Informatica & web

Facebook Groups va in pensione

Le due facce della medaglia: meglio molte app da pochi mb o poche app da molti mb?

Questo articolo è stato visualizzato 679 volte. Leggi altri articoli di: Francesco Tiberio.

Facebook Groups va in pensione
Francesco Tiberio

In questi anni Facebook è cambiato molte volte, non solo il social in sé ma anche tutti servizi che derivano da esso: infatti se molti hanno visto la luce, altrettante si apprestano ad “andare in pensione”. È questo il caso di “Groups”, un app creata nel 2014 e dedicata a chiunque volesse amministrare la gestione e la “vita” all’interno di una stanza social, che il 1° settembre chiuderà i battenti e sparirà dagli store. Il suo scopo è stato quello di offrire molte più funzioni rispetto a quelle generali e poco esplicative contenute nell’app di Facebook.

Ma niente paura i gruppi non cesseranno di esistere, ma verranno fagocitati e completamente rinnovati nella piattaforma principale. D’altronde questa non veniva più aggiornata dal 2016 e non aveva mai ricevuto un grande apprezzamento dagli utenti. Ma se da un lato la sua cancellazione può essere una cosa positiva dato che ci sarà una minore frammentazione delle app da installare, dall’altro tutti i nuovi strumenti che verranno aggiunti all’applicazione principale potrebbero causare numerosi rallentamenti e malfunzionamenti negli smartphone più datati o comunque dotati di poca memoria (come successe con l’introduzione degli “Stati”). A tutto però c’è rimedio, infatti sugli store ci sono numerosi client alternativi pronti a fare le veci della Grande F. Il principale è “Facebook Lite” che, come dice il nome stesso”, è la versione ufficiale e alleggerita del noto social. Questa si presenta con un design molto più minimale e un Messanger integrato. Due applicazioni al prezzo di una.

Se dovessimo confrontare le due applicazioni per quanto riguarda consumo di memoria e batteria il distacco sarebbe notevole: infatti l’app standard appena scaricata occuperà 145 mb (che possono arrivare fino 300/400 a causa e a seconda degli aggiornamenti, delle cache ecc…), e restando accesa in primo piano per 8 minuti consumerà circa 25 mAh di batteria. Al contrario la versione Lite appena scaricata occuperà appena 8 mb (che possono arrivare a 50/100 per i motivi sopracitati), e consumerà 28 mAh per 17 minuti, in poche parole quasi il doppio del tempo. Logicamente bisognerà scendere a compromessi, come fare a meno della condivisione esterna delle foto, degli Stati, dei video a 360 gradi e delle live.

Aggiungi un commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Informatica & web

iphone8

iPhone 8: il più costoso di tutti i tempi?

Francesco Tiberio5 settembre 2017
Wannacry_Hacker

L’epidemia WannaCry è terminata veramente?

Francesco Tiberio17 maggio 2017
cervello

Facebook ci leggerà nel pensiero?

Francesco Tiberio22 aprile 2017
whatsapp

Whatsapp infestata dalla pubblicità?

Francesco Tiberio15 marzo 2017
fb-snap

Facebook rincorre Snapchat e nasce “Camera”

Francesco Tiberio17 febbraio 2017
Facebook Journalism Project

Zuckerberg lancia il “Facebook Journalism Project”

Daniele D'Amico17 gennaio 2017
Black Friday

Black Friday e Cyber Monday, arrivano gli sconti online

Daniele D'Amico23 novembre 2016
LinkedIn

LinkedIn rivela le competenze per trovare lavoro in Italia: SEO e SEM

Daniele D'Amico17 novembre 2016
Instragram

Instagram: lo shopping è servito. Ecommerce rivoluzionato?

Daniele D'Amico5 novembre 2016

Il primo magazine online di informazione regionale, nazionale ed estera, libero ed indipendente.

Testata registrata n. 1093/2011, reg. 16, Tribunale di Bari.

Direttore responsabile: Antonio Cesare Catacchio

Invia articoli

© 2009-2016 Il corriere delle Puglie - Edito da Associazione InformAEticamente - http://www.informaeticamente.it