Costume & Società

“Non merito di essere stuprata”: le brasiliane senza veli per protestare

“Non merito di essere stuprata”: le brasiliane senza veli per protestare

di Francesca Cataldo
Con indosso solo un cartello che copre le loro forme, o persino scrivendolo sul proprio corpo, le donne brasiliane hanno avviato una campagna per urlare al mondo: “Non merito di essere stuprata”. Un semplice cartello per dire no alla violenza e sì al rispetto del proprio corpo. L’iniziativa nasce a seguito di un sondaggio condotto tra marzo e giugno 2013 dall’Istituto di Ricerca Economica Applicata (IPEA) su un campione di 3810 brasiliani di 212 città.

L’esito dei questionari, inviati dall’ente governativo, rileva un dato inquietante: il 65,1% dei brasiliani ritiene che “se una donna indossa degli abiti succinti merita di essere violentata”. Il 58,5% degli intervistati afferma comunque che gli stupri tenderebbero a diminuire se le donne sapessero come comportarsi. Il dato sconcertante è che il 66,5% dei partecipanti era di sesso femminile. Così, per fronteggiare questa grottesca e arretrata realtà, la giornalista Nana Queiroz ha avviato una campagna sui social network creando l’hashtag #NãoMereçoSerEstuprada e invitando sia donne che uomini a dare il proprio sostegno con fotografie e messaggi. “Non merito di essere stuprata. Nessuna donna lo merita”.

L’iniziativa sta spopolando sul web, in cui sta riscuotendo tantissimi consensi. Volendo dare uno sguardo alla situazione in Brasile, gli stupri hanno registrato un incremento del 157% dal 2009 al 2013, vale a dire circa 16 atti di violenza al giorno. Le statistiche parlano chiaro: 12.704 persone sono detenute per violenze sessuali e solo nei primi mesi del 2013, 5.312 persone sono state stuprate in Brasile. Una situazione insostenibile a cui queste donne sperano di dare un valido sconvolgimento.

Aggiungi un commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Costume & Società

Export(Are) bellezza: il modello Puglia nel mondo

Daniele D'Amico27 aprile 2017
Puglia, una meraviglia da scoprire

Puglia, lo spettacolo è ovunque: comunicazione e innovazione

Daniele D'Amico21 aprile 2017
Sanremo: Caterina Balivo contro Diletta Leotta

Sanremo, caso Leotta – Balivo: l’abbigliamento non giustifica violenze e insulti

Daniele D'Amico8 febbraio 2017
padre pio

Padre Pio e le celebrità

Francesco Tiberio23 settembre 2016

Puglia: turismo in forte crescita, anche grazie ai social

Daniele D'Amico14 settembre 2016
Mongolia

La Mongolia di Gengis Khan

Francesco Tiberio2 agosto 2016
Irina Shayk

Irina Shayk baciata dal sole della Puglia

Maria Teresa Trivisano1 agosto 2016
Nessuno Tocchi Abele

Nessuno Tocchi Abele

Antonio Catacchio18 giugno 2016
brindisi

Il brindisi nei Secoli

Francesco Tiberio20 maggio 2016

Il primo magazine online di informazione regionale, nazionale ed estera, libero ed indipendente.

Testata registrata n. 1093/2011, reg. 16, Tribunale di Bari.

Direttore responsabile: Antonio Cesare Catacchio

Invia articoli

© 2009-2016 Il corriere delle Puglie - Edito da Associazione InformAEticamente - http://www.informaeticamente.it