Arte, cultura e spettacolo

Cancro al seno. Angelo Merendino fotografa la moglie malata

Cancro al seno. Angelo Merendino fotografa la moglie malata

di Adriana Ranieri
Combattere il cancro non è facile. E non lo è neanche per chi è al fianco di chi si ammala. Angelo Merendino, fotografo americano, ha documentato il decorso della malattia di sua moglie Jen, ammalatasi di cancro al seno 5 mesi dopo il loro matrimonio. Il progetto fotografico è ora diventato un libro “The Battle We Didn’t Choose. My wife’s fight with breast cancer”, scaricabile in ebook. I proventi delle vendite del libro andranno a “The Love You Share”, un’associazione no-profit fondata da Merendino in onore di Jen per aiutare finanziariamente le donne che ricevono trattamenti per il cancro al seno.

Dalla caduta dei capelli alla sofferenza vissuta in un letto, Merendino ha voluto documentare anche gli aspetti più duri della malattia di sua moglie. Una battaglia che l’amata non è riuscita a vincere, perdendo la vita a 40 anni.
La pagina Facebook dedicata al nobile progetto filantropo ha raggiunto più di 90mila like in breve tempo. Angelo Merendino continua ad aggiornarla con foto e pensieri per mantenere fede alla promessa fatta alla moglie di “non dimenticarla”.
Jen mi ha insegnato ad amare, a sentire, a dare, a credere negli altri e in me stesso. Non sono mai stato così felice come in quel periodo“, scrive Angelo sul sito dedicato alla memoria della sua compagna di vita: mywifesfightwithbreastcancer.com. Nella sezione “Our story“, Merendino racconta la storia con la sua amata partendo dagli inizi. “La prima volta che l’ho vista l’ho capito. Ho capito che lei era l’unica. Sapevo, come mio padre dopo il primo incontro con mia madre, che l’avevo trovata“.
Poi la diagnosi del cancro al seno con metastasi diffuse. “Più la nostra vita cambiava più il nostro amore cresceva più forte. Le piccole cose per le quali di solito ci arrabbiavamo non avevano più alcun senso. Sorridevamo a tutti, ci dicevamo ciò che provavamo, facevamo sapere alle persone della nostra vita quanto le amavamo…queste erano le cose che contavano per noi. Sono stati gli anni più straordinari della mia vita“. Ma come trovare il coraggio di scattare certe foto? “Appena fu diagnosticato il tumore, Jen iniziò subito i trattamenti – racconta Merendino – qualche mese dopo abbiamo iniziato a notare come la nostra famiglia e i nostri amici non capissero quanto seria fosse diventata la sua malattia e abbiamo sentito il loro supporto venire meno. La nostra vita era diventata un insieme di appuntamenti dal medico, di trattamenti e di ‘effetti collaterali‘. Non ci aspettavamo risposte, avevamo solo bisogno della loro presenza. Fu allora che inziammo a fotografare la nostra vita quotidiana. La nostra speranza era che tutti vedessero cosa affrontavamo ogni giorno e che capissero meglio il cambiamento nella nostra vita“. Con il progetto “My wife’s fight with breast cancer” – racconta Merendino – voglio incoraggiare il dialogo.

Molte persone non conoscono la vita quotidiana di chi si ammala di cancro al seno e di conseguenza non sanno come aiutare chi amano ad affrontare la malattia. La mia speranza è che la nostra storia possa mostrare alle persone che non è necessario avere le risposte o avere sempre la cosa giusta da dire. Ciò che conta è esserci. Non scappare via.
Nel mese dedicato alla prevenzione del cancro al seno, il messaggio che Merendino vuole lanciare è molto semplice: “Fare una mammografia. So che è spaventoso ma è l’unico modo per prendersi cura del proprio corpo“.

Aggiungi un commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Arte, cultura e spettacolo

noreka

ARS, tra cultura e divertimento

Francesco Tiberio4 dicembre 2018
stan-lee2

Muore Stan Lee, padre dei supereroi

Francesco Tiberio15 novembre 2018
Michele Pinto Wendie Webfest

Cinema e vino: eccellenze pugliesi al Wendie Webfest 2018 di Amburgo

Tiziana Di Gravina14 settembre 2018
Enzo Avitabile al Talos Festival

La musica dei popoli di Enzo Avitabile *Intervista*

Tiziana Di Gravina8 settembre 2018

Libri giganti sul porto di Trani con Fondazione Megamark

Tiziana Di Gravina23 agosto 2018
bgeek2018

Bgeek 2018: Il festival barese punta sempre più in alto

Francesco Tiberio13 giugno 2018
"In vino veritas"

“In vino veritas” riscopre il rapporto fra Dio, uomo e natura

Tiziana Di Gravina12 giugno 2018
Leonardo Alberto Moschetta al Bifest 2018

Leonardo Alberto Moschetta, da Andria alla “Napoli velata”

Tiziana Di Gravina1 maggio 2018
Bernardo Bertolucci

Bifest2018: la storia del cinema di Bernardo Bertolucci

Tiziana Di Gravina30 aprile 2018

Il primo magazine online di informazione regionale, nazionale ed estera, libero ed indipendente.

Testata registrata n. 1093/2011, reg. 16, Tribunale di Bari.

Direttore responsabile: Antonio Cesare Catacchio

Invia articoli

© 2009-2016 Il corriere delle Puglie - Edito da Associazione InformAEticamente - http://www.informaeticamente.it