Cronaca regionale

Pedofilia, finto prete in carcere a Brindisi

L'uomo, già condannato in precedenza, al momento dell'arresto indossava vesti da sacerdote e girava in compagnia di giovanissimi.

Questo articolo è stato visualizzato 730 volte. Leggi altri articoli di: Pierfrancesco Caira.

Pedofilia, finto prete in carcere a Brindisi
Pierfrancesco Caira

Nel pomeriggio di ieri i carabinieri della stazione di San Pietro Vernotico (BR) hanno eseguito, su ordine della Corte d’Appello di Bari, l’arresto del leccese Angelo Maria Chiriatti, di 61 anni, condannato a scontare ua pena residua di 2 anni e 3 mesi di reclusione per i reati di violenza sessuale aggravata nei confronti di minori e sostituzione di persona, l’uomo è attualmente detenuto nel carcere di Brindisi. Le indagini presero avvio nel 2009 in seguito alle segnalazioni di alcune assistenti sociali del Comune di Bari alle forze dell’ordine che constatarono come Chiriatti, spacciandosi per sacerdote, riusciva a mettersi in contatto con famiglie indigenti e le persuadeva ad affidargli i figli minori anche per lunghi periodi, soprattutto nei mesi estivi, promettendo di prendersene cura e ospitandoli presso una delle sue abitazioni sita nelle campagne vicino Bari. Proprio lì gli inquirenti hanno svelato le raccapriccianti macchinazioni che si nascondevano dietro quella presunta generosità.

Vittime accertate di “padre Pietro”, così si faceva chiamare il sedicente religioso, sono cinque minorenni di età compresa fra i 10 e i 17 anni le cui testimonianze risultarono fondamentali per la cattura di Chiriatti, tornato in libertà e in attesa del processo alla fine del periodo di custodia cautelare. Già condannato nel 2008 dalla Corte d’Appello di Lecce per atti di libidine e violenza sessuale, prima ancora, nel 2001, venne denunciato ai carabinieri per usurpazione di titolo ecclesiastico e, come si evince da un comunicato della Curia di Lecce emanato nel 2007, “[…] egli non ha mai ricevuto l’ordinazione sacerdotale e […] non è persona idonea a celebrare la messa o altri riti religiosi”. Ciononostante l’uomo ha sempre continuato a dichiararsi prete e lo stesso ha fatto con i carabinieri al momento dell’arresto, mentre indossava vesti sacerdotali e crocifisso e andava in giro per il paese accompagnato da alcuni giovanissimi.

Aggiungi un commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Cronaca regionale

Marilù Mastrogiovanni

Sequestro preventivo per il magazine “Il tacco d’Italia”

Tiziana Di Gravina12 dicembre 2017
caduceo

Caduceo d’Oro 2017: il Welfare negli anni della crisi

Mariangela Lomastro16 novembre 2017
Valentino Lo Sito al consiglio nazionale dei giornalisti

Ordine dei Giornalisti: Losito eletto consigliere nazionale

Daniele D'Amico25 settembre 2017
world press photo

World Press Photo: “la più importante mostra di fotogiornalismo del mondo”, a Bari, ma i giornalisti non sono graditi ospiti.

Redazione19 novembre 2016
caduceo

Caduceo d’Oro 2016: l’innovazione sostenibile

Mariangela Lomastro8 novembre 2016
Confconsumatori

ConfConsumatori parte offesa nel precedimento sul disastro ferroviario

Antonio Catacchio27 settembre 2016
Tragedia

Tragedia ferroviaria sulla tratta Corato/Barletta

Francesco Tiberio13 luglio 2016
vincenzo matarrese

Addio a Vincenzo Matarrese: domani 15 giugno i funerali nella Cattedrale di San Sabino

Antonio Catacchio14 giugno 2016

Decaro di parola: in arrivo le telecamere sui bus

Mariangela Lomastro31 marzo 2016

Il primo magazine online di informazione regionale, nazionale ed estera, libero ed indipendente.

Testata registrata n. 1093/2011, reg. 16, Tribunale di Bari.

Direttore responsabile: Antonio Cesare Catacchio

Invia articoli

© 2009-2016 Il corriere delle Puglie - Edito da Associazione InformAEticamente - http://www.informaeticamente.it