Politica estera

9 novembre 1989, venticinque anni fa cadeva il Muro di Berlino

La capitale tedesca non dimentica e ha ricordato quel giorno con diverse celebrazioni

Questo articolo è stato visualizzato 1.400 volte. Leggi altri articoli di: Antonella Tomaselli.

9 novembre 1989, venticinque anni fa cadeva il Muro di Berlino
Antonella Tomaselli

In occasione dei venticinque anni dalla caduta del Muro di Berlino, avvenuta il 9 novembre 1989, la città ha ricordato tale evento con diverse celebrazioni. Eretto durante la notte fra il 12 e il 13 agosto del 1961 per frenare l’esodo verso ovest, il muro era lungo 155 km. Quando venne costruito, decine di migliaia di abitanti della parte orientale della città si spostavano in quella occidentale. Rappresentava la barriera di divisione della Germania e il suo abbattimento ha sancito la fine della Guerra Fredda.
Il crollo del Muro ha ridato speranza a quanti credevano nella riunificazione del territorio tedesco e lo hanno dimostrato tutti colori che sono accorsi a demolirlo con i loro picconi. Finivano così il comunismo e la contrapposizione dei blocchi in cui era diviso il pianeta dopo la II guerra mondiale.

Momenti di festa quindi a Berlino e in tutta la Germania per non dimenticare quello che tale demolizione ha significato, in particolar modo nella capitale tedesca è stata accesa un’installazione di 8mila palloncini di elio lungo l’ex tracciato centrale del muro. “Noi abbiamo oggi la forza di creare il nostro futuro, noi possiamo volgere la realtà al meglio, ecco il messaggio che la caduta del Muro ci tramanda”, ha dichiarato Angela Merkel, presente ieri a Bernauer Strasse per omaggiare con una rosa le persone morte nel tentativo di fuggire dalla Germania dell’Est. La cancelliera ha inoltre sottolineando che quanto è accaduto venticinque anni fa: “ha mostrato che i sogni possono diventare realtà, niente deve restare com’è, indipendentemente da quanto siano grandi gli ostacoli”.

Anche Google ha celebrato questo anniversario con un video-doodle che ha preso il posto del logo del motore di ricerca. Nel video sono state mostrate alcune immagini risalenti al 1989 e alla caduta del Muro di Berlino, e altre che mostrano pezzi di Muro oggi, conservati in alcune delle più importanti città del mondo. Infine non è mancato il messaggio di Papa Francesco il quale, durante il suo consueto Angelus domenicale, ha chiesto che “si diffonda sempre più una cultura dell’incontro, capace di far cadere tutti i muri che ancora dividono il mondo, e non accada più che persone innocenti siano perseguitate e perfino uccise a causa del loro credo e della loro religione”.

Aggiungi un commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Politica estera

astana-kazakistan

Astana, capitale del Kazakistan, sede d’Ambasciata del Gran Principato di Dobrynia

Francesco Tiberio17 agosto 2018
kosovo

Intervista col vice Ministro Affari Esteri del Kosovo Gjergj Dedaj

Francesco Tiberio31 luglio 2018
Donald Trump

Donald Trump ha toccato le corde degli americani con delle keyword

Daniele D'Amico11 novembre 2016

Emergenza profughi siriani

Valentina Addabbo30 marzo 2016

L’Arabia rompe le relazioni con l’Iran

Daniele D'Amico4 gennaio 2016

Protocollo di Kyoto del 1997: l’ipocrisia di civiltà

Ricky Violante3 dicembre 2015

La Regione Puglia solidale con la Francia

Antonio Catacchio16 novembre 2015

Italiani di Crimea, riconosciuto lo status di deportati

Vincenzo Demichele18 settembre 2015
Cina

La Cina si rinnova, “addio alla politica del figlio unico”

Daniele D'Amico12 agosto 2015

Il primo magazine online di informazione regionale, nazionale ed estera, libero ed indipendente.

Testata registrata n. 1093/2011, reg. 16, Tribunale di Bari.

Direttore responsabile: Antonio Cesare Catacchio

Invia articoli

© 2009-2016 Il corriere delle Puglie - Edito da Associazione InformAEticamente - http://www.informaeticamente.it