Economia e Diritto

Gli incentivi PMI della nuova Sabatini

Gli incentivi PMI della nuova Sabatini
Mariangela Lomastro

nuova-legge-sabatinidi Mariangela Lomastro
Dal 31 marzo 2014 è partito il termine per fare richiesta dei finanziamenti agevolati per le piccole e medie imprese previsti dalla legge Sabatini ed attinti dalle casse del Ministero dello Sviluppo Economico, è possibile scaricare la domanda in formato PDF dal sito ministeriale, una volta compilata e sottoscritta da un legale la si dovrà inviare tramite PEC ad uno degli istituti bancari aderenti. Il termine ultimo per inoltrare richiesta è fissato al 31 dicembre 2016, ogni impresa potrà ottenere da un minimo di 20.000 fino ad un massimo di 2 milioni di euro, il totale degli stanziamenti è di 2,5 miliardi. Potranno beneficiare delle agevolazioni le (micro, piccole e medie) imprese che possiedono sede operativa in Italia e risultano iscritte nel Registro delle imprese, che non sono in liquidazione o sottoposte a iter concorsuali o fallimentari, che non hanno ricevuto aiuti illegali o giudicati incompatibili dalla Commissione Europea e non risultano fra i soggetti in difficoltà individuati dal regolamento GBER.

I finanziamenti in discussione erano già inclusi nel DL n. 69/2013 (c.d. decreto “del Fare”) con l’intento di favorire la crescita del sistema produttivo e la competitività nel Paese, nonchè per garantire un migliore accesso al credito alle imprese di dimensioni contenute che intendono realizzare investimenti sia in macchinari, impianti, attrezzature e beni strumentali all’impresa che in hardware, software e tecnologie digitali. I beni dovranno obbligatoriamente essere utilizzati ad uso produttivo e non potranno venire alienati, ceduti o distratti dalla produzione nei tre anni successivi al completamento dell’investimento se non si intende perdere i contributi; il finanziamento, attivabile non solo tramite operazioni bancarie ma anche con leasing, può durare al massimo cinque anni, al tasso d’interesse agevolato del 2,75%, e potrà arrivare, in determinati casi, a coprire persino l’intero ammontare dell’investimento.

Aggiungi un commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Economia e Diritto

Il mercato del lavoro in Italia

Gli italiani e il lavoro: sono troppe le anomalie?

Daniele D'Amico30 ottobre 2017
Non solo crescita per il Sud Italia

Rapporto Svimez 2017: luci e ombre sul Sud Italia

Daniele D'Amico28 luglio 2017
Resto al Sud: il lavoro è nel meridione

“Resto al Sud”: la misura del Governo per la crescita del Mezzogiorno

Daniele D'Amico1 luglio 2017
egione Puglia nuove linee guida in materia di formazione e lavoro

Regione Puglia: nuove linee guida in materia di formazione e lavoro

Daniele D'Amico23 giugno 2017
La nuova rivoluzione industriale è già partita, e si fonda sull’analisi dei dati e sull’intelligenza artificiale

Quarta rivoluzione industriale: analisi dei dati e intelligenza artificiale

Daniele D'Amico22 marzo 2017
Il presente è l'industria 4.0

Piano nazionale industria 4.0: opportunità per le imprese italiane

Daniele D'Amico21 febbraio 2017
Settore automotive in crescita

Settore automotive in forte ripresa, a gennaio +10,1%

Daniele D'Amico16 febbraio 2017
Le banche utilizzano i social network per rafforzare la propria immagine

Banche, oltre la crisi i social network per rilanciarsi

Daniele D'Amico12 gennaio 2017

Settimana della Moda: “It’s time to south”, esalterà l’eccellenza pugliese

Daniele D'Amico19 settembre 2016

Il primo magazine online di informazione regionale, nazionale ed estera, libero ed indipendente.

Testata registrata n. 1093/2011, reg. 16, Tribunale di Bari.

Direttore responsabile: Antonio Cesare Catacchio

Invia articoli

© 2009-2016 Il corriere delle Puglie - Edito da Associazione InformAEticamente - http://www.informaeticamente.it