Osservazioni su un agglomerato urbano che tende sempre più a costruire l’immagine sbagliata di un “non luogo” relegato nel profondo sud"> Bitonto, tra crimine e legalitàOsservazioni su un agglomerato urbano che tende sempre più a costruire l'immagine sbagliata di un "non luogo" relegato nel profondo sud - Il Corriere delle Puglie - NEWS
Arte, cultura e spettacolo

Bitonto, tra crimine e legalità
Osservazioni su un agglomerato urbano che tende sempre più a costruire l’immagine sbagliata di un “non luogo” relegato nel profondo sud

Bitonto, tra crimine e legalità
Osservazioni su un agglomerato urbano che tende sempre più a costruire l’immagine sbagliata di un “non luogo” relegato nel profondo sud

di Rosalba Lovero
Bitonto può considerarsi una tra le città più interessanti dal punto di vista della sua urbanistica. Basti pensare ad esempio alla splendida Cattedrale, in stile romanico – pugliese sul modello della Basilica di San Nicola di Bari, pronta ad accogliere centinaia di turisti ogni anno.
Affascinante appare anche il Torrione Angioino, erroneamente chiamato dai bitontini “Castello”, considerata la torre più imponente della cinta muraria della città.
Sempre più di frequente, tuttavia, sento parlare di Bitonto non più come di una città da ammirare, bensì come di una città da “evitare”, considerati i puntualissimi articoli di cronaca bitontina che leggiamo ogni giorno sui giornali, tanto cartacei quanto più moderni e rapidamente più diffusi “online”, quasi come se fossero “pane quotidiano” all’ordine del giorno: furti, rapine, scippi, violenze di ogni genere, atti vandalici e chi più ne ha, più ne metta.
Sembra quasi che tutto questo “squallore” rientri nella “normalità”, perchè tutto ciò che si continua abitualmente a leggere non suscita più scalpore.
Ed è diventato quasi più sorprendente il fatto di non venire a conoscenza quotidianamente di episodi di cronaca “nera”  anzichè di eventi che riqualifichino la città.
Mantenere vivo il centro abitato significa colorarlo di iniziative, come se questi fosse una tavolozza di un pittore (escludendo per tanto, possibilmente, il nero), esaltandone le sfumature, evidenziandone i punti di forza.
Non che sia meno importante denunciare disagi ed episodi di criminalità, rispetto a programmazioni culturali, artistiche ed educative di cui la collettività spesso ha avuto modo di beneficiare, eppure, i primi sembrerebbero avere un riscontro ed un eco mediatico, in particolar modo sui social, di gran lunga superiore a quello dei secondi.
Questo è un dato di fatto che non da alcun lustro alla nostra amata cittadina, nella misura in cui l’efferatezza dei crimini che si perpetrano, molto spesso simili a quelli che avvengonono anche in altri luoghi della Puglia, sembrano per Bitonto, a differenza di altre città, essere diventati gli argomenti più discussi e gli unici da trattare pubblicamente, in modo esclusivo esaltandone visibilità.

Aggiungi un commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Arte, cultura e spettacolo

noreka

ARS, tra cultura e divertimento

Francesco Tiberio4 dicembre 2018
stan-lee2

Muore Stan Lee, padre dei supereroi

Francesco Tiberio15 novembre 2018
Michele Pinto Wendie Webfest

Cinema e vino: eccellenze pugliesi al Wendie Webfest 2018 di Amburgo

Tiziana Di Gravina14 settembre 2018
Enzo Avitabile al Talos Festival

La musica dei popoli di Enzo Avitabile *Intervista*

Tiziana Di Gravina8 settembre 2018

Libri giganti sul porto di Trani con Fondazione Megamark

Tiziana Di Gravina23 agosto 2018
bgeek2018

Bgeek 2018: Il festival barese punta sempre più in alto

Francesco Tiberio13 giugno 2018
"In vino veritas"

“In vino veritas” riscopre il rapporto fra Dio, uomo e natura

Tiziana Di Gravina12 giugno 2018
Leonardo Alberto Moschetta al Bifest 2018

Leonardo Alberto Moschetta, da Andria alla “Napoli velata”

Tiziana Di Gravina1 maggio 2018
Bernardo Bertolucci

Bifest2018: la storia del cinema di Bernardo Bertolucci

Tiziana Di Gravina30 aprile 2018

Il primo magazine online di informazione regionale, nazionale ed estera, libero ed indipendente.

Testata registrata n. 1093/2011, reg. 16, Tribunale di Bari.

Direttore responsabile: Antonio Cesare Catacchio

Invia articoli

© 2009-2016 Il corriere delle Puglie - Edito da Associazione InformAEticamente - http://www.informaeticamente.it