Arte, cultura e spettacolo

Bari – Zviozdnyj: Il gemellaggio sulla via delle stelle

Bari – Zviozdnyj: Il gemellaggio sulla via delle stelle

di Giorgia Cutino
Il 13 Dicembre 2011, presso la Sede del Comune di Zviozdnyj, è stato siglato il patto di Gemellaggio tra la città di Bari, rappresentata dall’Assessore Gianluca Paparesta e il Sindaco del Comune di Zviozdnyj Nicolaj Rybkin.

Nell’ambito delle Manifestazioni artistico-culturali che da anni avvicinano la cittadinanza barese e la sempre più numerosa comunità di fedeli ortodossi provenienti da ogni Regione della Federazione Russa ed in occasione dei festeggiamenti in corso in tutto il mondo per il Cinquantesimo anniversario del primo volo in orbita di Jurij Gagarin (12 Aprile 1961), l’Amministrazione Comunale della Città di Bari ha aderito alla proposta di gemellaggio con il Comune di Zviozdnyj, importante iniziativa socio-culturale e religiosa che si inserisce armonicamente nel percorso di valorizzazione dei rapporti esistenti tra Bari e la Russia, avviati nel 2010, mediante le visite diplomatiche alla città di Bari e favorite dal costante impegno dell’Associazione “Mondo Antico e Tempi Moderni” Onlus.

Il patto di gemellaggio tra le due città è stato sottoscritto ufficialmente, Martedì 13 Dicembre 2011, dal sindaco di Zviozdnyj Nikolaj Rybkin e Gianluca Paparesta, assessore della città Bari, con delega ai Rapporti internazionali ed al Marketing territoriale.

Bari è la prima città al mondo a gemellarsi con la città di Zviozdny .
La cerimonia della firma si è svolta in un clima festoso alla presenza della delegazione italiana: Giorgia Cutino – Direttore del progetto e delegato dell’Associazione Onlus “Mondo antico e Tempi Moderni”, Letizia Miraglia – rappresentante dell’Istituto di Teologia Ecumenica “San Nicola” di Bari, Oleg Vereshchagin – interprete, accolti con calore, tra gli altri, dai cosmonauti russi: Alexandr Volkov – due volte eroe dell’Unione Sovietica e vicesindaco della cittadina, Jurij Lonchakov – comandante della Squadra degli astronauti russi ed eroe della Federazione Russa.

Clicca sull'immagine per visualizzarne un ingrandimento

“La città di Bari e Zviozdnyj sono unite da una grande spiritualità! Con immenso piacere vorrei sottolineare che la nuova fratellanza delle nostre città si nutre di un fertile terreno spirituale e religioso. Siamo molto lieti che, da ora in poi, la nostra città contribuirà al riavvicinamento tra Russia e Italia, non solo spiritualmente, ma anche concretizzandosi in progetti culturalmente validi”, ha affermato il sindaco Rybkin.
L’assessore Paparesta si è espresso in termini di assoluta positività per l’evento: “E ‘un grande onore per la città di Bari essere gemellata con una città famosa come Zviozdnyj….Ci auguriamo che attraverso la creazione di nuove relazioni socio-culturali tra le nostre città crescerà ancor più l’amicizia tra i nostri popoli”.
Come ha sottolineato padre Giobbe, rettore della Chiesa di Zviozdnyj: “L’accordo di gemellaggio esprime un atto d’amore. Quando gli uomini s’incontrano sul terreno del dialogo, non importa di che nazionalità essi siano, è sempre una cosa che piace al Signore. Solo così possiamo superare l’abisso che divide l’umanità dai tempi di Babele. Dobbiamo imparare a comprenderci e a moltiplicare bontà e giustizia”.

Dopo la firma, il sindaco Rybkin ed il comandante Lonchakov hanno condotto gli ospiti, considerandoli membri della loro “famiglia”, in uno stupefacente ed emozionante tour della città: Zvyozdny gorodok, situata a pochi chilometri a nord-est di Mosca, ha acquisito lo status di Comune il 19 Gennaio 2009 (Decreto n° 68 del presidente russo Dmitrj Medvedev), dal 1960 è sede del “Juri Gagarin Cosmonaut Training Center” (GCTC). Lonchakov ha spiegato che i cosmonauti dell’Agenzia Spaziale Federale Russa, i membri del Programma Spaziale Federale ed Internazionale  si addestrano in essa. Molti cosmonauti, del passato e del presente e il personale del Centro di formazione, vivono a  Zvyozdny con le loro famiglie. La città ospita, inoltre, un interessante Museo storico scientifico e tecnico interamente dedicato alla amata figura di Jurij Gagarin, che accoglie i cimeli dei viaggi e delle esplorazioni umane dello spazio oltre alla Mostra fotografica permanente “Vorrei mostrarvi la Terra” con l’esposizione delle foto realizzate durante le missioni sulla Stazione Internazionale MIR dal Comandante Jurij Lonchakov.

San Nicola è considerato il santo “ufficiale” patrono dell’ordine dei cosmonauti russi. Nella incredibilmente bella “Chiesa della Trasfigurazione di Cristo” è custodita una particella lignea della cassa usata dai marinai baresi per il trasporto delle ossa da Myra (1087) che, il 12 Dicembre 2010 i Padri domenicani della Basilica Pontificia di San Nicola hanno consegnato al Comandante Lonchakov. La reliquia è stata nello spazio con il Volo “Sojuz TMA-19” per quasi sei mesi: una metà di questa particella lignea è attualmente venerata nella Cappella della basilica di Zviozdnyj; mentre, l’altra metà è esposta nella Cappella delle reliquie della Basilica di San Nicola.

L’iniziativa ha ricevuto notevole attenzione da parte  dalle principali Agenzie di Stampa della Federazione Russa: l’Eco del pianeta, ITAR-TASS, Interfax, RIA-NOVOSTI; i settimanali Patriarchia.ru, Pravoslavie v Ukrainie, il canale televisivo Sojuz; l’Unione Cinematografica della Federazione Russa,  i periodici Argomenti e fatti, Foma;  inoltre, diversi magazine russi hanno ripreso e sponsorizzato l’iniziativa culturale.

E’ doveroso citare per l’impegno profuso alla realizzazione del Gemellaggio: i collaboratori del Consolato d’Italia a Mosca, i Comuni di Bari e Zviozdnyj, l’amministrazione del Centro preparazione astronauti, i Padri domenicani della Basilica Pontificia di San Nicola, l’organizzatore della logistica Vladimir Ostashkevich, il regista Oleg Tatkov, il regista e produttore Maksim Drozdov.

Il 13 Gennaio 2012, la città di Bari ha presentato ufficialmente in Conferenza Stampa le iniziative culturali che saranno realizzate, a partire dal prossimo Maggio. Gradito ospite della Conferenza il Maggiore dell’Aereonautica Militare, astronauta dell’ufficio Politica spaziale dell’Aeronautica di Roma e ingegnere spaziale Walter Villadei, attualmente impegnato nella scuola aerospaziale della città di Zviozdnyj. “Abbiamo conosciuto il Maggiore Villadei quando ci siamo recati a Zviozdnyj in occasione del gemellaggio – ha dichiarato l’assessore Paparesta – e oggi è per noi motivo di grande orgoglio poterlo accogliere nella nostra città”. “Portare in Russia i colori italiani – ha detto l’astronauta, accompagnato dal generale Giovanni Mazzone – è un grande onore per me. E scoprire che Zviozdnyj era gemellata con una città italiana bella come Bari è stata davvero una sorpresa”.
La firma del Gemellaggio tra Bari e Zvyozdnyj vedrà nell’immediato futuro, come sottolineato nel suo intervento Giorgia Cutino, la realizzazione congiunta della  Mostra fotografica   “Vorrei mostrarvi la Terra”  in Bari; il dono delle fotografie scattate dallo spazio al Centro Tumori infantili di Bari; l’organizzazione di scambi  studenteschi; la realizzazione di un Festival di cortometraggi e documentari scientifici  realizzati da giovani talenti     emergenti. Tutte le iniziative in programma, ha affermato il Capo di gabinetto del Sindaco Antonella Rinella, godono del plauso e del favore dell’intera Amministrazione comunale.
[five-star-rating]

Aggiungi un commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Arte, cultura e spettacolo

noreka

ARS, tra cultura e divertimento

Francesco Tiberio4 dicembre 2018
stan-lee2

Muore Stan Lee, padre dei supereroi

Francesco Tiberio15 novembre 2018
Michele Pinto Wendie Webfest

Cinema e vino: eccellenze pugliesi al Wendie Webfest 2018 di Amburgo

Tiziana Di Gravina14 settembre 2018
Enzo Avitabile al Talos Festival

La musica dei popoli di Enzo Avitabile *Intervista*

Tiziana Di Gravina8 settembre 2018

Libri giganti sul porto di Trani con Fondazione Megamark

Tiziana Di Gravina23 agosto 2018
bgeek2018

Bgeek 2018: Il festival barese punta sempre più in alto

Francesco Tiberio13 giugno 2018
"In vino veritas"

“In vino veritas” riscopre il rapporto fra Dio, uomo e natura

Tiziana Di Gravina12 giugno 2018
Leonardo Alberto Moschetta al Bifest 2018

Leonardo Alberto Moschetta, da Andria alla “Napoli velata”

Tiziana Di Gravina1 maggio 2018
Bernardo Bertolucci

Bifest2018: la storia del cinema di Bernardo Bertolucci

Tiziana Di Gravina30 aprile 2018

Il primo magazine online di informazione regionale, nazionale ed estera, libero ed indipendente.

Testata registrata n. 1093/2011, reg. 16, Tribunale di Bari.

Direttore responsabile: Antonio Cesare Catacchio

Invia articoli

© 2009-2016 Il corriere delle Puglie - Edito da Associazione InformAEticamente - http://www.informaeticamente.it