Arte, cultura e spettacolo

Le abilità per il lavoro: il Problem Solving

Le abilità per il lavoro: il Problem Solving
Pasquale Adamo

di Pasquale Adamo
Secondo lo psicologo cognitivo Anthony McCaffrey non esistono cervelli poco creativi, ma solo poco allenati! Pertanto, è possibile con esercizi adeguati e sviluppando determinate tecniche, allenarsi al problem solving.

Il Problem solving è una di quelle abilità largamente richieste nel mondo del lavoro (conoscete un annuncio di lavoro che non riporta la voce: “ottime capacità di problem solving?). In azienda, al di là del ruolo che si ricopre, è facile imbattersi in problematiche, difficoltà e ostacoli, per questo essere dei problem solver diventa fondamentale e necessario.

Inoltre, il problem solver non è semplicemente colui che risolve problemi, ma colui che risolve i problemi in modo innovativo e originale, trovando soluzioni a cui mai nessuno prima era giunto!

Ma come posso allenarmi al problem solving? Ci sono diversi atteggiamenti mentali che ostacolano la creatività, come per esempio: i modelli mentali, i presupposti, i pregiudizi, i punti d’accesso dell’attenzione e le idee dominanti.

Analizziamo alcuni di queste tendenze mentali.

Per esempio, i modelli mentali sono dei codici che semplificano la realtà e ci aiutano a muoverci più agevolmente in essa. Un esempio di codice sono le indicazioni stradali.

Se dovessi chiederti “dove il giovedì viene prima del mercoledì?” Il tuo modello mentale ti porterà a pensare al calendario e ai giorni della settimana. Ovviamente, non è lì la risposta! Devi uscire da questo modello mentale e sondare nuovi terreni. Riflettere sul dato che giovedì e mercoledì oltre ad essere dei giorni, sono prima di tutto delle parole! Dove trovi tutte le parole? Cosa usi quando devi cercare il significato di una parola? Probabilmente, a questo punto sei giunto alla soluzione: nel dizionario!

I presupposti ci spingono, invece, a ritenere che alcune informazioni e condizioni siano necessarie e scontate. Se ti chiedessi di pensare ad un uomo di 45 anni che non riesce a pigiare l’ultimo tasto di un ascensore, l’immagine che la tua mente ti suggerirà sarà quella di un uomo adulto, scartando nell’immediato l’immagine di un nano!

Le idee dominanti, invece, ci intrappolano all’interno di schemi fissi e limitano la nostra creatività e l’abilità di trovare soluzioni. Le idee dominanti che tendono a condizionare il nostro pensiero, agiscono in modo automatico e inconsapevole. In questo caso, si può cercare di individuare quale sia l’idea dominante per poterla eliminare! E’ più facile sfuggire a qualcosa di definito, appunto l’idea dominante, che a qualcosa di indefinito.

L’invito è quello di iniziare a portare l’attenzione su questi elementi, soprattutto nella vita di ogni giorno e allenarsi costantemente nel loro superamento. In questo modo, un esercizio mentale iniziale, con il tempo, si trasformerà in un’abilità acquisita!

Aggiungi un commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Arte, cultura e spettacolo

noreka

ARS, tra cultura e divertimento

Francesco Tiberio4 dicembre 2018
stan-lee2

Muore Stan Lee, padre dei supereroi

Francesco Tiberio15 novembre 2018
Michele Pinto Wendie Webfest

Cinema e vino: eccellenze pugliesi al Wendie Webfest 2018 di Amburgo

Tiziana Di Gravina14 settembre 2018
Enzo Avitabile al Talos Festival

La musica dei popoli di Enzo Avitabile *Intervista*

Tiziana Di Gravina8 settembre 2018

Libri giganti sul porto di Trani con Fondazione Megamark

Tiziana Di Gravina23 agosto 2018
bgeek2018

Bgeek 2018: Il festival barese punta sempre più in alto

Francesco Tiberio13 giugno 2018
"In vino veritas"

“In vino veritas” riscopre il rapporto fra Dio, uomo e natura

Tiziana Di Gravina12 giugno 2018
Leonardo Alberto Moschetta al Bifest 2018

Leonardo Alberto Moschetta, da Andria alla “Napoli velata”

Tiziana Di Gravina1 maggio 2018
Bernardo Bertolucci

Bifest2018: la storia del cinema di Bernardo Bertolucci

Tiziana Di Gravina30 aprile 2018

Il primo magazine online di informazione regionale, nazionale ed estera, libero ed indipendente.

Testata registrata n. 1093/2011, reg. 16, Tribunale di Bari.

Direttore responsabile: Antonio Cesare Catacchio

Invia articoli

© 2009-2016 Il corriere delle Puglie - Edito da Associazione InformAEticamente - http://www.informaeticamente.it