Relazioni & benessere

Meduse in aumento nel Mediterraneo. Le cause, come difendersi e i rimedi in caso di contatto

Meduse in aumento nel Mediterraneo. Le cause, come difendersi e i rimedi in caso di contatto
Mariangela Lomastro

medusadi Mariangela Lomastro
Le meduse aumentano di giorno in giorno e la causa paiono essere legate allo spopolamento delle acque del Mar Mediterraneo, dovuto non solo all’eccessiva pesca ittica, che ha ridotto drasticamente il numero dei maggiori predatori delle meduse, ma anche all’inquinamento ed ai cambiamenti del clima, altamente favorevoli alla proliferazione della specie.
Sembrerebbe che le meduse siano diffuse in tutto il Mediterraneo, dalla Liguria, alla Sicilia e Sardegna: fortunatamente le specie diffuse sul nostro territorio non sono troppo pericolose e difficilmente causano lo shock anafilattico, ma provocano ugualmente degli effetti spiacevoli.
Quando si è punti si verifica una reazione infiammatoria locale che dà bruciore e dolore, la pelle si arrossa e compaiono piccole rilevatezze dette pomfi, ma dopo circa 20 minuti la sensazione di bruciore si esaurisce e resta la sensazione di prurito. Il grado di dolore-bruciore varia a seconda delle aree colpite e diventa insopportabile in caso sia colpita più del 50% della superficie corporea.

In commercio esistono diversi prodotti che prevengono il contatto della medusa: essi sono composti da plancton, magnesio, silicone, calcio e glicosamminoglicani; non necessitano di ricetta e sono disponibili in formato spray, crema o gel. Il silicone crea una protezione sulla pelle, mentre le altre sostanze tengono lontane le meduse: in caso di contatto, limiteranno comunque le infiammazioni.
Se si viene in contatto di una medusa, l’importante è non mettere aceto o ammoniaca, ma soltanto bicarbonato per disinfettare. Però prima di fare ciò è bene sciacquarsi con l’acqua marina e, in seguito, usare dell’acqua calda e solo dopo il ghiaccio: quest’ultimo allevierà solo il dolore, infatti non diminuirà l’infiammazione causata dal contatto, poiché non si tratta di una combustione. In commercio esistono anche dei prodotti da applicare sul punto in cui la medusa ha toccato la pelle.

Aggiungi un commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Relazioni & benessere

zalone

Checco Zalone per la ricerca contro la SMA

Francesco Tiberio28 settembre 2016

Salute e benessere: l’importanza del Testosterone

Daniele D'Amico2 agosto 2016
Farmaci innovativi cancro

I farmaci innovativi e la lotta contro il cancro

Mariangela Lomastro3 giugno 2016

E se smettessi di fumare?

Sabrina Nicoletti10 maggio 2016
Puglia

Puglia: Va di moda il matrimonio vip, contagiati anche i politici

Daniele D'Amico10 marzo 2016

APeRI LE DANZE

Antonio Catacchio21 dicembre 2015

Cibo e amore? Una relazione inscindibile

Francesca Cataldo18 settembre 2015

Simulatori di vita sociale: costruirsi una seconda vita

Ricky Violante3 settembre 2015

Facebook e il live streaming

Daniele D'Amico31 agosto 2015

Il primo magazine online di informazione regionale, nazionale ed estera, libero ed indipendente.

Testata registrata n. 1093/2011, reg. 16, Tribunale di Bari.

Direttore responsabile: Antonio Cesare Catacchio

Invia articoli

© 2009-2016 Il corriere delle Puglie - Edito da Associazione InformAEticamente - http://www.informaeticamente.it