Arte, cultura e spettacolo

Nella città lagunare per Tiziano, le arti, e non solo…

Nella città lagunare per Tiziano, le arti, e non solo…
Redazione

di Redazione
È il trionfo del colore, quello dei tramonti, delle case di Burano, ancora delle tele di Tiziano, che a Venezia, lui cadorino d’origine, passò l’intera sua vita, cambiando la storia della pittura italiana. Nella città lagunare l’incontro con le opere del maestro è una tappa inevitabile se volete davvero conoscere la Venezia del sentimento, del colore intenso, che spicca nei costumi di uno dei carnevali più belli al mondo e prende vita nei dipinti di Tiziano, che non raramente, in maniera avanguardistica, amava stenderli con le dita, anticipando di molti secoli una prassi che sarà poi consolidata solo dagli impressionisti francesi, Monet su tutti.

In città tante sono le opere del pittore che potete ammira, a Palazzo Ducale, al Museo Correr, ancora e soprattutto alla Galleria dell’Accademia, ma una visita sensazionale e da non perdere, prendendo l’occasione così anche per raggiungerla facendo due passi, è la Santa Maria dei Frari, elevata a basilica minore della città al principio del Novecento da Papa Pio XI. La chiesa è un vero scrigno di capolavori di Giovanni Bellini, Alvise Vivarini, Paolo Veronese (solo per fare degli esempi), fino al sepolcro scolpito per Antonio Canova, che gli allievi realizzarono su un’idea che lo stesso maestro aveva pensato per un monumento a Tiziano, che riposa nella medesima chiesa. E solo qui poteva essere sepolto il pittore, nella chiesa dove all’inizio della sua carriera aveva lasciato un dipinto come l’Assunzione della Vergine, un trionfo di movimento e colori intensi, di ori e rossi, per la salita della madre alla destra del figlio.

Ancora in città tante sono le chiese, o i musei da vedere, e non potrà mancare una passeggiata, magari la mattina presto quando non è invasa dal flash dei turisti, in Piazza San Marco, quello che una volta era il cuore pulsante della città, e che nello stesso posto presenta sia il centro religioso che quello politico: Palazzo Ducale e la Basilica di San Marco. La piazza è in effetti sintesi delle tante anime della città, che fu crocevia di culture, e non casualmente parla un linguaggio che è insieme bizantino, arabo e italiano. Ma Venezia va scoperta passeggiando, e peregrinando tra le varie isole, come consiglia questa piccola guida della città, scritta in occasione di una tappa del World Tour Poker, da poco passato in città.

Per chi non lo sapesse a Venezia c’è infatti uno dei casinò più belli e aristocratici d’Europa, quello di Ca’ Vendramin Calergi. Proprio nella città lagunare nel 1638 fu inaugurata la prima casa da gioco al mondo il “Ridotto del Moisé”, la città è infatti da secoli il luogo di feste e divertimento, che nell’immaginario collettivo è da sempre associato al Carnevale, ma questo è solo una delle tante iniziative che la città offre al visitatore durante tutto il corso dell’anno.

Aggiungi un commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Arte, cultura e spettacolo

noreka

ARS, tra cultura e divertimento

Francesco Tiberio4 dicembre 2018
stan-lee2

Muore Stan Lee, padre dei supereroi

Francesco Tiberio15 novembre 2018
Michele Pinto Wendie Webfest

Cinema e vino: eccellenze pugliesi al Wendie Webfest 2018 di Amburgo

Tiziana Di Gravina14 settembre 2018
Enzo Avitabile al Talos Festival

La musica dei popoli di Enzo Avitabile *Intervista*

Tiziana Di Gravina8 settembre 2018

Libri giganti sul porto di Trani con Fondazione Megamark

Tiziana Di Gravina23 agosto 2018
bgeek2018

Bgeek 2018: Il festival barese punta sempre più in alto

Francesco Tiberio13 giugno 2018
"In vino veritas"

“In vino veritas” riscopre il rapporto fra Dio, uomo e natura

Tiziana Di Gravina12 giugno 2018
Leonardo Alberto Moschetta al Bifest 2018

Leonardo Alberto Moschetta, da Andria alla “Napoli velata”

Tiziana Di Gravina1 maggio 2018
Bernardo Bertolucci

Bifest2018: la storia del cinema di Bernardo Bertolucci

Tiziana Di Gravina30 aprile 2018

Il primo magazine online di informazione regionale, nazionale ed estera, libero ed indipendente.

Testata registrata n. 1093/2011, reg. 16, Tribunale di Bari.

Direttore responsabile: Antonio Cesare Catacchio

Invia articoli

© 2009-2016 Il corriere delle Puglie - Edito da Associazione InformAEticamente - http://www.informaeticamente.it