Mercati & finanza

Stress test, disponibili i risultati

L'EBA ha pubblicato lo scorso 29 luglio i risultati dello stress test sul sistema bancario europeo

Questo articolo è stato visualizzato 1.813 volte. Leggi altri articoli di: Mariangela Lomastro.

Stress test, disponibili i risultati
Mariangela Lomastro

Sarà capitato in questi giorni di leggere tra i titoli dei giornali, o semplicemente in qualche post su Facebook, la parola stress test. Ai lettori meno attenti, la locuzione avrà probabilmente richiamato alla mente un esame medico per valutare il livello di stress della persona, viste le costanti pressioni a cui si è sottoposti nel corso della vita contemporanea.
In realtà, lo stress test a cui si è fatto riferimento ultimamente attiene al campo dell’economia, poiché consiste nell’accertamento della solidità di un istituto di credito effettuato mediante la simulazione di diversi scenari economici e finanziari e la valutazione del loro impatto sul bilancio e sul capitale dell’istituto.

L’EBA (European Banking Authority), ovvero l’autorità bancaria europea, al fine di valutare la resilienza degli istituti finanziari dell’Unione Europea rispetto ad un ipotetico scenario di mercato negativo, la lanciato ufficialmente il 24 febbraio 2016 lo stress test con la pubblicazione della metodologia finale e dei modelli, nonché degli scenari. Il test copre il 70% delle attività nazionali del settore bancario in ciascuno Stato membro dell’Unione Europea e della Norvegia. Complessivamente hanno partecipato 51 banche  considerate sistemiche per il sistema bancario dell’Unione Europea e che abbiano un attivo superiore ai 30 miliardi di euro.
L’EBA, al fine di misurare la solidità patrimoniale delle banche, prende in considerazione un particolare indicatore denominato CET-1 (Common Equity Tier 1) che rapporta in termini percentuali il capitale di un istituto creditizio con le sue attività impiegate sul mercato. Tutte queste attività vengono ponderate per il rischio e più risulta alto il Cet-1 maggiore è la solidità patrimoniale della banca.
I risultati dello studio sono stati pubblicati lo scorso 29 luglio 2016 alle ore 22. Le banche italiane che hanno partecipato allo stress test sono state: UniCredit SpA, Intesa Sanpaolo SpA, Banca Monte dei Paschi di Siena SpA, Banco Popolare ‐ Società Cooperativa, Unione di Banche Italiane SpA. Tutti gli istituti creditizi italiani, tranne MPS, hanno superato il test.

Ma cosa accade a chi viene “bocciato”?  In questi casi, l’Authority bancaria europea ordina alle banche che non hanno superato lo stress test di ricapitalizzarsi al fine di irrobustirsi e migliorare la propria situazione patrimoniale. E’ proprio quello che si accinge a mettere in atto MPS che aumenterà il proprio capitale di 5 miliardi di euro. Tutti i risultati dello stress test sono disponibili sul sito dell’EBA.

Aggiungi un commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Mercati & finanza

La nuova rivoluzione industriale è già partita, e si fonda sull’analisi dei dati e sull’intelligenza artificiale

Quarta rivoluzione industriale: analisi dei dati e intelligenza artificiale

Daniele D'Amico22 marzo 2017
Settore automotive in crescita

Settore automotive in forte ripresa, a gennaio +10,1%

Daniele D'Amico16 febbraio 2017
Le banche utilizzano i social network per rafforzare la propria immagine

Banche, oltre la crisi i social network per rilanciarsi

Daniele D'Amico12 gennaio 2017

Google, Amazon e Facebook sul podio dei Brand più influenti

Daniele D'Amico27 giugno 2016

Influencer, gli opinionisti dell’era digitale

Antonio Catacchio11 febbraio 2016

Carne lavorata o TTIP: cosa temere di più?

Ricky Violante27 novembre 2015
decretosalvabanche

Approvato il decreto Salva Banche

Francesco Tiberio22 novembre 2015
Uber

Wall Street apre le porte a Uber?

Daniele D'Amico3 settembre 2015
cassazione-ici

Gli istituti scolastici religiosi devono pagare l’ICI sugli immobili?

Francesco Tiberio9 agosto 2015

Il primo magazine online di informazione regionale, nazionale ed estera, libero ed indipendente.

Testata registrata n. 1093/2011, reg. 16, Tribunale di Bari.

Direttore responsabile: Antonio Cesare Catacchio

Invia articoli

© 2009-2016 Il corriere delle Puglie - Edito da Associazione InformAEticamente - http://www.informaeticamente.it