Costume & Società

Sanità, ecco tutti i tagli previsti alla spesa pubblica

Sanità, ecco tutti i tagli previsti alla spesa pubblica
Mariangela Lomastro

di Mariangela Lomastro
Il servizio sanitario inizia a subire i danni della pesante crisi economica e della necessità di procedere con ulteriori tagli alla spesa pubblica. A ritornare sull’argomento è Beatrice Lorenzin, ministro della Sanità, che sottolinea le pecche di un sistema sanitario, basato sui ticket, che non funziona più.
Secondo le previsioni del ministro Lorenzin, la soluzione non arriverà con tagli lineari, come accaduto in passato. La stessa, infatti, ha annunciato di aver ottenuto dal ministro dell’economia, Fabrizio Saccomanni, la certezza della copertura economica di 2 miliardi di euro proprio per i ticket sanitari. Il settore del servizio sanitario, secondo il ministro, ha ampi spazi di azione per poter operare tagli alla spesa e portare un risparmio di almeno 10 miliardi di euro.

La Lorenzin intende partire intervenendo sul metodo di calcolo delle esenzioni. Ci sono regioni italiane dove questo metodo di calcolo è legato all’Irpef e concede al 70% della popolazione il diritto all’esenzione. Il risultato è che chi paga il ticket si trova a dover sostenere maggiori spese per compensare.
Secondo il ministro, quindi, la prima mossa sarà quella di affiancare le esenzioni alla dichiarazione ISEE, sulla quale sarà annotato il numero di figli a carico.

Verranno rivisti anche i tempi di ospedalizzazione, accorciando la degenza in ospedale per particolari patologie e riducendo i costi di gestione ancora troppo elevati. Si procederà ad un maggiore utilizzo e potenziamento dei servizi domiciliari e dei medici di famiglia, che assumeranno probabilmente una disponibilità di 24 ore su 24.
Con l’introduzione del canale telematico nel settore sanitario, poi, si potrebbe generare un risparmio impensabile. Anagrafe dei pazienti, ricette elettroniche, fascicoli basati sulle tecnologie informatiche, tutti i sistemi di digitalizzazione che rientrano sotto la e-health, potrebbero far risparmiare allo Stato ben 12 miliardi di euro.
Nei prossimi giorni è previsto un incontro tra i ministri Lorenzin e Saccomanni, per stabilire un piano di operatività che possa partire proprio da questi spazi di intervento, senza ricorrere a tagli indiscriminati.

Aggiungi un commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Costume & Società

Export(Are) bellezza: il modello Puglia nel mondo

Daniele D'Amico27 aprile 2017
Puglia, una meraviglia da scoprire

Puglia, lo spettacolo è ovunque: comunicazione e innovazione

Daniele D'Amico21 aprile 2017
Sanremo: Caterina Balivo contro Diletta Leotta

Sanremo, caso Leotta – Balivo: l’abbigliamento non giustifica violenze e insulti

Daniele D'Amico8 febbraio 2017
padre pio

Padre Pio e le celebrità

Francesco Tiberio23 settembre 2016

Puglia: turismo in forte crescita, anche grazie ai social

Daniele D'Amico14 settembre 2016
Mongolia

La Mongolia di Gengis Khan

Francesco Tiberio2 agosto 2016
Irina Shayk

Irina Shayk baciata dal sole della Puglia

Maria Teresa Trivisano1 agosto 2016
Nessuno Tocchi Abele

Nessuno Tocchi Abele

Antonio Catacchio18 giugno 2016
brindisi

Il brindisi nei Secoli

Francesco Tiberio20 maggio 2016

Il primo magazine online di informazione regionale, nazionale ed estera, libero ed indipendente.

Testata registrata n. 1093/2011, reg. 16, Tribunale di Bari.

Direttore responsabile: Antonio Cesare Catacchio

Invia articoli

© 2009-2016 Il corriere delle Puglie - Edito da Associazione InformAEticamente - http://www.informaeticamente.it