Scienza & Tecnica

Edoardo Amaldi: tra Fisica e morale

Edoardo Amaldi: tra Fisica e morale

di Teresa Manuzzi
Oggi, 5 settembre, ricorre l’anniversario della nascita di uno dei più importanti fisici italiani: Edoardo Amaldi. Amaldi è stato uno degli uomini che ha contribuito maggiormanete all’affermazione della Fisica italiana nel mondo. Nato nel 1908, a Carpaneto Piacentino (PC), diventa allievo di Enrico Fermi. Amaldi, durante la sua giovinezza, insieme a Oscar D’Agostino, Emilio Segrè, Franco Rasetti e allo stesso Fermi, costituisce un gruppo di lavoro chiamato “i ragazzi di via Panisperna”, la dedizione e l’affiatamento del gruppo è tale che gli studi e le ricerche sulla “fisica dei nuclei” e sulla radioattività cominciano ad avere risonanza internazionale. Grazie proprio a questo gruppo di ricerca Enrico Fermi verrà insignito del Nobel per la fisica nel 1938.

Nel medesimo anno, in Italia, vengono promulgate le “leggi razziali”, Fermi è quindi costretto a lasciare il nostro Paese per tutelare la moglie ebrea, da un anno Edoardo Amaldi insegna Fisica sperimentale presso “La Sapienza” di Roma. Amaldi, dopo la partenza di Fermi, si ritrova solo, ma non si perde d’animo: contatta le eccellenze della fisica italiana e immagina progetti di ricerca da portare avanti in comune con altri fisici. Da questa intuizione nascerà l’INFN (Istituto Nazionale di Fisica Nucleare). L’approccio collaborativo alla ricerca, appreso durante l’esperienza di Via Panisperna, lo porta a contattare e le menti migliori della scienza italiana ed europea per dar loro la possibilità di fare ricerca in uno stesso luogo. Si spende quindi in prima persona per la creazione del CERN (Centro Europeo di Ricerche Nucleari) di Ginevra e l’Agenzia Spaziale Europea.

Si tratta di passi importanti che sanciscono la voglia di trasformare gli stati europei in un luogo di pace e di progresso. Affermare questi concetti dopo la Seconda Guerra Monidiale con i Paesi in ginocchio è prova di immaginazione e lungimiranza. Amaldi è un uomo che sente, dentro di sé, una forte coscienza civile, per questo motivo aderisce a “Pugwash”, movimento per il disarmo nucleare e crea, con Carlo Schaerf, ISODRACO (International School on Disarmament and Research on Conflicts), un osservatorio internazionale sui conflitti, di cui fu presidente fino al 5 dicembre 1989, giorno della sua morte.

Aggiungi un commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Scienza & Tecnica

fbcambridgeanalytica

Cos’è successo tra Facebook e Cambridge Analitica?

Francesco Tiberio23 marzo 2018
AndroidP

Android 9 Pistacchio: il nuovo sistema operativo di Google

Francesco Tiberio17 febbraio 2018
net-neutrality-protest

Cos’è la Net neutrality e cosa significa per l’Italia?

Francesco Tiberio18 dicembre 2017
iphone8

iPhone 8: il più costoso di tutti i tempi?

Francesco Tiberio5 settembre 2017
group

Facebook Groups va in pensione

Francesco Tiberio7 agosto 2017
Wannacry_Hacker

L’epidemia WannaCry è terminata veramente?

Francesco Tiberio17 maggio 2017
cervello

Facebook ci leggerà nel pensiero?

Francesco Tiberio22 aprile 2017
whatsapp

Whatsapp infestata dalla pubblicità?

Francesco Tiberio15 marzo 2017
fb-snap

Facebook rincorre Snapchat e nasce “Camera”

Francesco Tiberio17 febbraio 2017

Il primo magazine online di informazione regionale, nazionale ed estera, libero ed indipendente.

Testata registrata n. 1093/2011, reg. 16, Tribunale di Bari.

Direttore responsabile: Antonio Cesare Catacchio

Invia articoli

© 2009-2016 Il corriere delle Puglie - Edito da Associazione InformAEticamente - http://www.informaeticamente.it