Informatica & web

Snapchat: la grande novità di Memories

Rivoluzione Snapchat, il social amato dai Millennial strizza l'occhio agli over 35 con Memories

Questo articolo è stato visualizzato 2.017 volte. Leggi altri articoli di: Daniele D'Amico.

Snapchat: la grande novità di Memories
Daniele D'Amico

Snapchat ha già ceduto all’invasione degli over 35 ed è pronta a snaturarsi: nei prossimi mesi infatti, come annunciato sul blog  “dell’applicazione gialla”, verrà introdotta la funzione Memories per salvare le storie ed eventualmente ricondividerle con un ulteriore editing.

Con l’avvento di Snapchat sul mercato delle app, molti social network si sono spostati verso i contenuti condivisi in real time. OraSnapchat Snapchat sorprende tutti con una feature che va esattamente nel senso opposto: Memories, un modo di salvare e condividere  gli snap più datati in un archivio privato all’interno dell’applicazione principale Snapchat. Si tratta di una libreria online in cui foto e video possono essere organizzati, modificati e condivisi successivamente. L’introduzione di Memories rappresenta un cambiamento significativo per Snapchat che è notoriamente considerata un app di messaggistica relativamente effimera e riflette di fatto le abitudini e le esigenze degli utenti più giovani, i Millennial.

Lo stesso fondatore del social network, Evan Spiegel, ha dichiarato in più occasioni di essere favorevole a una modalità di condivisione più approfondita:

«Non dobbiamo più catturare il mondo reale e ricrearlo online. Semplicemente viviamo e comunichiamo allo stesso tempo». 

Snapchat e la funzione Memories

Memories esegue il backup degli snap sui server di Snapchat e automaticamente li salva in categorie in base alla posizione o per keyword  come ad esempio womanPer creare una storia da salvare su Memories, bisogna premere su uno snap, quindi toccare “Il mio scatto” nella parte superiore dello schermo. Da qui, aggiungere “Crea storia da questo scatto” e selezionare eventuali scatti aggiuntivi che si desidera includere. E’ possibile anche scegliere di importare dall’archivio di uno  smartphone video o foto da inserire nelle “tue storie” su Memories. La novità più interessante di questa feature è la possibilità di rendere lo snap su Memories invisibilie: basta selezionare l’opzione “Move to My Eyes Only”. Snapchat ci richiederà a quel punto di formulare un codice di accesso o una password.
SnapchatMemories è semplice e interessante da usare per chi ha sempre ultizzato Snapchat,  ma in realtà sembra soddisfare gli utenti più adulti che stanno finalmente prendendo coscienza delle potenzialità di questo social network. Nonostante le numerose critiche che arrivano su questo cambiamento drastico dell’app, va fatta una riflessione più attenta sulla naturale evoluzione di questa piattaforma, che, ad oggi, è sempre stata orientata a rispondere alle esigenze degli utenti piuttosto che agli investitori. Snapchat affronta quotidianamente infatti le preoccupazioni da parte dei grandi investitori sul fatto che l’azienda ha un flusso di entrate irregolare. Con una importante base di utenti tra i 13 e i 24 anni di età, l’applicazione fornisce una modalità di interazioni suggestive per consolidare il rapporto con i Millennial. Ma con la nuova funzione Memories, Snapchat punta ad allargare il suo pubblico e a costruire nuove opportunità per il futuro. Vedremo se questa novità porterà nuovi utenti o farà migrare i giovanissimi verso altre mete, come già accade per Facebook. Certamente è una modifica che sarà accolta positivamente dai Social Media Manager e dai Digital Journalist.

La ricerca intelligente

Memories porta in dote un’altra, e forse più importante novità: il motore di ricerca interno per trovare i propri ricordi attraversi le keyword.  Si entra così nel delicato e promettente campo dell’apprendimento automatico. Amazon, Facebook e Alphabet sono molto concentrate sull’intelligenza artificiale che riconoscerà per noi volti e oggetti e organizzerà e individuerà per noi soggetti e contesti. Snapchat, nonostante venisse apprezzato dai Millennial per contenuti a scomparsa, è pronta a fare idem.

Aggiungi un commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Informatica & web
Daniele D'Amico
@1danyda

Nato a Taranto il 25/04/1980, da sempre appassionato di Digital Journalism, Social Network e Digital Marketing. SEO Editor e Social Media Strategist. In costante formazione.

Altro in Informatica & web

fbcambridgeanalytica

Cos’è successo tra Facebook e Cambridge Analitica?

Francesco Tiberio23 marzo 2018
AndroidP

Android 9 Pistacchio: il nuovo sistema operativo di Google

Francesco Tiberio17 febbraio 2018
net-neutrality-protest

Cos’è la Net neutrality e cosa significa per l’Italia?

Francesco Tiberio18 dicembre 2017
iphone8

iPhone 8: il più costoso di tutti i tempi?

Francesco Tiberio5 settembre 2017
group

Facebook Groups va in pensione

Francesco Tiberio7 agosto 2017
Wannacry_Hacker

L’epidemia WannaCry è terminata veramente?

Francesco Tiberio17 maggio 2017
cervello

Facebook ci leggerà nel pensiero?

Francesco Tiberio22 aprile 2017
whatsapp

Whatsapp infestata dalla pubblicità?

Francesco Tiberio15 marzo 2017
fb-snap

Facebook rincorre Snapchat e nasce “Camera”

Francesco Tiberio17 febbraio 2017

Il primo magazine online di informazione regionale, nazionale ed estera, libero ed indipendente.

Testata registrata n. 1093/2011, reg. 16, Tribunale di Bari.

Direttore responsabile: Antonio Cesare Catacchio

Invia articoli

© 2009-2016 Il corriere delle Puglie - Edito da Associazione InformAEticamente - http://www.informaeticamente.it