Cronaca

Tenta un “colpo d’artista”, 41enne condannata ad un anno e quattro mesi

Tenta un “colpo d’artista”, 41enne condannata ad un anno e quattro mesi
Candido Marinelli

di Candido Marinelli
Nardò – L’occasione fa l’uomo ladro. L’artista quarantunenne di Nardò, potrà fare appello alla saggezza popolare per giustificare la debolezza avuta. Magari troverà dinanzi un giudice benevolo che sorriderà per il suo tentativo imbranato di commettere un illecito. Perché non bisogna essere dei novelli Arsenio Lupin per capire quanto il piano della signora sia talmente ricco di leggerezze da cadere nel comico. La storia inizia nell’ottobre del 2011. Il Direttore del museo diocesano di Gallipoli denuncia il furto negli uffici della compagnia locale dei carabinieri. Le opere trafugate sono un dipinto ad olio su cartone risalente al XX secolo, attribuito a Giulio Pajano, un ritratto del Vescovo Carfagnini (1884) del pittore Giuseppe Di Giuseppe , una pergamena dal titolo “Confraternita della Madonna dei Nobili” risalente al 1724 e un manoscritto musicale del Maestro Frisenna. L’indagine non è stata particolarmente difficile. Come non sospettare dell’artista L.M. che solo qualche giorno prima della denuncia aveva esposto le sue opere nello stesso luogo teatro del furto? L’artista era l’unica “figura” esterna , non dipendente del museo, che aveva accesso ad un’area adibita a deposito  dove erano custodite le opere in questione. Ovviamente , interrogata in merito una prima volta, la donna ha negato un suo coinvolgimento.

Ma la cosa sicuramente ha minato le sue certezze, se mai ci sono state. Forse credeva di avere più tempo a disposizione. Come si può immaginare, non è un bottino facile da piazzare. Non si può mica girare porta a porta sperando di trovare la casalinga interessata ad impreziosire il proprio salotto con un tocco d’ arte sacra. Il mercato dell’opere d’arte rubate, pur essendo molto florido e redditizio in Italia, percorre binari illeciti che mettono in contatto domanda e richiesta. L.M. non ha queste conoscenze e allora ha pensato di piazzare la refurtiva ad un noto antiquario leccese, proponendo il tutto a prezzo di saldo ed inviando via mail le foto delle opere rubate. L’antiquario, insospettito dalla fretta della signora di concludere l’affare, ha avvisato i carabinieri locali. L’avvocato che difende l’artista ha chiesto di patteggiare la pena. Concluso l’aspetto penale con la condanna ad un anno e quattro mesi per L.M. inizia il processo civile, visto che la diocesi si è costituita parte civile per una quantificazione del risarcimento danno. Un colpo di genio che non le permetterà di restare impressa nella storia dell’arte, perché né ladri né artisti ci si improvvisa…

Aggiungi un commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Cronaca

Marilù Mastrogiovanni

Sequestro preventivo per il magazine “Il tacco d’Italia”

Tiziana Di Gravina12 dicembre 2017
caduceo

Caduceo d’Oro 2017: il Welfare negli anni della crisi

Mariangela Lomastro16 novembre 2017
arrestospada

Roberto Spada arrestato dopo l’aggressione alla troupe di Nemo

Francesco Tiberio13 novembre 2017
Valentino Lo Sito al consiglio nazionale dei giornalisti

Ordine dei Giornalisti: Losito eletto consigliere nazionale

Daniele D'Amico25 settembre 2017
sanremo

Sanremo 2017, trovato morto Piero Petrullo

Mariangela Lomastro8 febbraio 2017
magistrati-anm

Si apre l’anno giudiziario. L’Anm non ci sta e diserta

Francesco Tiberio27 gennaio 2017
natale

Natale 2016: Tra mercatini e vandalismo

Francesco Tiberio19 dicembre 2016
bolkestein

La direttiva Bolkestein e il commercio su aree pubbliche

Francesco Tiberio6 dicembre 2016
world press photo

World Press Photo: “la più importante mostra di fotogiornalismo del mondo”, a Bari, ma i giornalisti non sono graditi ospiti.

Redazione19 novembre 2016

Il primo magazine online di informazione regionale, nazionale ed estera, libero ed indipendente.

Testata registrata n. 1093/2011, reg. 16, Tribunale di Bari.

Direttore responsabile: Antonio Cesare Catacchio

Invia articoli

© 2009-2016 Il corriere delle Puglie - Edito da Associazione InformAEticamente - http://www.informaeticamente.it