Arte, cultura e spettacolo

L’editoria virtuosa, il libro e la lettura in Puglia

L’editoria virtuosa, il libro e la lettura in Puglia
Redazione

di Redazione
(da comunicato stampa del 20.02.2012 – Associazione Pugliese Editori)
Un grande fermento sta da diversi mesi caratterizzando il mondo del libro in Puglia e ne sono testimoni i numerosissimi festival (quasi uno in ogni comune) organizzati nella scorsa estate.
Da più parti viene, tuttavia, fortemente avvertito il bisogno di armonizzare le varie iniziative e i diversi interventi; è maturata infatti la consapevolezza del valore dei libri, della scrittura, della lettura e della necessità che le politiche pubbliche si muovano seguendo un disegno unitario che per ora non c’è, sia a livello normativo che programmatico.
Gli interventi risultano, infatti, spesso confusi e comportano un grande spreco di risorse non favorendo autenticamente la lettura e nemmeno la produzione che nasce sul territorio, ma solo quella legata ai grandi gruppi editoriali italiani.

Da diversi anni in Puglia si parla di una legge regionale che disciplini gli interventi in questo settore, ma nulla è stato mai deliberato in tal senso. Recentemente SEL si è fatta promotrice della proposta ‘Iniziative ed interventi regionali in favore della promozione del libro, della lettura e delle piccole e medie imprese editoriali della Puglia’, mentre il PD ha indetto gli ‘Stati Generali del libro e della lettura in Puglia’.
La proposta di SEL riprende una vecchia bozza già nota agli operatori del settore: tende a promuovere sia il mondo della lettura che quello della produzione ma con proposte obsolete e poco finalizzate.
La proposta del PD mira ad affrontare il problema dalla fine del processo: la lettura e i lettori, sottovalutando il punto di partenza ossia la produzione, la distribuzione e diffusione del libro.
L’Associazione Pugliese Editori, che rappresenta venticinque editori pugliesi e costituisce anche numericamente la principale organizzazione di associati del settore, fa notare che per nessuna delle due iniziative è stata invitata al tavolo di lavoro o a far parte di una commissione tecnica che esamini nei dettagli i problemi e prospetti soluzioni concrete, utili ad armonizzare la crescita del settore.

Certamente le case editrici non sono l’unico soggetto che opera nel mondo dei libri, ma ne sono i produttori: senza una buona editoria non ci saranno buoni libri da leggere e la promozione della lettura continuerà ad orientarsi quasi esclusivamente verso bestseller nazionali, senza valutare in modo adeguato la produzione nata nel territorio. Valorizzare l’eccellenza della produzione editoriale pugliese dovrebbe essere, invece, la prospettiva lungo la quale dovrebbero muoversi, con maggiore intensità, manifestazioni come il Mese della Memoria, Spiagge d’Autore e le molteplici iniziative promosse dai Presìdi del libro.
Certamente è opportuna e necessaria una legge regionale organica, ma deve tenere presente con chiarezza il quadro d’insieme del problema.
Il mondo del libro è costituito, sinteticamente, da tre grandi aree:
1) chi pubblica (autori ed editori);
2) chi distribuisce e fa conoscere i libri attraverso strutture imprenditoriali (promotori, distributori librari, librerie);
3) chi promuove la lettura come ente pubblico o da privato cittadino (scuole, biblioteche, associazioni culturali, fiere e festival).
Ognuna di queste grandi aree ha problematiche specifiche che andrebbero analizzate convocando non solo i rappresentanti più in vista delle varie realtà, ma anche i soggetti virtuosi, quelli che nel loro settore hanno sperimentato soluzioni positive contribuendo allo sviluppo del territorio.
Occorre pertanto migliorare gli interventi, eliminare i vincoli, creare un circolo virtuoso in cui iniziativa privata e intervento pubblico si possano sostenere a vicenda per una migliore crescita culturale e civile.
Il futuro dell’editoria pugliese è legato alla capacità di armonizzare le diverse esigenze e i diversi interessi in un quadro unitario e in una prospettiva che tenga conto dei grandi mutamenti in atto nel mondo del libro e nella società.

Aderiscono all’A.P.E.
Adda Editore, Bastogi Editrice Italiana, Salento Books (Besa – Controluce – Negroamaro), Cacucci Editore, Capone Editore,
CSA Editrice, Edizioni dal Sud, F.A.L. Vision Editore, Florestano Edizioni, Gelsorosso, Il Grillo Editore, Kurumuny,
Edizioni Giuseppe Laterza, Lupo Editore, Casa Editrice Mammeonline, Di Marsico Edizioni, Palomar, Pensa Multimedia,
Progedit, Editrice Rotas, Schena Editore, Secop Edizioni,
Stilo Editrice, Tholos Editrice, Tirsomedia

Visualizza Commenti (1)

1 Commento

  1. Pingback: Quali leggi promuovono editoria e lettura in Italia? | Tropico del Libro

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Arte, cultura e spettacolo

noreka

ARS, tra cultura e divertimento

Francesco Tiberio4 dicembre 2018
stan-lee2

Muore Stan Lee, padre dei supereroi

Francesco Tiberio15 novembre 2018
Michele Pinto Wendie Webfest

Cinema e vino: eccellenze pugliesi al Wendie Webfest 2018 di Amburgo

Tiziana Di Gravina14 settembre 2018
Enzo Avitabile al Talos Festival

La musica dei popoli di Enzo Avitabile *Intervista*

Tiziana Di Gravina8 settembre 2018

Libri giganti sul porto di Trani con Fondazione Megamark

Tiziana Di Gravina23 agosto 2018
bgeek2018

Bgeek 2018: Il festival barese punta sempre più in alto

Francesco Tiberio13 giugno 2018
"In vino veritas"

“In vino veritas” riscopre il rapporto fra Dio, uomo e natura

Tiziana Di Gravina12 giugno 2018
Leonardo Alberto Moschetta al Bifest 2018

Leonardo Alberto Moschetta, da Andria alla “Napoli velata”

Tiziana Di Gravina1 maggio 2018
Bernardo Bertolucci

Bifest2018: la storia del cinema di Bernardo Bertolucci

Tiziana Di Gravina30 aprile 2018

Il primo magazine online di informazione regionale, nazionale ed estera, libero ed indipendente.

Testata registrata n. 1093/2011, reg. 16, Tribunale di Bari.

Direttore responsabile: Antonio Cesare Catacchio

Invia articoli

© 2009-2016 Il corriere delle Puglie - Edito da Associazione InformAEticamente - http://www.informaeticamente.it