Economia e Diritto

Bollette luce e gas ridotte da aprile: quanto risparmieremo?

Bollette luce e gas ridotte da aprile: quanto risparmieremo?
Mariangela Lomastro

di Mariangela Lomastro
Scatteranno dopodomani, martedì 1 aprile, le previste riduzioni dei costi delle bollette di luce e gas, come annunciato in precedenza dall’Autorità per l’energia elettrica, il gas e il sistema idrico (AEEG), che comporteranno un risparmio concreto, anche se non esorbitante, per tantissime famiglie italiane: in base ai dati forniti dall’authority si prevede, nei prossimi tre mesi, una diminuzione che arriverà anche a sfiorare il 4%, con indubitabile vantaggio per milioni di consumatori. Nel dettaglio, la bolletta per la fornitura elettrica subirà una diminuzione dell’1,1%, portando ad un risparmio di circa 6 euro annui ad utenza, mentre quella per la fornitura di gas scenderà fino al 3,9%, con un risparmio stimato intorno ai 46 euro annui, per un totale di circa 52 euro all’anno in meno. Cala, di riflesso, anche il costo del metano che, considerando le precedenti riduzioni registratesi negli ultimi mesi, alla fine porterà nelle tasche di ogni famiglia, mediamente, 140 euro annui.

Per ciò che riguarda le tariffe della luce elettrica, scese grazie al ribasso del costo del gas necessario per produrre l’energia termoelettrica, la loro diminuzione è stata attenuata dal rincaro di servizi di rete e oneri di sistema ed il nuovo prezzo fissato sarà di 18,975 centesimi per kWh, tasse incluse; il gas costerà meno a causa della consistente riduzione del costo della materia prima, con una tariffa di riferimento di 83,01 centtesimi di euro per metro cubo, tasse incluse. Parere più che favorevole da parte del Ministro per lo Sviluppo Economico, Federica Guidi, che si è dichiarata olrtemodo soddisfatta per le riduzioni delle tariffe che serviranno ad “alleviare i bilanci delle famiglie e ridurre altresì il gap competitivo che grava, in particolare, sulla piccola e media industria in Italia“. Tuttavia i bonus sarebbero potuti essere di certo maggiori, se si tiene in conto la lievitazione costante degli oneri di sistema (+ 11% nell’ultimo anno).

Aggiungi un commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Economia e Diritto

Il mercato del lavoro in Italia

Gli italiani e il lavoro: sono troppe le anomalie?

Daniele D'Amico30 ottobre 2017
Non solo crescita per il Sud Italia

Rapporto Svimez 2017: luci e ombre sul Sud Italia

Daniele D'Amico28 luglio 2017
Resto al Sud: il lavoro è nel meridione

“Resto al Sud”: la misura del Governo per la crescita del Mezzogiorno

Daniele D'Amico1 luglio 2017
egione Puglia nuove linee guida in materia di formazione e lavoro

Regione Puglia: nuove linee guida in materia di formazione e lavoro

Daniele D'Amico23 giugno 2017
La nuova rivoluzione industriale è già partita, e si fonda sull’analisi dei dati e sull’intelligenza artificiale

Quarta rivoluzione industriale: analisi dei dati e intelligenza artificiale

Daniele D'Amico22 marzo 2017
Il presente è l'industria 4.0

Piano nazionale industria 4.0: opportunità per le imprese italiane

Daniele D'Amico21 febbraio 2017
Settore automotive in crescita

Settore automotive in forte ripresa, a gennaio +10,1%

Daniele D'Amico16 febbraio 2017
Le banche utilizzano i social network per rafforzare la propria immagine

Banche, oltre la crisi i social network per rilanciarsi

Daniele D'Amico12 gennaio 2017

Settimana della Moda: “It’s time to south”, esalterà l’eccellenza pugliese

Daniele D'Amico19 settembre 2016

Il primo magazine online di informazione regionale, nazionale ed estera, libero ed indipendente.

Testata registrata n. 1093/2011, reg. 16, Tribunale di Bari.

Direttore responsabile: Antonio Cesare Catacchio

Invia articoli

© 2009-2016 Il corriere delle Puglie - Edito da Associazione InformAEticamente - http://www.informaeticamente.it