Il Corriere Delle Puglie

Bari, 19 gennaio 2011

Nell’odierna Babele mediatica, chiunque abbia un minimo di conoscenza, rudimenti e capacità di lettura e scrittura dei principali codici e linguaggi per la composizione di documenti ipertestuali, si improvvisa autore, editore e creatore di testate giornalistiche online d’ogni genere e specie.

Fermo restando il legittimo interesse personale di coloro che intraprendono tali iniziative, in realtà il solo scopo di gran parte della moltitudine di coloro che si imbarcano nella “mediaticità,” più che di fornire un servizio utile e trasparente alla collettività e che si occupi di garantire con chiarezza ed obbiettività le notizie dei fatti della vita regionale, nazionale ed estera, è quello di eccedere nell’aspirazione ad un bene della vita approfittando, spesso con arroganza, dell’ignoranza della gente comune.

Questa diffusa pratica, si concreta di recente, sempre più attraverso l’utilizzo delle tecnologie web e dei suoi strumenti, come mezzo da cui farne automaticamente derivare un vantaggio, una potente arma creatrice di nuovi “Guru” del nostro millennio, un perfetto trampolino di lancio per arrivare a divenire c.d. “grandi comunicatori“, grandi “leader” senza che nessuno si preoccupi mai del fatto che alle volte un’ arma possa essere erroneamente recapitata nelle mani sbagliate, cioè di chi la userebbe non per difendere ciò che è proprio, ma per attaccare e sottrarre ad altri ciò che non gli appartiene.

Il Corriere delle Puglie scende in campo, con l’ obbiettivo primario di fornire un servizio di informazione chiaro, utile ed obbiettivo alla collettività, ma soprattutto auspicando di poter sempre riuscire a scoprire l’esistenza di una Puglia migliore, facendone emergere la parte più sana, non di certo attraverso la narrazione di episodi fasti o nefasti, bensì attraverso l’opera di coloro che li redigeranno.

Il Corriere delle Puglie non si propone di far politica, certo, dire che i giornali sono solo in parte politicamente indirizzati sarebbe un eufemismo; ma è proprio per rimarcare e riscoprire l’esistenza di quella parte sana di cittadinanza attiva che questo “Magazine” online si propone di dar Voce e spazio a tutti coloro che vorranno partecipare attivamente alla redazione, a prescindere dal proprio credo o colore politico, proprio per dimostrare che c’è del buono nella cittadinanza e che le negatività non si annidano in questo o in quel partito, ma nei rappresentanti di tutti quei partiti che, una volta raggiunto il “posto” ambito, tradiscono la volontà e la fiducia degli elettori agendo non più nell’interesse dei cittadini ma solo ed esclusivamente in quello del proprio salario.

Un giornale a partecipazione popolare consentirà a tutti noi pugliesi come me, di portare sempre alto il nome della nostra Regione ovunque nel mondo, e di rappresentarla con concretezza come un luogo diverso dai sentiti luoghi comuni esteri nei confronti del meridione d’Italia, che ben si distingue, spesso in meglio, dalle regioni degli stati più a nord dell’Africa.

Se condividi il mio pensiero, questo significa che anche tu sei in grado di  concepire un pensiero libero ed indipendente, come quello di tutte le persone che rispettano le istituzioni ed i principi della Costituzione italiana, e che proprio per questa ragione, non hanno alcuna intenzione di sottostare alle logiche feudali e mezzadriche di conduzione ed amministrazione di qualsiasi iniziativa, ed hanno invece voglia, di vivere quotidianamente il diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto ed ogni altro mezzo di diffusione, voglia di condividere e di perseguire il mio obbiettivo personale, ma allo stesso tempo collettivo, di vedere nel tempo crescere quest’ idea, contribuendo ognuno in ragione delle proprie capacità, al progresso materiale e spirituale di questo progetto online, che ad oggi, legandosi ai fatti ed alle persone in modo spontaneo, è deputato a scrivere il tempo, il nostro tempo, lasciandone traccia, e solo per questa ragione, il Corriere delle Puglie, apparterrà sempre a tutti noi, e a nessuno…

Antonio Catacchio

Visualizza Commenti (2)

2 Comments

  1. appulo

    16 agosto 2011 at 16:07

    Grazie!

    • Slimane Melab

      15 ottobre 2013 at 14:25

      Caro direttore Antonio Catacchio, credo che lei se è espresso in un modo chiaro e non manca di sensibilità, un linguaggio d’autore di ottimo livello. Non mi sento di entrare in merito in politica del suo paese ma attraverso i suoi messaggi, credo che lei abbia sicuramente toccato il cuore di tutti gli italiani. Mi associo a lei nella libertà di espressione, della tolleranza e soprattutto dell’amore che lei trasmette alla gente. Un cordiale saluto!!!

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il primo magazine online di informazione regionale, nazionale ed estera, libero ed indipendente.

Testata registrata n. 1093/2011, reg. 16, Tribunale di Bari.

Direttore responsabile: Antonio Cesare Catacchio

Invia articoli

© 2009-2016 Il corriere delle Puglie - Edito da Associazione InformAEticamente - http://www.informaeticamente.it