Mercati & finanza

Settore automotive in forte ripresa, a gennaio +10,1%

Nel mese di gennaio le immatricolazioni nei 28 Paesi UE più quelli EFTA sono state 1.203.958, il 10,1% in più rispetto allo stesso mese del 2015

Questo articolo è stato visualizzato 528 volte. Leggi altri articoli di: Daniele D'Amico.

Settore automotive in forte ripresa, a gennaio +10,1%
Daniele D'Amico

Inizia bene l’anno per il settore automotive. Nel mese di gennaio sono state immatricolate nel nostro Paese 171.556 autovetture, con una crescita rispetto allo stesso mese del 2015 di circa il 10,1%.

Si tratta di un risultato molto positivo e in qualche misura inatteso, si apprende dal Centro Studi Promotor, spiegando che dopo 36 mesi di crescita e dopo incrementi medi annui che hanno sfiorato il 16% nel 2015 e nel 2016 , un time out sarebbe stato fisiologico anche in una situazione di immatricolazioni ampiamente proiettata all’incremento come è quella attuale.

La pressione della domanda di sostituzione posticipata durante la crisi, ha continuato a influenzare positivamente la propensione degli italiani all’acquisto di nuove autovetture, nonostante il maltempo e il terremoto e, soprattutto, nonostante il fatto che la ripresa economica stia procedendo con un ritmo decisamente contenuto. Senza dimenticare che che il clima di fiducia dei consumatori ha accusato nella seconda metà del 2016 un sostanziale ridimensionamento a cui è seguito, però, un recupero proprio nel mese di gennaio.

Automotive: FCA in crescita

Fiat Chrysler Automobiles ottiene nel primo mese del 2017 un risultato migliore rispetto a quello ottenuto dal mercato. Infatti, le sue vendite sono cresciute del 12,3% in confronto al +10,1 % dell’intero settore. La quota FCA è del 29,3 %, in aumento di 0,6 punti percentuali.

FCA si rafforza grazie al marchio Alfa Romeo, +27,2 %, e  Fiat che ha incrementato le vendite del 14,5 %. Non è quindi una novità che le prime posizioni della Top Ten parlino italiano, con tre vetture FCA ai primi tre posti: Panda, 500 e Lancia Ypsilon.

Cosa accade in Europa?

Il business europeo dell’auto è partito molto bene anche fuori i confini italiani. Nel mese di gennaio le immatricolazioni nei 28 Paesi UE più quelli EFTA sono state 1.203.958, il 10,1% in più rispetto allo stesso del 2015. I dati sono dell’Acea, l’associazione dei costruttori europei.

Fca, +15,2% a gennaio: quota al 7%

Fiat Chrysler Automobiles continua a macinare risultati positivi anche fuori dall’Italia, nel primo mese del 2017 le immatricolazioni del gruppo nei 28 Paesi UE più EFTA sono state 83.780, il 15,2% in più  rispetto allo stesso mese del 2016. Ancora una volta l’incremento è maggiore di quello del mercato pari al 10,1%. La quota sale dal 6,6 al 7%. Tra i brand della casa automobilistica sono in ascesa Alfa Romeo (+31,4%), Fiat (+17,3%) e Lancia Chrysler (+2,5%) mentre è in “leggera” flessione Jeep (-5,6%).

Aggiungi un commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Mercati & finanza
Daniele D'Amico
@1danyda

Nato a Taranto il 25/04/1980, da sempre appassionato di Digital Journalism, Social Network e Digital Marketing. SEO Editor e Social Media Strategist. In costante formazione.

Altro in Mercati & finanza

La nuova rivoluzione industriale è già partita, e si fonda sull’analisi dei dati e sull’intelligenza artificiale

Quarta rivoluzione industriale: analisi dei dati e intelligenza artificiale

Daniele D'Amico22 marzo 2017
Le banche utilizzano i social network per rafforzare la propria immagine

Banche, oltre la crisi i social network per rilanciarsi

Daniele D'Amico12 gennaio 2017
stress test

Stress test, disponibili i risultati

Mariangela Lomastro4 agosto 2016

Google, Amazon e Facebook sul podio dei Brand più influenti

Daniele D'Amico27 giugno 2016

Influencer, gli opinionisti dell’era digitale

Antonio Catacchio11 febbraio 2016

Carne lavorata o TTIP: cosa temere di più?

Ricky Violante27 novembre 2015
decretosalvabanche

Approvato il decreto Salva Banche

Francesco Tiberio22 novembre 2015
Uber

Wall Street apre le porte a Uber?

Daniele D'Amico3 settembre 2015
cassazione-ici

Gli istituti scolastici religiosi devono pagare l’ICI sugli immobili?

Francesco Tiberio9 agosto 2015

Il primo magazine online di informazione regionale, nazionale ed estera, libero ed indipendente.

Testata registrata n. 1093/2011, reg. 16, Tribunale di Bari.

Direttore responsabile: Antonio Cesare Catacchio

Invia articoli

© 2009-2016 Il corriere delle Puglie - Edito da Associazione InformAEticamente - http://www.informaeticamente.it