Moda & Tendenze

Settimana della Moda: “It’s time to south”, esalterà l’eccellenza pugliese

Sono previste 71 sfilate, 98 presentazioni, 32 eventi per un totale di 176 collezioni per la stagione Primavera/Estate 2017.

Questo articolo è stato visualizzato 853 volte. Leggi altri articoli di: Daniele D'Amico.

Settimana della Moda: “It’s time to south”, esalterà l’eccellenza pugliese
Daniele D'Amico

La Fashion Week Donna di Milano, dal 21 al 26 settembre (dopo New York e Londra) si annuncia calda. Sei giorni colmi per 71 sfilate (di cui 3 doppie), 98 presentazioni (4 su appuntamento) a cui vanno aggiunti 32 eventi, tra mostre, inaugurazioni, aperture. Del resto, la concorrenza morde (New York, Parigi e Londra, si fanno sempre più agguerrite) e tutti devono fare la propria parte per mantenere alto il tricolore italiano. 

Puglia e moda

Nel segno del supporto alle nuove generazioni della moda, giunge alla seconda edizione “It’s Time to South”, una piattaforma espositiva dedicata a 15 designer emergenti provenienti da quattro regioni del sud (Puglia,  Calabria, Campania e Sicilia)L’iniziativa, finanziata nell’ambito del Piano Export Sud, nasce con l’obiettivo di sviluppare fra gli operatori esteri la conoscenza della realtà meridionale e favorire il processo di internazionalizzazione di stilisti emergenti che producono moda contemporary, supportando concretamente la loro corsa verso i mercati esteri. Il volto dell’imprenditoria femminile pugliese nell’ambito della moda  è riferito a Carmen Martorana, Presidente della Camera della Moda di Puglia-Basilicata-Molise-Campania. La Camera della Moda disciplina, coordina e promuove lo sviluppo del fashion pugliese, lucano, campano e molisano, tutelandone l’immagine sia in Italia che all’estero. Ha anche l’intento di attuare una politica di supporto organizzativo finalizzata alla conoscenza, alla promozione e allo sviluppo del settore tessile, attraverso l’organizzazione di eventi esclusivi, in grado di connettere abbigliamento, arte, cultura e gusto.

Le novità

In occasione della Fashion week, il 24 settembre aprirà  “White women’s collections + accessories”, il salone patrocinato dal Comune di Milano, che animerà il “Tortona fashion district”  (Ex Ansaldo di via Tortona 54. Un’edizione che segna uno step fondamentale nella crescita e nell’espansione internazionale della kermesse. White inaugura cinque nuove sezioni di ricerca, superando i 500 espositori di cui 346 aziende italiane e 164 estere con una crescita del 32 per cento di brand stranieri, che scelgono White Milano per presentare le loro collezioni. Tra questi sono 200 le new entry che confermano la continua azione di scouting per offrire ai buyer proposte sempre aggiornate sui nuovi trend. Una crescita per l’edizione di settembre 2016 che registra un +11% rispetto alla stessa edizione dell’anno precedente.

E allora le griffe si danno da fare, cercando il modo migliore per far parlare di sé. La sfilata per  essere efficace deve avere  un tocco glamour. La presentazione diventa un happening, con i designer a fare da padroni di casa tra i loro vestiti. E poi gli eventi di moda che attraggono le celebrity, mischiano i generi e si aprono al pubblico. Di seguito tutto quello che bisogna conoscere della settimana moda donna durante la quale scopriremo le tendenze della primavera estate 2017.

Settimana intensa

 Il calendario è molto fitto — ad esempio, giovedì 22 settembre, sono in programma bene 14 sfilate, dalle 9.30 alle 20.30, senza interruzione — ha sollevato qualche malumore tra le griffe e gli addetti a lavori (che dovranno “rimbalzare” da un posto all’altro). Ma il Presidente della Camera Nazionale della Moda, Carlo Capasa, difende le date: «Sei giorni sono la soluzione migliore per Milano. Noi siamo in mezzo a un calendario internazionale che prevede una settimana per città, senza sovrapposizioni — spiega —. Ovvio, chi inizia può permettersi di anticipare e, chi finisce, posticipare. Ma chi rimane a New York dieci giorni? Nessuno. Anzi, tutti lamentano il fatto di non poter sostenere le spese per un periodo troppo lungo. Ad oggi, mi pare che tutti a Milano si trovino bene.  Noi, cerchiamo di dare sempre il massimo della disponibilità».

Boutique e night party

Venerdì 23 settembre inaugurazione della prima boutique di Dolce & Gabbana in via Montenapoleone. Domenica, giorno della sfilata (con un parterre gremito dai rampolli milanesi), cena a inviti, e la via-salotto di Milano trasformata per un notte nel salone delle feste. Sempre venerdì glamour e ospiti internazionali alla cena di Bulgari. Philippe Plein raddoppia, apertura della boutique di corso Venezia e del quartier generale in via dei Giardini. Il 22, Joan Thiele canta nella boutique Manila Grace di via Manzoni 38 (party 18.30-21.30). La settimana della moda, vede approdare a Milano anche Rafael, griffe di accessori di lusso Made in Italy: scarpe e borse ispirati a Grace Jones ai tempi dello Studio 54. Parafrasando il giornalista di @Premium Sport Carlo Pellegatti: «Milano vende moda», con un  pizzico di orgoglio pugliese».

Aggiungi un commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moda & Tendenze
Daniele D'Amico
@1danyda

Nato a Taranto il 25/04/1980, da sempre appassionato di Digital Journalism, Social Network e Digital Marketing. SEO Editor e Social Media Strategist. In costante formazione.

Altro in Moda & Tendenze

Moda e sostenibilità: Il pensiero dei Millennials

Daniele D'Amico20 luglio 2016
playdate

Playdate: il primo giocattolo “smart” per cani e gatti

Pierfrancesco Caira6 luglio 2016
Moda Pitti

La moda uomo dal Pitti alla Fashion Week

Maria Teresa Trivisano16 giugno 2016
bikini

Il bikini tra scandali e tendenze

Maria Teresa Trivisano9 giugno 2016

Scaricare musica gratis con Telegram

Antonio Catacchio15 febbraio 2016

Il Tocco di Minerva, storia di un brand Made in Puglia

Antonella Tomaselli12 febbraio 2016

Influencer, gli opinionisti dell’era digitale

Antonio Catacchio11 febbraio 2016

Come incrementare rapidamente i tuoi followers su Instagram

Antonio Catacchio5 gennaio 2016

In arrivo il vino vegano

Gabriella De Santis28 dicembre 2015

Il primo magazine online di informazione regionale, nazionale ed estera, libero ed indipendente.

Testata registrata n. 1093/2011, reg. 16, Tribunale di Bari.

Direttore responsabile: Antonio Cesare Catacchio

Invia articoli

© 2009-2016 Il corriere delle Puglie - Edito da Associazione InformAEticamente - http://www.informaeticamente.it