Cronaca

Gli USA aprono all’utilizzo dei robot in ambito militare

Gli USA aprono all’utilizzo dei robot in ambito militare
Federica Bartoli

di Federica Bartoli
È quasi fantascientifica l’iniziativa abbracciata dal Pentagono che cambierà il destino del sistema militare americano nei prossimi anni. Infatti, per ovviare agli ingenti e costanti tagli imposti dal governo al settore della Difesa, inizia ad essere presa in seria considerazione la graduale sostituzione del personale umano con automi robotici. Stando a quanto riportato sulla rivista “Defense News”, l’intenzione sarebbe quella di operare una sostituzione del 25% del personale impegnato in squadre da combattimento, che dovrà quindi essere rimpiazzato da veicoli dalle avanzatissime peculiarità robotiche. È stimato che entro la fine del 2014 l’esercito potrà constatare una sensibile diminuzione del numero delle proprie unità che da 540 mila passeranno ad essere 490 mila. Stando all’esperienza positiva effettuata dalla Marina che ha già verificato l’efficienza dell’ausilio tecnologico sulle navi, riscontri incoraggianti derivano anche dal punto di vista economico in quanto diminuiscono in maniera rilevanti i costi del personale.

Ad ogni modo tutto a suo tempo: la fase iniziale di insediamento dell’elemento robotico consisterà prettamente in un accostamento ed ovviamente supporto che la macchina dovrà fornire all’uomo. Infatti, l’idea iniziale è quella di porre veicoli automatizzati insieme a quelli guidati da esseri umani la cui funzione sarà quella di aiutare nel trasporto dei rifornimenti. Il progetto vagheggiato dal Pentagono presta il fianco ad inevitabili polemiche sia all’interno dell’ambiente militare che in questo modo si troverebbe costretto a subire tagli e perdite rilevanti, sia perché apre la strada ad un dibattito dal tono quanto mai “futurista”, che rievoca l’antico timore di un totale sopravvento delle macchine sull’uomo.

Consentire il largo impiego dei robot a cominciare dall’ambito militare potrebbe portare con ogni probabilità alla diffusione dell’utilizzo degli automi in qualsiasi ambito delle attività umane, diminuendo sempre di più l’impiego di personale in carne ed ossa nella stragrande maggioranza dei mestieri di tipo prettamente manuale.

Aggiungi un commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Cronaca

Marilù Mastrogiovanni

Sequestro preventivo per il magazine “Il tacco d’Italia”

Tiziana Di Gravina12 dicembre 2017
caduceo

Caduceo d’Oro 2017: il Welfare negli anni della crisi

Mariangela Lomastro16 novembre 2017
arrestospada

Roberto Spada arrestato dopo l’aggressione alla troupe di Nemo

Francesco Tiberio13 novembre 2017
Valentino Lo Sito al consiglio nazionale dei giornalisti

Ordine dei Giornalisti: Losito eletto consigliere nazionale

Daniele D'Amico25 settembre 2017
sanremo

Sanremo 2017, trovato morto Piero Petrullo

Mariangela Lomastro8 febbraio 2017
magistrati-anm

Si apre l’anno giudiziario. L’Anm non ci sta e diserta

Francesco Tiberio27 gennaio 2017
natale

Natale 2016: Tra mercatini e vandalismo

Francesco Tiberio19 dicembre 2016
bolkestein

La direttiva Bolkestein e il commercio su aree pubbliche

Francesco Tiberio6 dicembre 2016
world press photo

World Press Photo: “la più importante mostra di fotogiornalismo del mondo”, a Bari, ma i giornalisti non sono graditi ospiti.

Redazione19 novembre 2016

Il primo magazine online di informazione regionale, nazionale ed estera, libero ed indipendente.

Testata registrata n. 1093/2011, reg. 16, Tribunale di Bari.

Direttore responsabile: Antonio Cesare Catacchio

Invia articoli

© 2009-2016 Il corriere delle Puglie - Edito da Associazione InformAEticamente - http://www.informaeticamente.it