Cronaca

Trivellazioni, sì della Consulta al referendum

Trivellazioni, sì della Consulta al referendum
Vincenzo Demichele

trivelledi Vincenzo Demichele
Alla fine il referendum si potrà fare. Così ha stabilito la Corte Costituzionale, che ha approvato l’unico quesito rimasto di quelli riguardanti le trivellazioni per la ricerca di idrocarburi. Cinque dei sei quesiti infatti erano decaduti quando sono passati al vaglio della Cassazione, in quanto il governo nel frattempo era intervenuto con modifiche alla Legge di Stabilità che avevano determinato la loro invalidazione. I cittadini dunque potrebbero essere chiamati alle urne per dire la loro sulla vicenda. Il quesito specifico su cui dovranno esprimersi riguarda la possibilità che i permessi e le concessioni già rilasciate abbiano la “durata della vita utile del giacimento”, ovvero sopravvivano a tempo indefinito.

I quesiti referendari sono stati sollevati nei mesi scorsi da 10 Consigli Regionali (Basilicata, Puglia, Marche, Sardegna, Veneto, Calabria, Liguria, Campania, Molise e Abruzzo, che ha abbandonato la battaglia qualche giorno fa). Per quanto riguarda la Puglia in particolare, diverse associazioni e movimenti (i NoTriv, per fare un esempio) avevano levato la voce contro la raffica di decreti con cui il governo aveva concesso le autorizzazioni per trivellare in zone di interesse turistico, come Polignano a Mare. L’ultimo permesso risale al 22 dicembre e riguarda le isole Tremiti.

La giunta regionale pugliese si è opposta sin dai primi mesi del suo insediamento alla politica del governo, aprendo una divisione all’interno del Partito Democratico. E infatti, alla notizia dell’approvazione del quesito referendario, il presidente della Regione Puglia Michele Emliano ha subito manifestato tutta la sua soddisfazione per l’esito del procedimento. “Abbiamo l’occasione”– ha detto – “di fare una bella discussione sulle cose veramente importanti sino ad ottobre, quando si svolgerà il referendum, per capire qual è il destino energetico del Paese. Mi auguro che la paura della coincidenza di questo referendum con quello sulle riforme costituzionali non stronchi la discussione”.

Aggiungi un commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Cronaca

Valentino Lo Sito al consiglio nazionale dei giornalisti

Ordine dei Giornalisti: Losito eletto consigliere nazionale

Daniele D'Amico25 settembre 2017
sanremo

Sanremo 2017, trovato morto Piero Petrullo

Mariangela Lomastro8 febbraio 2017
magistrati-anm

Si apre l’anno giudiziario. L’Anm non ci sta e diserta

Francesco Tiberio27 gennaio 2017
natale

Natale 2016: Tra mercatini e vandalismo

Francesco Tiberio19 dicembre 2016
bolkestein

La direttiva Bolkestein e il commercio su aree pubbliche

Francesco Tiberio6 dicembre 2016
world press photo

World Press Photo: “la più importante mostra di fotogiornalismo del mondo”, a Bari, ma i giornalisti non sono graditi ospiti.

Redazione19 novembre 2016
trump

Donald Trump nuovo presidente degli Stati Uniti

Francesco Tiberio10 novembre 2016
caduceo

Caduceo d’Oro 2016: l’innovazione sostenibile

Mariangela Lomastro8 novembre 2016
city toys

City toys, in cinque dovranno rispondere per concorso in truffa continuata

Antonio Catacchio1 ottobre 2016

Il primo magazine online di informazione regionale, nazionale ed estera, libero ed indipendente.

Testata registrata n. 1093/2011, reg. 16, Tribunale di Bari.

Direttore responsabile: Antonio Cesare Catacchio

Invia articoli

© 2009-2016 Il corriere delle Puglie - Edito da Associazione InformAEticamente - http://www.informaeticamente.it