Relazioni & benessere

I benefici delle proteine vegetali

I benefici delle proteine vegetali

di Emanuela Dibattista
Un’alternativa alle proteine animali? Le proteine vegetali, che da sempre costituiscono il perno delle discussioni tra i sostenitori della dieta vegetariana, contrapposta a quella onnivora. Ci sono, infatti, teorie contrarie, che non mettono d’accordo i grandi illuminanti.
Sono riscontrabili sostanzialmente differenze specifiche tra i due tipi di proteine, la prima come è possibile capire, riguarda la loro natura, secondariamente, si è appurato come le proteine vegetali contengono una quantità molto ridotta di amminoacidi rispetto a quelle di origine animali (definite anche nobili, in quanto contengono tutti gli amminoacidi essenziali, ovvero quelli non sintetizzabili dal nostro corpo); in tal senso è opportuno essere a conoscenza, per tutti coloro che avessero intenzione di avvicinarsi alla dieta di tipo vegetariana, di tutte le combinazioni per mantenere il regime alimentare equilibrato che, al contrario, non si riuscirebbe ad avere. Ogni tipo di proteine è infatti privo di un particolare amminoacido essenziale: per esempio i cereali sono carenti di triptofano e lisina, invece nei legumi vengono a mancare la metionina e la cisteina.

Cosa fare per introdurli nell’organismo? Si deve cercare di assumere ad ogni pasto diversi tipi di alimenti che vanno a completarsi a vicenda, in modo da soddisfare il fabbisogno proteico. Si parla così di complementazione proteica. Quindi come e soprattutto cosa mangiare? E’ opportuno unire per esempio la pasta con i legumi, questo è infatti un eccellente abbinamento poiché gli amminoacidi di cui è carente la pasta vengono forniti dai legumi; o anche riso con i piselli, fagioli, insalata e noci; questi sono solo pochi esempi per una combinazione efficiente. Tra i legumi è possibile prendere in esempio la soia in quanto contiene le proteine migliori dato dal loro valore biologico, così come i lupini, che sono ricchissimi di proteine, unite anche ad acidi grassi essenziali, quali omega 3 e omega 6, sostanze importanti perchè proteggono il cuore in quanto abbassano il colesterolo. In sintesi si afferma che tutti i tipi di legumi combinati con cereali e pasta, pane, farro, orzo forniscono la quantità corretta di amminoacidi essenziali, grazie ai quali è possibile mantenere più a lungo il senso di sazietà, aiutandoci inoltre ad accelerare il metabolismo.  In tal senso indichiamo come importanti anche i cereali, come sempre la farina di soia è quella più ricca di proteine, accompagnato anche da frumento e farro.

Da non sottovalutare è anche la frutta secca, le noci soprattutto contengono 24 g di proteine, unite agli arachidi e le nocciole che contengono 5 e 4,5 mg di ferro.  Le proteine vegetali sono povere di grassi e producono scorie azotate, i prodotti di scarto delle proteine meno dannose che quindi non vanno a sovraccaricare i reni. Perché quindi si consigliano le proteine vegetali? Sicuramente per i loro benefici nell’organismo, prevenzioni di malattie come il cancro, di quelle cardiovascolare e inoltre essendo carenti di grassi c’è la minor insorgenza anche del colesterolo cattivo che determina un aumento della pressione arteriosa. Anche se c’è chi afferma sempre che “Se l’alimentazione è ben impostata non esiste assolutamente alcun pericolo nella scelta di escludere dalla propria alimentazione carne e pesce, né sul fronte delle possibili carenze nutrizionali né tantomeno rischi di salute”.

Delle questioni da tener sott’occhio sono date dalle carenze nutritive, che l’assunzione di proteine vegetali possono apportare nell’organismo, derivate da un cattiva combinazione degli alimenti, precedentemente annunciati, in quanto è probabile che si verifichi una carenza della vitamina B12, riscontrabile solo negli alimenti di origine animale, la cui mancanza potrebbe portare a conseguenze come l’anemia; in tal senso è consigliabile l’assunzione sotto forma di integratore della stessa vitamina. “L’industria della carne ha provocato fra gli statunitensi, più morti di tutte le guerre di questo secolo. Se la carne è la vostra idea di cibo vero per gente vera, fareste meglio a vivere in un luogo vicino all’ospedale veramente efficiente” Neal D.Bernard, presidente del “Comitato Medico per una Medicina responsabile”.

Aggiungi un commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Relazioni & benessere

zalone

Checco Zalone per la ricerca contro la SMA

Francesco Tiberio28 settembre 2016

Salute e benessere: l’importanza del Testosterone

Daniele D'Amico2 agosto 2016
Farmaci innovativi cancro

I farmaci innovativi e la lotta contro il cancro

Mariangela Lomastro3 giugno 2016

E se smettessi di fumare?

Sabrina Nicoletti10 maggio 2016
Puglia

Puglia: Va di moda il matrimonio vip, contagiati anche i politici

Daniele D'Amico10 marzo 2016

APeRI LE DANZE

Antonio Catacchio21 dicembre 2015

Cibo e amore? Una relazione inscindibile

Francesca Cataldo18 settembre 2015

Simulatori di vita sociale: costruirsi una seconda vita

Ricky Violante3 settembre 2015

Facebook e il live streaming

Daniele D'Amico31 agosto 2015

Il primo magazine online di informazione regionale, nazionale ed estera, libero ed indipendente.

Testata registrata n. 1093/2011, reg. 16, Tribunale di Bari.

Direttore responsabile: Antonio Cesare Catacchio

Invia articoli

© 2009-2016 Il corriere delle Puglie - Edito da Associazione InformAEticamente - http://www.informaeticamente.it