Cronaca

Pisapia e De Magistris, aria di cambiamento?

Pisapia e De Magistris, aria di cambiamento?
Redazione

Giuliano Pisapia e Luigi De Magistris sono i nuovi sindaci, rispettivamente, di Milano e Napoli. L’esultanza da parte della maggioranza ottenuta è alle stelle. Ma quando finiranno i festeggiamenti e quando si spegneranno i riflettori sulla vittoria cosa succederà? Sarà vero cambiamento? E in che modo questo cambiamento coinvolgerà i cittadini comuni? Quelli che con la politica, intesa nella sua più ampia accezione greca di “Arte di governare la società”, non hanno mai avuto nulla da condividere dal lato dei governanti, come beneficeremo di questo cambiamento?
Certo è difficile pensare che un uomo capace di essere “visibilmente commosso” per aver sentito inneggiare dal pubblico in delirio “libera Milano” possa poi, come altri, nel tempo dimenticare il sottile rapporto di mandato che lega governanti e governati affinchè i primi possano fare gli interessi dei secondi e non i propri. Certo è davvero difficile immaginare che un uomo di legge possa pensare di fare affari con organizzazioni poco limpide per risolvere problemi inerenti pubblica salute ed igiene. Staremo a vedere.
Anche De Magistris, nuovo sindaco della città del Regno perduto, parla di città liberata. Ci auguriamo che possa esserlo davvero anche se, restano dubbi e preoccupazioni dovute ai discorsi che adesso vari personaggi di spicco del mondo politico e del giornalismo si apprestano ad esporre come apparenti pubbliche abiure. Questi sembrano essere prodromici ed indicativi dell’avvento del tipico fenomeno italiano a cui presto potremo assistere e per cui, gli sconfitti, al posto di ritirarsi al seguito del proprio leader possano, restando nella stessa piazza dei festeggiamenti, liberarsi della vecchia bandiera e sventolare la nuova per rimanere nello stesso e identico posto, all’unico scopo di conservare una poltrona vestendo nuovi abiti con nuovi colori. Tuttavia, a prescindere da ogni usanza tipica, non si può comunque non essere entusiasti del potenziale cambiamento che si prospetta e dei fallimenti di chi diffonde bugie e false promesse.
[five-star-rating]

Aggiungi un commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Cronaca

Marilù Mastrogiovanni

Sequestro preventivo per il magazine “Il tacco d’Italia”

Tiziana Di Gravina12 dicembre 2017
caduceo

Caduceo d’Oro 2017: il Welfare negli anni della crisi

Mariangela Lomastro16 novembre 2017
arrestospada

Roberto Spada arrestato dopo l’aggressione alla troupe di Nemo

Francesco Tiberio13 novembre 2017
Valentino Lo Sito al consiglio nazionale dei giornalisti

Ordine dei Giornalisti: Losito eletto consigliere nazionale

Daniele D'Amico25 settembre 2017
sanremo

Sanremo 2017, trovato morto Piero Petrullo

Mariangela Lomastro8 febbraio 2017
magistrati-anm

Si apre l’anno giudiziario. L’Anm non ci sta e diserta

Francesco Tiberio27 gennaio 2017
natale

Natale 2016: Tra mercatini e vandalismo

Francesco Tiberio19 dicembre 2016
bolkestein

La direttiva Bolkestein e il commercio su aree pubbliche

Francesco Tiberio6 dicembre 2016
world press photo

World Press Photo: “la più importante mostra di fotogiornalismo del mondo”, a Bari, ma i giornalisti non sono graditi ospiti.

Redazione19 novembre 2016

Il primo magazine online di informazione regionale, nazionale ed estera, libero ed indipendente.

Testata registrata n. 1093/2011, reg. 16, Tribunale di Bari.

Direttore responsabile: Antonio Cesare Catacchio

Invia articoli

© 2009-2016 Il corriere delle Puglie - Edito da Associazione InformAEticamente - http://www.informaeticamente.it