Cronaca

Strage di Nizza: 14 luglio di sangue

Tra gli 84 morti e i 200 feriti ci sarebbero anche 6 italiani

Questo articolo è stato visualizzato 643 volte. Leggi altri articoli di: Francesco Tiberio.

Strage di Nizza: 14 luglio di sangue
Francesco Tiberio

Questo è stato un 14 Luglio di sangue per Nizza con più di 84 morti e centinaia di feriti, compresi bambini. Infatti verso le ore 22 locali, moltissime persone stavano passeggiando sulla “Promenade des Anglais”, il lungomare di Nizza, per assistere allo spettacolo pirotecnico per la Festa nazionale francese. Quando improvvisamente un autocarro, modello Renault Midlum 300 di colore bianco, si è scagliato ad alta velocità sulla folla, investendo centinaia di persone e provocando il panico più totale.

La corsa è proseguita per circa 1 km, mentre il conducente sparava all’impazzata ed eseguiva un movimento a zig zag. Però l’attentatore è stato rallentato dalla polizia grazie all’intervento di un uomo, che ha cercato di affiancare il veicolo con il suo scooter e dopo aver tentato di immobilizzare il conducente cercando di saltare nella cabina del camion, è caduto a terra, fortunatamente illeso. Inoltre sul camion sarebbero state trovate anche finte armi da fuoco. Secondo le stime ci sarebbero almeno sei italiani, tra feriti e dispersi. “Se punti il camion in quella direzione, sai cosa stai facendo” racconta Philippe Villiers, chirurgo e padre di due gemelli che ha raggiunto l’ospedale Lenval senza sapere se i suoi figli e sua moglie fossero in salvo, e continua “sai che non troverai davanti a te solo degli infedeli, ma anche degli innocenti che tengono per mano il loro papà“.

Ma grazie ai documenti trovati nel camion il colpevole è stato identificato, si tratterebbe di Mohamed Lahouaiej Bouhlel, un cittadino nizzardo di trentuno anni con doppia nazionalità francese e tunisina, già noto alla polizia per crimini minori ma mai per terrorismo. Il presidente francese, François Hollande, ha lasciato subito Avignone per rientrare d’urgenza a Parigi e ha dichiarato “La Francia piange, è addolorata, ma è forte e lo sarà sempre di più dei fanatici che oggi vogliono colpirla”.

Aggiungi un commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Cronaca

Marilù Mastrogiovanni

Sequestro preventivo per il magazine “Il tacco d’Italia”

Tiziana Di Gravina12 dicembre 2017
caduceo

Caduceo d’Oro 2017: il Welfare negli anni della crisi

Mariangela Lomastro16 novembre 2017
arrestospada

Roberto Spada arrestato dopo l’aggressione alla troupe di Nemo

Francesco Tiberio13 novembre 2017
Valentino Lo Sito al consiglio nazionale dei giornalisti

Ordine dei Giornalisti: Losito eletto consigliere nazionale

Daniele D'Amico25 settembre 2017
sanremo

Sanremo 2017, trovato morto Piero Petrullo

Mariangela Lomastro8 febbraio 2017
magistrati-anm

Si apre l’anno giudiziario. L’Anm non ci sta e diserta

Francesco Tiberio27 gennaio 2017
natale

Natale 2016: Tra mercatini e vandalismo

Francesco Tiberio19 dicembre 2016
bolkestein

La direttiva Bolkestein e il commercio su aree pubbliche

Francesco Tiberio6 dicembre 2016
world press photo

World Press Photo: “la più importante mostra di fotogiornalismo del mondo”, a Bari, ma i giornalisti non sono graditi ospiti.

Redazione19 novembre 2016

Il primo magazine online di informazione regionale, nazionale ed estera, libero ed indipendente.

Testata registrata n. 1093/2011, reg. 16, Tribunale di Bari.

Direttore responsabile: Antonio Cesare Catacchio

Invia articoli

© 2009-2016 Il corriere delle Puglie - Edito da Associazione InformAEticamente - http://www.informaeticamente.it