Arte, cultura e spettacolo

Scoperta nel frumento la molecola che combatte la celiachia

Scoperta nel frumento la molecola che combatte la celiachia
Candido Marinelli

di Candido Marinelli
I numeri tratti dalla Relazione annuale al Parlamento del Ministero della Salute sulla celiachia (datati anno 2011) sono inequivocabili: in Italia sono presenti 600.000 celiaci. Tra le intolleranze alimentari, la celiachia è la più diffusa a livello mondiale, con stime dell’1% sia nella fascia degli adulti che in quella dei bambini. Cresce l’attenzione, tuttavia i casi accertati sarebbero solo un quarto di quelli reali (circa 135.800 diagnosi) .

Motivo di studio deve essere il rapporto tra la popolazione celiaca e la popolazione celiaca femminile. Stando ai dati pervenuti nel 2011, sono soprattutto le donne a soffrire di questa malattia (in Italia oltre 96.000 diagnosi contro le 38.600 degli uomini, meno della metà dei casi accertati).

Questo dato – spiega il Rapporto del Ministero – scaturisce dal fatto che la celiachia è una malattia mediata da fattori ormonali che probabilmente ne regolano l’insorgenza e per i quali si svilupperebbe maggiormente nel sesso femminile”.

Dati e numeri che sono destinati a crescere nei prossimi anni, anche se bisogna tenere conto che sono influenzati dal trend di diagnosi in aumento nel tempo, con previsioni dell’ 1,00 % di incremento di casi accertati a livello mondiale nei prossimi anni. Detto questo, si spiega la grande risonanza a livello mondiale che sta avendo in questo periodo, sulle più importanti riviste scientifiche e non, di una scoperta tutta italiana e orgogliosamente pugliese.

Presentata a Perugia in occasione del congresso Siga (Società Italiana Genetica Agraria) , la ricerca nata dal lavoro del CRA – CER di Foggia (Centro di Ricerca per Cerealicoltura) in collaborazione con l’ISS, Istituto superiore di sanità e l’Università degli studi di Foggia, potrebbe segnare un passo importante nella lotta a questa malattia, partendo proprio dallo studio del frumento.

Si è scoperto, infatti, un decapeptide (molecola composta da 10 aminoacidi) presente all’interno di un frumento tenero, proprio la stessa specie causa della tossicità responsabile di questa malattia. A questo punto, i ricercatori hanno dimostrato che isolando il gene che codifica per il decapeptide incriminato, questa molecola ha la capacità di contrastare l’effetto nocivo del glutine.

La ricerca ha dimostrato la capacità del frumento di contenere sia il glutine, che molecole atte a contrastarne l’azione tossica. Questa scoperta apre interessati scenari per lo sviluppo di nuovi prodotti destinati ai celiaci.

Aggiungi un commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Arte, cultura e spettacolo

noreka

ARS, tra cultura e divertimento

Francesco Tiberio4 dicembre 2018
stan-lee2

Muore Stan Lee, padre dei supereroi

Francesco Tiberio15 novembre 2018
Michele Pinto Wendie Webfest

Cinema e vino: eccellenze pugliesi al Wendie Webfest 2018 di Amburgo

Tiziana Di Gravina14 settembre 2018
Enzo Avitabile al Talos Festival

La musica dei popoli di Enzo Avitabile *Intervista*

Tiziana Di Gravina8 settembre 2018

Libri giganti sul porto di Trani con Fondazione Megamark

Tiziana Di Gravina23 agosto 2018
bgeek2018

Bgeek 2018: Il festival barese punta sempre più in alto

Francesco Tiberio13 giugno 2018
"In vino veritas"

“In vino veritas” riscopre il rapporto fra Dio, uomo e natura

Tiziana Di Gravina12 giugno 2018
Leonardo Alberto Moschetta al Bifest 2018

Leonardo Alberto Moschetta, da Andria alla “Napoli velata”

Tiziana Di Gravina1 maggio 2018
Bernardo Bertolucci

Bifest2018: la storia del cinema di Bernardo Bertolucci

Tiziana Di Gravina30 aprile 2018

Il primo magazine online di informazione regionale, nazionale ed estera, libero ed indipendente.

Testata registrata n. 1093/2011, reg. 16, Tribunale di Bari.

Direttore responsabile: Antonio Cesare Catacchio

Invia articoli

© 2009-2016 Il corriere delle Puglie - Edito da Associazione InformAEticamente - http://www.informaeticamente.it