Costume & Società

“Race for the cure”: la corsa contro il cancro del seno

“Race for the cure”: la corsa contro il cancro del seno
Federica Bartoli

di Federica Bartoli
Ogni anno da quindici anni, la Susan G. Komen Italia organizza una “Race for the cure”, una corsa di 5 kilometri allestita allo scopo di sensibilizzare la prevenzione e la lotta contro il cancro del seno.
L’associazione no profit più importante al mondo impegnata nel combattere la neoplasia che colpisce una donna su otto, fu istituita nel 1982 dalla filantropa, attivista e politica Nancy Brinker (che ne ricopre anche la carica di amministratore delegato) e continua da oltre trent’anni la sua attività di ausilio e tutela delle donne che affrontano la malattia raccogliendo fondi finalizzati al supporto della ricerca e al costante miglioramento delle cure e dei piani terapeutici.
Il 18 maggio è stata la volta di Roma: la corsa ha visto la partecipazione di circa sessanta mila persone, cinque mila delle quali erano le “Donne in rosa”, ossia tutte coloro che si trovano ad affrontare la malattia o che sono riuscite a sconfiggerla, le quali si contraddistinguevano dal resto dei corridori poiché indossavano magliette rosa preparate apposta per l’evento.

Oltre alla competizione, vinta da Fabiano Carrozza per gli uomini e da Laila Soufyane per le donne, al Circo Massimo è stato allestito un “Villaggio della salute” dove, in collaborazione con il Policlinico Gemelli di Roma e la Regione Lazio, sono state offerte oltre tre mila tra consulenze e prestazioni gratuite non limitate esclusivamente alla prevenzione del cancro del seno, ma dedicate anche alle patologie che colpiscono altre aree anatomiche, dalla pelle, all’utero, alla tiroide.
I fondi raccolti durante la manifestazione saranno interamente destinati alla creazione di nuovi progetti educativi finalizzati all’informazione e alla prevenzione della neoplasia del seno: nel corso degli anni, gli aiuti raccolti dalla fondazione hanno permesso già l’istituzione di oltre duecento iniziative affini.
Madrine dell’evento Maria Grazia Cucinotta, testimonial della manifestazione benefica da quattordici anni, e Rosanna Banfi, attrice che ha affrontato e sconfitto la malattia con successo.

Aggiungi un commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Costume & Società

Export(Are) bellezza: il modello Puglia nel mondo

Daniele D'Amico27 aprile 2017
Puglia, una meraviglia da scoprire

Puglia, lo spettacolo è ovunque: comunicazione e innovazione

Daniele D'Amico21 aprile 2017
Sanremo: Caterina Balivo contro Diletta Leotta

Sanremo, caso Leotta – Balivo: l’abbigliamento non giustifica violenze e insulti

Daniele D'Amico8 febbraio 2017
padre pio

Padre Pio e le celebrità

Francesco Tiberio23 settembre 2016

Puglia: turismo in forte crescita, anche grazie ai social

Daniele D'Amico14 settembre 2016
Mongolia

La Mongolia di Gengis Khan

Francesco Tiberio2 agosto 2016
Irina Shayk

Irina Shayk baciata dal sole della Puglia

Maria Teresa Trivisano1 agosto 2016
Nessuno Tocchi Abele

Nessuno Tocchi Abele

Antonio Catacchio18 giugno 2016
brindisi

Il brindisi nei Secoli

Francesco Tiberio20 maggio 2016

Il primo magazine online di informazione regionale, nazionale ed estera, libero ed indipendente.

Testata registrata n. 1093/2011, reg. 16, Tribunale di Bari.

Direttore responsabile: Antonio Cesare Catacchio

Invia articoli

© 2009-2016 Il corriere delle Puglie - Edito da Associazione InformAEticamente - http://www.informaeticamente.it