Arte, cultura e spettacolo

Londra, il battesimo del Royal Baby

Londra, il battesimo del Royal Baby

di Francesca Cataldo
Si è tenuta ieri, 23 ottobre 2013, la cerimonia del battesimo del principino George Alexander Louis, figlio di Kate Middleton e William. Il piccolo George ha fatto la sua seconda uscita pubblica da quando era stato presentato al pubblico il giorno dopo la nascita, il 22 luglio scorso. Il futuro re ha indossato un vestitino tradizionale bianco, una replica di quello di raso e pizzo cucito per la figlia maggiore della regina Vittoria nel 1841 e poi indossato da 60 neonati reali. In bianco anche la mamma Kate che ha indossato un elegantissimo vestito chiaro con un cappellino d’ordinanza. La cerimonia, che si è svolta nella Cappella reale di St James’s Palace, ha fatto scatenare le polemiche riguardo la scelta dei padrini. Pippa Middleton e Harry sono stati esclusi dalla rosa dei padrini.

Poco prima del battesimo, William e Kate hanno reso noti i nomi dei sette padrini, tutti scelti tra gli amici della coppia reale. Si tratta di Oliver Baker, un amico della St. Andrew University, di Emilia Jardine-Paterson, che ha frequentato l’esclusivo Marlborough College con Kate, Earl Grosvenor, figlio del duca di Westminster, Jamie Lowther-Pinkerton, l’ex segretario privato della coppia, Julia Samuel, amica intima della principessa Diana, Zara Phillips, cugina di William, e William van Cutsem, amico del principe. Il royal baby, come la tradizione vuole quando si tratta di un futuro erede al trono, è stato battezzato con l’acqua del fiume Giordano. La tradizione è stata rispettata sia per quanto riguarda l’abbigliamento del piccolo sia per la torta che sarà servita durante il ricevimento. Una tradizione particolare questa, in quanto dopo la cerimonia è stata servita una parte della torta di nozze dei genitori. Si tramanda infatti, che l’ultimo piano della torta debba essere conservato proprio per la festa del battesimo del primo nato. Pochi mesi dopo il matrimonio di Kate e William, il Daily Mail aveva rivelato che la coppia reale britannica aveva messo da parte l’ultimo degli otto piani della torta. Una notizia che ai royal watchers era sembrato un segnale certo dell’intenzione di voler avere presto un figlio. Ora che sono passati più di due anni dal matrimonio, da quel 29 aprile 2011, molti non si spiegano come si possa essere conservata la torta. Il dolce, che è stato servito durante il tè privato, offerto dal nonno del principino, il principe Carlo, e dalla moglie Camilla dopo la cerimonia, è un fruitcake, ovvero una sorta di plumcake con frutta secca e candita, ricoperto di glassa e decorato dalla “cake designer” Fiona Cairns.

Il duca e la duchessa di Cambridge hanno organizzato l’evento nella maniera più sobria e riservata possibile. Gli invitati sono solo 60 persone. Fra loro vi sono la regina Elisabetta e il consorte Filippo, il principe Carlo e il fratello di William, Harry insieme alla fidanzata Cressida Bonas e la famiglia di Kate. Il “royal fotografo” è Jason Bell che ha avuto l’onore di scattare una rara immagine con la regina e i suoi tre diretti eredi al trono: il principe Carlo, il principe William e il principe George. La cerimonia del battesimo non si è svolta a Buckingham Palace ma nella cappella di St. James Palace. La scelta inusuale potrebbe essere legata al significato particolare che riveste questo luogo per William dato che è in questa cappella che fu posta la bara di sua madre Diana alla vigilia del funerale.

Aggiungi un commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Arte, cultura e spettacolo

noreka

ARS, tra cultura e divertimento

Francesco Tiberio4 dicembre 2018
stan-lee2

Muore Stan Lee, padre dei supereroi

Francesco Tiberio15 novembre 2018
Michele Pinto Wendie Webfest

Cinema e vino: eccellenze pugliesi al Wendie Webfest 2018 di Amburgo

Tiziana Di Gravina14 settembre 2018
Enzo Avitabile al Talos Festival

La musica dei popoli di Enzo Avitabile *Intervista*

Tiziana Di Gravina8 settembre 2018

Libri giganti sul porto di Trani con Fondazione Megamark

Tiziana Di Gravina23 agosto 2018
bgeek2018

Bgeek 2018: Il festival barese punta sempre più in alto

Francesco Tiberio13 giugno 2018
"In vino veritas"

“In vino veritas” riscopre il rapporto fra Dio, uomo e natura

Tiziana Di Gravina12 giugno 2018
Leonardo Alberto Moschetta al Bifest 2018

Leonardo Alberto Moschetta, da Andria alla “Napoli velata”

Tiziana Di Gravina1 maggio 2018
Bernardo Bertolucci

Bifest2018: la storia del cinema di Bernardo Bertolucci

Tiziana Di Gravina30 aprile 2018

Il primo magazine online di informazione regionale, nazionale ed estera, libero ed indipendente.

Testata registrata n. 1093/2011, reg. 16, Tribunale di Bari.

Direttore responsabile: Antonio Cesare Catacchio

Invia articoli

© 2009-2016 Il corriere delle Puglie - Edito da Associazione InformAEticamente - http://www.informaeticamente.it