corato/Barletta

Francesco Tiberio13 luglio 2016
vincenzo matarrese

Addio a Vincenzo Matarrese: domani 15 giugno i funerali nella Cattedrale di San Sabino

Antonio Catacchio14 giugno 2016

Decaro di parola: in arrivo le telecamere sui bus

Mariangela Lomastro31 marzo 2016

Il primo magazine online di informazione regionale, nazionale ed estera, libero ed indipendente.

Testata registrata n. 1093/2011, reg. 16, Tribunale di Bari.

Direttore responsabile: Antonio Cesare Catacchio

Invia articoli

© 2009-2016 Il corriere delle Puglie - Edito da Associazione InformAEticamente - http://www.informaeticamente.it