Cronaca regionale

Decaro di parola: in arrivo le telecamere sui bus

Via libera del Garante della Privacy al progetto del Sindaco Decaro

Questo articolo è stato visualizzato 5.311 volte. Leggi altri articoli di: Mariangela Lomastro.

Decaro di parola: in arrivo le telecamere sui bus
Mariangela Lomastro

Dopo l’annuncio dello scorso 24 febbraio, si avvicina il momento in cui le telecamere sorveglieranno i trasporti dei baresi. A seguito di episodi di aggressione contro gli autisti dell’Amtab, infatti,  il Sindaco Antonio Decaro aveva annunciato l’installazione degli apparecchi di video sorveglianza sui mezzi di trasporto pubblici proprio per poter prevenire fenomeni di violenza, sia verso i passeggeri sia verso gli autisti.
Qualche giorno fa è arrivato anche il via libera da parte del Garante della Privacy al progetto proposto da Decaro, che prevede l’installazione su 140 mezzi di una scatola nera che registrerà tutto ciò che avviene e l’identificazione e la geolocalizzazione del veicolo.

Le telecamere saranno quattro (una rivolta verso l’esterno e tre verso l’interno) e si attiveranno solo in particolari condizioni (accelerazioni o decelerazioni del mezzo, sobbalzi, incidenti, attivazione del sistema di allarme da parte dell’autista) e la presenza delle telecamere sarà segnalata da appositi cartelli informativi sul mezzo. La registrazione dei dati legati ad eventi anomali saranno conservati per 72 ore poi cancellati. In caso di sinistri, invece, i dati potranno essere conservati per 24 mesi ed essere comunicati all’istituto assicuratore.
Il Garante ha pesato i diversi interessi in gioco, la tutela della sicurezza dei cittadini e dei lavoratori, con le garanzie in materia di controlli a distanza dei lavoratori e in materia di trattamento dei dati personali. L’accordo con le organizzazioni sindacali ha infatti previsto che sia data apposita informativa agli interessati, che siano identificate le persone che hanno accesso ai dati registrati, che non siano identificate persone non coinvolte nei sinistri e che le telecamere non siano direzionate verso il conducente.
Entro fine aprile l’installazione delle telecamere sarà ultimata. L’aspettativa generale è che la perdita di una fetta di libertà personale porti ad un aumento in sicurezza per i cittadini e per i lavoratori, prevenendo fenomeni di violenza sempre più frequenti e diffusi. Non mancheranno le valutazioni, numeri alla mano, ad esperimento avviato.

Aggiungi un commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Cronaca regionale

Marilù Mastrogiovanni

Sequestro preventivo per il magazine “Il tacco d’Italia”

Tiziana Di Gravina12 dicembre 2017
caduceo

Caduceo d’Oro 2017: il Welfare negli anni della crisi

Mariangela Lomastro16 novembre 2017
Valentino Lo Sito al consiglio nazionale dei giornalisti

Ordine dei Giornalisti: Losito eletto consigliere nazionale

Daniele D'Amico25 settembre 2017
world press photo

World Press Photo: “la più importante mostra di fotogiornalismo del mondo”, a Bari, ma i giornalisti non sono graditi ospiti.

Redazione19 novembre 2016
caduceo

Caduceo d’Oro 2016: l’innovazione sostenibile

Mariangela Lomastro8 novembre 2016
Confconsumatori

ConfConsumatori parte offesa nel precedimento sul disastro ferroviario

Antonio Catacchio27 settembre 2016
Tragedia

Tragedia ferroviaria sulla tratta Corato/Barletta

Francesco Tiberio13 luglio 2016
vincenzo matarrese

Addio a Vincenzo Matarrese: domani 15 giugno i funerali nella Cattedrale di San Sabino

Antonio Catacchio14 giugno 2016
pedofilia

Pedofilia, finto prete in carcere a Brindisi

Pierfrancesco Caira25 marzo 2016

Il primo magazine online di informazione regionale, nazionale ed estera, libero ed indipendente.

Testata registrata n. 1093/2011, reg. 16, Tribunale di Bari.

Direttore responsabile: Antonio Cesare Catacchio

Invia articoli

© 2009-2016 Il corriere delle Puglie - Edito da Associazione InformAEticamente - http://www.informaeticamente.it