Cronaca

Convenienza low cost, Easyjet e AirOne: l’alternativa vincente

Questo articolo è stato visualizzato 4.785 volte. Leggi altri articoli di: Claudio Santovito.

Convenienza low cost, Easyjet e AirOne: l’alternativa vincente
Claudio Santovito

Continuiamo a parlare di compagniee aeree low-cost, parlando dell’inglese Easyjet. Fatta salva la possibilità di prenotare contemporaneamente al volo auto e hotel, anche in questo caso non compaiono subito le tasse, ma un abbastanza chiaro “a partire da”. Inoltre, risulta subito evidente come il pagamento con carta di debito (una prepagata, per esempio la Postepay) offre uno sconto di 6 euro rispetto all’acquisto con carta di credito: ma è uno sconto fittizio, perché il prezzo del biglietto è già maggiorato! Se poi ci si ripensa e si vuole cambiare nominativo di un biglietto, il costo ammonta a 42 euro se la procedura viene completata online, 48 se completata in aeroporto, con eventuale versamento della differenza del prezzo del biglietto.
Proseguendo, si arriva all’area bagagli: anche in questo caso il bagaglio a mano, senza limiti di peso, è gratuito, ma per imbarcare un bagaglio da stiva da 20 kg bisogna sborsare ben 39 euro (spesso, però, online viene offerto uno sconto del 50%). Inoltre, è possibile scegliere se acquistare l’assicurazione a fronte di 19,50 euro, se imbarcare attrezzatura sportiva (ben 30 euro per oggetto) e se ricorrere allo “Speed boarding”, cioè l’imbarco prioritario, che con 21,50 permette di salire per primi sull’aereo, scegliere il posto migliore e addirittura, ove previsto, beneficiare dei banchi check-in dedicati. A bordo, i servizi offerti sono più o meno gli stessi di Ryanair (a parte il Gratta&Vinci): una bottiglietta d’acqua, per esempio, costa 2 euro.

Presenti, inoltre, tariffe agevolate per acquisto di biglietti per treni, navette e pullman di collegamento tra l’aeroporto di destinazione e il centro più prossimo. Easyjet opera in Europa in 22 paesi diversi: spiccano Regno Unito con 19 destinazioni, 17 per l’Italia, 15 per la Francia e 12 per la Spagna, oltre a due rotte per l’Africa e a tre per l’Asia.

È arrivato il momento di parlare di Air One. Al momento della prenotazione, il sito permette di scegliere tra tre tariffe: go, smart e value, dalla più economica alla più cara. Ipotizzando si scegliere la prima, quindi la meno onerosa, il cambio del nominativo si attesta sui 70 euro, a cui bisogna aggiungere la differenza di prezzo tra il biglietto acquistato in precedenza e quello attuale; il cambio d’orario, invece, costa 50 euro. In ogni caso, con la tariffa go, il rimborso non è consentito. Oltre al bagaglio a mano da 8 kg, come sempre gratis, un bagaglio da stiva di 20 kg viene a costare 12 euro (gratis se si acquista la tariffa smart o value), mentre l’assicurazione 13 euro per un volo in Italia e 17 per un volo all’estero.
Al momento del check-in online, gratuito, è possibile non selezionare il posto, accettando di accomodarsi dove capita. Altrimenti, la scelta del posto offre tre possibilità: la “plus”, a soli 2 euro; la “relax”, che con 10 euro garantisce un maggiore spazio per le gambe e la “comfort” che, a fronte di 30 euro, garantisce il posto accanto libero. Attrezzature sportive e animali da compagnia costano 30 euro a tratta, mentre la notifica via sms un solo euro.
Al momento del conto, viene presentato un servizio di vendita pari a 7 euro a tratta; vi è una convenzione per il noleggio dell’auto con l’Avis, mentre non è previsto l’imbarco prioritario. A bordo, oltre alle solite mercanzie precedentemente enumerate, una bottiglia d’acqua da 33 cl costa 2 euro.
Può capitare, prenotando con Air One, di volare su un aeromobile con le insegne tricolori di Alitalia, o viceversa. Questo perché Air One è soggetta all’attività di direzione e coordinamento di Alitalia, Compagnia Aerea Italiana S.p.A., in quanto smart carrier. 29 le destinazioni della compagnia italiana, tra cui spiccano Tunisi e Istambul.

Visualizza Commenti (1)

1 Commento

  1. Pingback: easyJet, prove di futuro: droni, più sicurezza e meno carta | Il Corriere delle Puglie – NEWS

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cronaca
Claudio Santovito
@clasantovito

Scrittore, giornalista. Specializzato in aviazione civile e trasporto aereo, mi occupo anche di cultura, inchiesta, curiosità dal mondo. Ho pubblicato, nel 2011, il mio primo romanzo "Tempo da dimenticare - Giallo nella notte barese" (Sentieri Meridiani Edizioni). Comunicazione, giornalismo digitale e Twitter le frecce nel mio arco. Ho un blog dedicato all'aviazione, "Notizie dal cielo". Rispondo io, a tutti, sempre. www.claudiosantovito.it - Twitter: @ClaSantovito

Altro in Cronaca

Marilù Mastrogiovanni

Sequestro preventivo per il magazine “Il tacco d’Italia”

Tiziana Di Gravina12 dicembre 2017
caduceo

Caduceo d’Oro 2017: il Welfare negli anni della crisi

Mariangela Lomastro16 novembre 2017
arrestospada

Roberto Spada arrestato dopo l’aggressione alla troupe di Nemo

Francesco Tiberio13 novembre 2017
Valentino Lo Sito al consiglio nazionale dei giornalisti

Ordine dei Giornalisti: Losito eletto consigliere nazionale

Daniele D'Amico25 settembre 2017
sanremo

Sanremo 2017, trovato morto Piero Petrullo

Mariangela Lomastro8 febbraio 2017
magistrati-anm

Si apre l’anno giudiziario. L’Anm non ci sta e diserta

Francesco Tiberio27 gennaio 2017
natale

Natale 2016: Tra mercatini e vandalismo

Francesco Tiberio19 dicembre 2016
bolkestein

La direttiva Bolkestein e il commercio su aree pubbliche

Francesco Tiberio6 dicembre 2016
world press photo

World Press Photo: “la più importante mostra di fotogiornalismo del mondo”, a Bari, ma i giornalisti non sono graditi ospiti.

Redazione19 novembre 2016

Il primo magazine online di informazione regionale, nazionale ed estera, libero ed indipendente.

Testata registrata n. 1093/2011, reg. 16, Tribunale di Bari.

Direttore responsabile: Antonio Cesare Catacchio

Invia articoli

© 2009-2016 Il corriere delle Puglie - Edito da Associazione InformAEticamente - http://www.informaeticamente.it