Costume & Società

Italia, paese di navigatori? Non sul web!

Italia, paese di navigatori? Non sul web!
Claudio Santovito

di Claudio Santovito
Storicamente l’Italia porta con sé la nomea di “paese di poeti, navigatori e santi”: d’altronde è quanto recita la frase impressa sulla facciata del Palazzo della Civiltà Italiana sito a Roma Eur (“Un popolo di poeti di artisti di eroi di santi di pensatori di scienziati di navigatori di trasmigratori”).
Schettino a parte, saremo anche dei grandi navigatori, ma solo nelle acque: sì, perché quanto alla navigazione internet siamo messi male. È quanto emerge dalla Relazione annuale 2013 di Agcom, Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, secondo cui “l’Italia è al quarto posto in Europa nella non invidiabile classifica del numero di individui che non ha mai avuto accesso a Internet” (37,2% contro una media EU27 di 22,4%).
Qualche settimana fa, Angelo Marcello Cardani, presidente di Agcom, relazionando al Parlamento questo studio, ha dichiarato che “siamo anche il Paese in Europa in cui gli internauti hanno la più alta frequenza di accesso (91%, mentre la media europea si attesta al 79%). Trentotto milioni di italiani dichiarano di accedere ad Internet da qualunque luogo e device”.
Sembra che Internet sia una risorsa elitaria, dove chi la possiede la sfrutta appieno e chi non ne beneficia rimane al palo.

Ma c’è un altro dato preoccupante e questa volta proviene dall’Ocse (Organizzazione per la Cooperazione e lo sviluppo economico): nello studio intitolato Employment outlook, l’Organizzazione ha calcolato che, su base 2012, il 52,9% dei giovani italiani under 25 ha una posizione lavorativa instabile (eufemismo per non dire che è disoccupato). Di questi, sono più le donne a essere a spasso (37,5%), rispetto agli uomini (33,7%).
Sembrano due dati avulsi, in realtà sono strettamente connessi tra loro: da un lato, il mancato accesso al mondo del lavoro inibisce l’uso di Internet; dall’altro, c’è una sorta di trascuratezza (reticenza? Inibizione?) nell’accesso a Internet sia per ricercare lavoro che per avviare un business, visto che le risorse che mette a disposizione la rete sono praticamente sconfinate, basta saperle analizzare.
Così come basta sapere analizzare una statistica presente nella Relazione Agcom, in cui si evince che i primi tre siti visualizzati in Italia sono rispettivamente Google, Facebook e YouTube. Interessanti, di questi tre portali, i tempi di permanenza per singolo utente: rispettivamente, un’ora e 46 minuti, 7 ore e 12 (!) e un’ora e 12. Praticamente in linea Repubblica e Corsera, rispettivamente all’undicesimo e quindicesimo posto, con tempi di permanenza inferiori alle mezz’ora.
Viene da pensare, perciò, che il 37,2% di italiani che non hanno mai avuto accesso a Internet non si sono persi granché. Almeno per il momento.

Aggiungi un commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Costume & Società
Claudio Santovito
@clasantovito

Scrittore, giornalista. Specializzato in aviazione civile e trasporto aereo, mi occupo anche di cultura, inchiesta, curiosità dal mondo. Ho pubblicato, nel 2011, il mio primo romanzo "Tempo da dimenticare - Giallo nella notte barese" (Sentieri Meridiani Edizioni). Comunicazione, giornalismo digitale e Twitter le frecce nel mio arco. Ho un blog dedicato all'aviazione, "Notizie dal cielo". Rispondo io, a tutti, sempre. www.claudiosantovito.it - Twitter: @ClaSantovito

Altro in Costume & Società

Export(Are) bellezza: il modello Puglia nel mondo

Daniele D'Amico27 aprile 2017
Puglia, una meraviglia da scoprire

Puglia, lo spettacolo è ovunque: comunicazione e innovazione

Daniele D'Amico21 aprile 2017
Sanremo: Caterina Balivo contro Diletta Leotta

Sanremo, caso Leotta – Balivo: l’abbigliamento non giustifica violenze e insulti

Daniele D'Amico8 febbraio 2017
padre pio

Padre Pio e le celebrità

Francesco Tiberio23 settembre 2016

Puglia: turismo in forte crescita, anche grazie ai social

Daniele D'Amico14 settembre 2016
Mongolia

La Mongolia di Gengis Khan

Francesco Tiberio2 agosto 2016
Irina Shayk

Irina Shayk baciata dal sole della Puglia

Maria Teresa Trivisano1 agosto 2016
Nessuno Tocchi Abele

Nessuno Tocchi Abele

Antonio Catacchio18 giugno 2016
brindisi

Il brindisi nei Secoli

Francesco Tiberio20 maggio 2016

Il primo magazine online di informazione regionale, nazionale ed estera, libero ed indipendente.

Testata registrata n. 1093/2011, reg. 16, Tribunale di Bari.

Direttore responsabile: Antonio Cesare Catacchio

Invia articoli

© 2009-2016 Il corriere delle Puglie - Edito da Associazione InformAEticamente - http://www.informaeticamente.it