Arte, cultura e spettacolo

45^ Marcia per la Pace: Capodanno alternativo per Lecce

45^ Marcia per la Pace: Capodanno alternativo per Lecce
Antonio Catacchio

di Antonio Catacchio
Il 2012 si concluderà in modo alternativo a Lecce, sotto il segno della pace. Si terrà domani, 31 dicembre 2012, la 45esima Marcia nazionale per la pace, organizzata dalla Conferenza Episcopale Italiana, dall’Arcidiocesi di Lecce, dall’Azione Cattolica Italiana, dalla Caritas, dal Pax Christi, e patrocinata dal Comune. Lecce ospita l’evento per la seconda volta nella sua storia, dopo l’esperienza del 1995. I partecipanti si vedranno coinvolti in un capodanno alternativo, solidale, fraterno, che prevede al termine della marcia un semplice momento conviviale, proprio a ridosso della mezzanotte.

Il programma riporta un percorso di circa tre chilometri, che partirà dalla Parrocchia di Santa Maria delle Grazie in Santa Rosa e si concluderà in Cattedrale, dove è prevista la santa messa alle ore 22.30, presieduta dall’Arcivescovo di Lecce Domenico Umberto D’Ambrosio e sarà trasmessa in diretta nazionale su Tv2000. Al termine della messa, nel cortile  dell’antico seminario di Piazza Duomo, spumante e panettone andranno a coronare lo scoccare della mezzanotte, all’insegna della semplicità. Le oblazioni volontarie raccolte durante l’offertorio saranno devolute in favore dei detenuti della casa circondariale Borgo San Nicola di Lecce.
Il programma prevede l’accoglienza dei partecipanti a partire dalle ore 17 presso la parrocchia. Alle 17.30, avrà inizio la preghiera per l’ecumenismo, con la partecipazione di rappresentati ortodossi ed evangelici e dell’arcivescovo Giancarlo Maria Bregantini, presidente della commissione episcopale per i problemi sociali e il lavoro, la giustizia e la pace. Alle 18.15 partirà il cammino, per giungere in piazza Ludovico Ariosto dove è previsto il “Momento d’annuncio: Annunciare il vangelo della pace”, presieduto dal vescovo di Pavia, Giovanni Giudici, presidente di Pax Christi. All’interno, anche la testimonianza su don Tonino Bello del vescovo emerito di Ivrea, Luigi Bettazzi, già presidente di Pax Christi Italia. La marcia ripartirà verso Piazza Mazzini, dove alle 19.30 circa ci sarà il “Momento della denuncia: Stili di vita, sobrietà e carità”, presieduto dall’arcivescovo Giuseppe Merisi, presidente della Caritas Italiana. La “Testimonianza sui conflitti dimenticati” sarà affidata a Paolo Beccegato, di Caritas Italiana. Quindi ci si dirigerà nel cuore della città, verso piazza S. Oronzo, dove alle 20.15 è previsto il “Momento della rinuncia: Educare alla pace”, presieduto dal vescovo Domenico Sigalini, assistente generale dell’Azione Cattolica Italiana. La “Testimonianza sulla partecipazione dei laici” è affidata a Ilaria Quarta, vicepresidente diocesano dell’Azione cattolica di Lecce e responsabile del settore giovani.

Nell’anno della fede, nel cinquantennale del Concilio Ecumenico Vaticano II, l’iniziativa rappresenta un’opportunità in più per condividere “le molteplici opere di pace, di cui è ricco il mondo che – come spiega Papa Benedetto XVI nel suo messaggio – testimoniano l’innata vocazione dell’umanità alla pace”.

Aggiungi un commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Arte, cultura e spettacolo
Antonio Catacchio
@tonykataklios

Nato a Bari nel freddo gennaio del 1979, non ha intrapreso esclusivamente l'Università della vita, come molti oggi vanno orgogliosamente sostenendo. Oltre a quella infatti si è anche laureato in giurisprudenza presso l'Università degli studi di Bari nel 2009 con una tesi in diritto penale dal titolo "La frode informatica". Dopo aver sostenuto gli scritti per l'esame di avvocato nel dicembre 2011, si inerpica come un dedalo, nella realizzazione di un magazine online iniziando a studiare SEO, SEM e aprendo account online su social media d'ogni genere per iniziare a carpirne funzionamento ed evoluzioni. Tra un lavoro occasionale ed un altro a tempo determinato, dirige e conduce gli aspetti organizzativi del progetto corrieredellepuglie.com, di cui è il maggiore artefice. Nel 2013 fonda insieme a Claudio Santovito, Roberto Loizzo e Teresa Manuzzi l'Associazione InformAEticaMente.it, editrice del corrieredellepuglie.com.

Altro in Arte, cultura e spettacolo

noreka

ARS, tra cultura e divertimento

Francesco Tiberio4 dicembre 2018
stan-lee2

Muore Stan Lee, padre dei supereroi

Francesco Tiberio15 novembre 2018
Michele Pinto Wendie Webfest

Cinema e vino: eccellenze pugliesi al Wendie Webfest 2018 di Amburgo

Tiziana Di Gravina14 settembre 2018
Enzo Avitabile al Talos Festival

La musica dei popoli di Enzo Avitabile *Intervista*

Tiziana Di Gravina8 settembre 2018

Libri giganti sul porto di Trani con Fondazione Megamark

Tiziana Di Gravina23 agosto 2018
bgeek2018

Bgeek 2018: Il festival barese punta sempre più in alto

Francesco Tiberio13 giugno 2018
"In vino veritas"

“In vino veritas” riscopre il rapporto fra Dio, uomo e natura

Tiziana Di Gravina12 giugno 2018
Leonardo Alberto Moschetta al Bifest 2018

Leonardo Alberto Moschetta, da Andria alla “Napoli velata”

Tiziana Di Gravina1 maggio 2018
Bernardo Bertolucci

Bifest2018: la storia del cinema di Bernardo Bertolucci

Tiziana Di Gravina30 aprile 2018

Il primo magazine online di informazione regionale, nazionale ed estera, libero ed indipendente.

Testata registrata n. 1093/2011, reg. 16, Tribunale di Bari.

Direttore responsabile: Antonio Cesare Catacchio

Invia articoli

© 2009-2016 Il corriere delle Puglie - Edito da Associazione InformAEticamente - http://www.informaeticamente.it