Cronaca

Fukushima, rischio contaminazione dell’oceano

Fukushima, rischio contaminazione dell’oceano
Mariangela Lomastro

fukudi Mariangela Lomastro
Secondo quanto riferisce l’autorità giapponese per l’energia nucleare, dalla centrale di Fukushima – Daiichi si stanno sversando nell’oceano grandi quantità di acque radioattive dalla rottura di una barriera sotterranea. Il rischio che questa perdita raggiunga la superficie ha messo in allarme l’agenzia che punta il dito contro la TEPCO (Tokyo Electric Power Co) che avrebbe sottovalutato la situazione e che non è in grado di gestire questa emergenza.
Solo a fine luglio la TEPCO ha ammesso la perdita a causa dell’evidente concentrazione elevata di elementi radioattivi nelle acque. Dalla data del devastante terremoto del 2011, con il conseguente tsunami che si è generato, la TEPCO utilizza 400 tonnellate d’acqua al giorno per raffreddare il reattore numero uno. Il liquido, però, si contamina rapidamente, venendo quindi stoccato in 1000 enormi serbatoi presenti nei pressi dell’impianto e, per proteggerli, la TEPCO ha iniettato nel sottosuolo delle sostanze che dovevano indurire il terreno, ma questa barriera di contenimento opera solo dagli 1,8 metri in giù lasciando che la fuoriuscita si propaghi dalle zone meno profonde del sottosuolo.

Quello che allarma le autorità è la possibilità che questi contaminanti nucleari possano raggiungere la superficie dell’oceano che potrebbe avvenire nell’arco di tre settimane. I danni che questo sversamento potrebbe causare nell’ecosistema marino non sono ancora valutabili con certezza ma il portavoce dell’Agenzia per la protezione ambientale degli Stati Uniti, David Yigi, riferisce che, qualunque fosse l’entità della perdita, avrebbe poca rilevanza per le coste americane.
L’Autorità giapponese per l’energia, comunque, ritiene che si debbano prendere subito adeguati provvedimenti per evitare questo rischio mentre la TEPCO fa sapere che entro la fine della settimana si munirà di pompe per estrarre 100 tonnellate di acqua al giorno. Il problema però è che i serbatoi già esistenti sono pieni per l’80% della capienza e pare che la TEPCO non abbia intenzione di costruirne di nuovi.

Aggiungi un commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Cronaca

Marilù Mastrogiovanni

Sequestro preventivo per il magazine “Il tacco d’Italia”

Tiziana Di Gravina12 dicembre 2017
caduceo

Caduceo d’Oro 2017: il Welfare negli anni della crisi

Mariangela Lomastro16 novembre 2017
arrestospada

Roberto Spada arrestato dopo l’aggressione alla troupe di Nemo

Francesco Tiberio13 novembre 2017
Valentino Lo Sito al consiglio nazionale dei giornalisti

Ordine dei Giornalisti: Losito eletto consigliere nazionale

Daniele D'Amico25 settembre 2017
sanremo

Sanremo 2017, trovato morto Piero Petrullo

Mariangela Lomastro8 febbraio 2017
magistrati-anm

Si apre l’anno giudiziario. L’Anm non ci sta e diserta

Francesco Tiberio27 gennaio 2017
natale

Natale 2016: Tra mercatini e vandalismo

Francesco Tiberio19 dicembre 2016
bolkestein

La direttiva Bolkestein e il commercio su aree pubbliche

Francesco Tiberio6 dicembre 2016
world press photo

World Press Photo: “la più importante mostra di fotogiornalismo del mondo”, a Bari, ma i giornalisti non sono graditi ospiti.

Redazione19 novembre 2016

Il primo magazine online di informazione regionale, nazionale ed estera, libero ed indipendente.

Testata registrata n. 1093/2011, reg. 16, Tribunale di Bari.

Direttore responsabile: Antonio Cesare Catacchio

Invia articoli

© 2009-2016 Il corriere delle Puglie - Edito da Associazione InformAEticamente - http://www.informaeticamente.it