Musica

Musica: addio a Natalie Cole

Muore a 65 un mito della musica, dopo aver combattuto fino all'ultimo contro la malattia.

Questo articolo è stato visualizzato 887 volte. Leggi altri articoli di: Pierfrancesco Caira.

Musica: addio a Natalie Cole
Pierfrancesco Caira

Si è spenta durante la notte a Los Angeles, all’età di 65 anni, la cantante Natalie Cole, figlia del celeberrimo jazzista Nat “King” Cole, dopo una lunga malattia. In seguito all’annuncio, avvenuto da parte dei familiari e della sua agente, sono giunti tempestivi i primi messaggi di cordoglio dei colleghi Aretha Franklin, Dionne Warwick e Tony Bennett che testimoniano la scomparsa di un grande talento, oltre che di un’amica. Figlia di Nat “King” e di Maria Hawkins, che cantava con Duke Ellington, la Cole era una predestinata e già alla tenera età di 6 anni aveva duettato con il padre in uno dei suoi album, tenne la sua prima esibizione da solista a 11 anni ma, quattro anni dopo, la morte del padre la segnò profondamente e solo grazie alla musica riuscì a riprendersi. Iniziò ad esibirsi al college e i suoi primi successi giunsero nel 1975 con l’album d’esordio “Inseparable”, che le fruttò un Grammy Award nella categoria R&B per il pezzo “This Will Be (An Everlasting Love)”.

Il successo venne cementato dai successivi lavori, “Natalie” e “Unpredictable”, e culminò nel 1980 quando Natalie fu inserita nella Hollywood Walk of Fame. Gli anni ’80 segnano il periodo buio della sua carriera, dovuto principalmente all’abuso di sostanze stupefacenti, descritto dalla Cole nella sua autobiografia del 2000, “Angel on My Shoulder”. Il ritorno alla ribalta, nel decennio successivo, vede anche il ritorno alle sonorità R&B, abbandonate in precedenza, e il suo più grande successo internazionale, con oltre 14 milioni di copie vendute, l’album “Unforgettable… With Love” in cui canta assieme al padre 25 anni dopo la sua scomparsa. Nel 2008, poco dopo l’uscita del suo ultimo album, le viene diagnosticata l’epatite C e, l’anno successivo, è costretta a sottoporsi al trapianto di un rene, ma continua comunque ad esibirsi in giro per il mondo. La Cole lascia un figlio, Robert Adam Yancy (1977), frutto del primo dei suoi tre matrimoni, anch’egli musicista, che era solito accompagnare la madre in tour.

Aggiungi un commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Musica

Enzo Avitabile al Talos Festival

La musica dei popoli di Enzo Avitabile *Intervista*

Tiziana Di Gravina8 settembre 2018

Ezio Bosso incanta al Teatro Petruzzelli

Maria Teresa Trivisano16 maggio 2016

Domenico Caringella a “The voice of Italy”

Valentina Addabbo14 marzo 2016

“Strane parti di me”, il primo singolo di Alessandro Montelli

Valentina Addabbo9 febbraio 2016

I Think about it: musica e condivisione.

Valentina Addabbo1 febbraio 2016

Coachellamare Music and Arts Festival

Valentina Addabbo14 gennaio 2016

“Romeo e Giulietta – Ama e cambia il mondo” al Teatro Team

Valentina Addabbo5 gennaio 2016

Sama: tre giovani musicisti con aspirazioni internazionali

Valentina Addabbo29 dicembre 2015

Gli Ottavo Scalo

Valentina Addabbo23 dicembre 2015

Il primo magazine online di informazione regionale, nazionale ed estera, libero ed indipendente.

Testata registrata n. 1093/2011, reg. 16, Tribunale di Bari.

Direttore responsabile: Antonio Cesare Catacchio

Invia articoli

© 2009-2016 Il corriere delle Puglie - Edito da Associazione InformAEticamente - http://www.informaeticamente.it