Costume & Società

Il brindisi nei Secoli

Storia e tradizioni della Puglia

Questo articolo è stato visualizzato 1.162 volte. Leggi altri articoli di: Francesco Tiberio.

Il brindisi nei Secoli
Francesco Tiberio

Il nome italiano di “brindisi“, sembra che derivi dal tedesco “bring dri’s” che vuol dire brindo a te. L’usanza di augurare il bene o meglio la salute alzando i bicchieri è antichissima. Già ne parlava Omero, con riferimenti nell’Iliade e nell’Odissea ed altri scrittori antichi. In ogni popolo ci sono riscontri di questa abitudine, si pensi al francese “a la sante”, al tedesco “prosit”.

Qualche secolo più tardi in pieno Medioevo, quando i commensali levavano il bicchiere in favore di una donna, solevano buttare nel caminetto oggetti preziosi. Questo, ovviamente avveniva nei feudi e nei castelli, ossia tra i ceti più alti. Anche il popolo però aveva e ha l’abitudine di fare i brindisi, ciò avveniva in occasioni particolari come Natale, Pasqua. Ma è essenzialmente durante i pranzi di nozze, che si sbizzarriva la fantasia creativa con brindisi e battute salaci, forse dovute agli abbondanti banchetti: “cusse vine è bbello e fino à salut du sposìn”; “vine e vinette, bbellee e perfette, trase dalla bbocche e iesce dall’uccellette”. Sono questi veri e propri versi, forse rozzi, ma formulati con la schiettezza che viene dal cuore e da un animo ben disposto.

In genere, nei banchetti nuziali, questi usi tendono a celebrare le virtù tradizionalmente femminili. Ogni brindisi, prende spunto da quello che lo ha preceduto, e a questo punto si innesca un meccanismo irreversibile di applausi a cui fanno eco scrosci di risa. Solo chi vive una vita dura e piena di ostacoli, riesce ad assaporare in pieno i brevi momenti di gioia che la vita offre. E questa è la prerogativa della nostra gente, di noi pugliesi, gente abituata al sacrificio, ma capace di riuscire ad andare avanti con coraggio, vivendo la vita con un pizzico di filosofia.

Aggiungi un commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Costume & Società

Export(Are) bellezza: il modello Puglia nel mondo

Daniele D'Amico27 aprile 2017
Puglia, una meraviglia da scoprire

Puglia, lo spettacolo è ovunque: comunicazione e innovazione

Daniele D'Amico21 aprile 2017
Sanremo: Caterina Balivo contro Diletta Leotta

Sanremo, caso Leotta – Balivo: l’abbigliamento non giustifica violenze e insulti

Daniele D'Amico8 febbraio 2017
padre pio

Padre Pio e le celebrità

Francesco Tiberio23 settembre 2016

Puglia: turismo in forte crescita, anche grazie ai social

Daniele D'Amico14 settembre 2016
Mongolia

La Mongolia di Gengis Khan

Francesco Tiberio2 agosto 2016
Irina Shayk

Irina Shayk baciata dal sole della Puglia

Maria Teresa Trivisano1 agosto 2016
Nessuno Tocchi Abele

Nessuno Tocchi Abele

Antonio Catacchio18 giugno 2016
Pasqua

L’Uovo di Pasqua

Francesco Tiberio10 aprile 2016

Il primo magazine online di informazione regionale, nazionale ed estera, libero ed indipendente.

Testata registrata n. 1093/2011, reg. 16, Tribunale di Bari.

Direttore responsabile: Antonio Cesare Catacchio

Invia articoli

© 2009-2016 Il corriere delle Puglie - Edito da Associazione InformAEticamente - http://www.informaeticamente.it