Informatica & web

Facebook rincorre Snapchat e nasce “Camera”

Dopo Instagram, adesso anche le Storie di Facebook arrivano in Italia

Questo articolo è stato visualizzato 866 volte. Leggi altri articoli di: Francesco Tiberio.

Facebook rincorre Snapchat e nasce “Camera”
Francesco Tiberio

Instagram, celebre social network acquistato tempo fa da Mark Zuckerberg, aveva di recente introdotto le “Stories“, ovvero contenuti multimediali come foto e video disponibili solo per 24 ore. Questo social, il cui funzionamento è basato soprattutto sull’upload di foto, deve l’idea ad un altrettanto celebre concorrente: Snapchat.

Infatti Zuckerberg avendone capito sin da subito le potenzialità provò ripetutamente ad acquistarlo, però Evan Spiegel, il fondatore, rifiutò sempre. Ma proprio in questi giorni, il team di Facebook ha rilasciato un nuovo update che introduce le Facebook Stories“. Inoltre l’aggiornamento in questione aggiunge anche una funzione fotocamera in-app, capace inserire degli effetti interattivi, aggiungere filtri e testo, che rivoluzionerà completamente il box “Cosa stai pensando?” Per quanto riguarda la privacy, sarà possibile selezionare una stretta cerchia di amici a cui inviare la propria storia o addirittura una sola persona, così come avviene già con i Direct su Instagram. A differenza di Messanger, quando si invierà una foto o un video ad un amico con i Direct, il contenuto potrà essere visto fino a 2 volte, dopodiché scomparirà per sempre (a meno che non si decida di pubblicarlo come post normale). “Oggi la comunicazione è ‘fotocentrica’” afferma Connor Hayes, uno dei project manager del Camera Teamgli smartphone hanno cambiato il modo di comunicare, le persone amano raccontare se stesse con le immagini, ed è questa la direzione che vogliamo prendere”.

Dalla nascita di Facebook, nell’ormai lontano 2004, ad oggi, la tecnologia si è evoluta tantissimo: da status scritti su computer ingombranti e con connessioni precarie, a smartphone sottilissimi e connessioni onnipresenti. Adesso che anche la grande F si è uniformata, seguendo la scia della concorrenza, rimane una sola domanda: avendo tre social network molto simili tra loro, questo non causerà confusione ed una possibile frammentazione dell’utenza?

Aggiungi un commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Informatica & web

group

Facebook Groups va in pensione

Francesco Tiberio7 agosto 2017
Wannacry_Hacker

L’epidemia WannaCry è terminata veramente?

Francesco Tiberio17 maggio 2017
cervello

Facebook ci leggerà nel pensiero?

Francesco Tiberio22 aprile 2017
whatsapp

Whatsapp infestata dalla pubblicità?

Francesco Tiberio15 marzo 2017
Facebook Journalism Project

Zuckerberg lancia il “Facebook Journalism Project”

Daniele D'Amico17 gennaio 2017
Black Friday

Black Friday e Cyber Monday, arrivano gli sconti online

Daniele D'Amico23 novembre 2016
LinkedIn

LinkedIn rivela le competenze per trovare lavoro in Italia: SEO e SEM

Daniele D'Amico17 novembre 2016
Instragram

Instagram: lo shopping è servito. Ecommerce rivoluzionato?

Daniele D'Amico5 novembre 2016
Giornalismo

Giornalismo e SEO, com’è cambiata l’informazione

Daniele D'Amico27 ottobre 2016

Il primo magazine online di informazione regionale, nazionale ed estera, libero ed indipendente.

Testata registrata n. 1093/2011, reg. 16, Tribunale di Bari.

Direttore responsabile: Antonio Cesare Catacchio

Invia articoli

© 2009-2016 Il corriere delle Puglie - Edito da Associazione InformAEticamente - http://www.informaeticamente.it