Arte, cultura e spettacolo

Una giornata di festa all’insegna dell’integrazione: l’evento del M.I.S.S. a Bari

Una giornata di festa all’insegna dell’integrazione: l’evento del M.I.S.S. a Bari

di Fatmira Berisha
Il 30 Aprile al Palamartino di Bari in via Napoli c’è stata una vera e propria esplosione di colori e suoni. I ragazzi delle scuole di Bari hanno partecipato alla festa del M.I.S.S. “Mediazione Interculturale Sociale Scolastica”, un progetto promosso dal Comune di Bari in partnership con l’associazione Etnie, la società Sinergia, e quattro istituti scolastici che sono Centri Regionali Integrazione Territoriale di Bari: istituti Comprensivi Japigia II – Torre a Mare, “Mazzini-Modugno”, EL/7- S.M. Santomauro Bari, e Liceo Linguistico – I.T.E Statale “Marco Polo”. Tale evento è una degna conclusione del ciclo di seminari e laboratori tenutosi nei vari istituti scolastici sul tema della mediazione culturale. Con l’aiuto degli esperti mediatori culturali di varie nazionalità i ragazzi hanno imparato cosa significa l’integrazione. Durante la mattinata le classi sono state protagoniste di alcune danze e spettacoli, splendidi risultati dei vari laboratori.

Si sono inoltre esibiti e hanno animato l’evento per la gioia dei bambini danzatori dal Brasile tra cui Ana Estrela, dall’Africa Ibou Mboye e dall’India il gruppo “BollyBari Dance”. Oltre alle melodie di queste nazioni lontane certo non potevano mancare le fantastiche danze pugliesi e balcaniche con Ass. “Abracadanze”. Il M.I.S.S è un progetto di mediazione interculturale presentato il 12 Febbraio 2014 dall’assessore alle Politiche Giovanili Accoglienza e Pace Fabio Losito. L’iniziativa è finanziata dal Ministero dell’Interno – Dipartimento Immigrazione nell’ambito del Fondo Europeo per l’integrazione dei cittadini provenienti da paesi terzi e dal Comune di Bari. I 4 laboratori di animazione interculturale che hanno coinvolto alunni italiani e stranieri, non sono stati solo un modo per diffondere danze, canti e tecniche teatrali del mondo, ma hanno avuto come scopo principe la conoscenza dell’altro e la prevenzione di fenomeni di esclusione e/o intolleranza nelle scuole. Sono stati realizzati anche seminari di aggiornamento per il personale docente e amministrativo delle scuole incentrati sui diversi aspetti relativi l’integrazione scolastica dei minori.

Parlando con uno dei mediatori culturali Sahadat, originario del Bangladesh:
Giornalista: Cosa avete fatto di preciso nelle scuole?
Sadat: Mediazione linguistica, abbiamo giocato a cricket e visto alcuni film. I bambini mi facevano domande sulla mia cultura e io rispondevo.
G: Quali sono state le domande più frequenti?
S: Erano molto interessati sulla modalità dei matrimoni combinati nel mio paese, e quanti giorni durano i festeggiamenti ecc.
G: Secondo te questo tipo di iniziativa è utile? Servirà ai ragazzi italiani e stranieri per una convivenza pacifica?
S: Sì, certo, se fanno amicizia tra loro possono migliorare insieme.

Aggiungi un commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Arte, cultura e spettacolo

noreka

ARS, tra cultura e divertimento

Francesco Tiberio4 dicembre 2018
stan-lee2

Muore Stan Lee, padre dei supereroi

Francesco Tiberio15 novembre 2018
Michele Pinto Wendie Webfest

Cinema e vino: eccellenze pugliesi al Wendie Webfest 2018 di Amburgo

Tiziana Di Gravina14 settembre 2018
Enzo Avitabile al Talos Festival

La musica dei popoli di Enzo Avitabile *Intervista*

Tiziana Di Gravina8 settembre 2018

Libri giganti sul porto di Trani con Fondazione Megamark

Tiziana Di Gravina23 agosto 2018
bgeek2018

Bgeek 2018: Il festival barese punta sempre più in alto

Francesco Tiberio13 giugno 2018
"In vino veritas"

“In vino veritas” riscopre il rapporto fra Dio, uomo e natura

Tiziana Di Gravina12 giugno 2018
Leonardo Alberto Moschetta al Bifest 2018

Leonardo Alberto Moschetta, da Andria alla “Napoli velata”

Tiziana Di Gravina1 maggio 2018
Bernardo Bertolucci

Bifest2018: la storia del cinema di Bernardo Bertolucci

Tiziana Di Gravina30 aprile 2018

Il primo magazine online di informazione regionale, nazionale ed estera, libero ed indipendente.

Testata registrata n. 1093/2011, reg. 16, Tribunale di Bari.

Direttore responsabile: Antonio Cesare Catacchio

Invia articoli

© 2009-2016 Il corriere delle Puglie - Edito da Associazione InformAEticamente - http://www.informaeticamente.it