Arte, cultura e spettacolo

Mola di Bari: nasce il forum regionale dell’agricoltura sociale

Mola di Bari: nasce il forum regionale dell’agricoltura sociale

di Rosalba Lovero
Cos’è l’agricoltura sociale? Occorre in primis partire da questo interrogativo per poterne comprendere il significato.
L’agricoltura sociale nasce dall’incontro fra le politiche per la salute e le politiche agricole. Dunque, le politiche di sviluppo rurale risultano a pieno titolo inserite in quelle che condizionano il benessere.

Possiamo perciò definire “l’agricoltura sociale” come una nuova pratica che, attraverso iniziative promosse sia in ambito agricolo, sia in ambito alimentare, ha lo scopo di reinserire i soggetti svantaggiati nella comunità, con e attraverso percorsi terapeutici e riabilitativi e al contempo produrre beni.
Per soggetti svantaggiati facciamo riferimento a persone con disabilità fisica, mentale e  sociale o anche detenuti, tossicodipendenti, migranti e rifugiati per favorirne l’inserimento sociale e lavorativo. Trattasi dunque di “multifunzionalità” poichè ingloba varie finalità sociali.
Può inoltre considerarsi un importante strumento operativo con il quale, i governi regionali e locali, coinvolgono una pluralità di soggetti giuridici, cittadini, aziende ed enti. Utilizzando associazioni preposte, questi governi possono applicare efficaci politiche del welfare in ambito territoriale.
Alla luce di tale importanza ed in seguito ad una concreta partecipazione di varie realtà pugliesi, con il Patrocinio del comune di Bari nasce il 29 gennaio 2015 a Mola di Bari il forum regionale dell’agricoltura sociale. Quest’ultimo sta riscuotendo un notevole interesse, ponendosi come elemento innovativo per la cura dei territori.
In questo incontro, Cecilia Posca e Fabrizio Guglielmi sono stati eletti portavoce regionali delle iniziative di questo progetto.

Insieme a loro è stato nominato un comitato promotore che coinvolgerà cooperative sociali, aziende agricole ed operatori del terzo settore: coinvolgendo l’intera Puglia, avrà lo scopo di creare un collegamento tra le singole esperienze pugliesi di Agricoltura sociale.
Antonio Carbone, portavoce del Forum Nazionale dell’Agricoltura Sociale, ha presenziato l’incontro di Mola di Bari, evidenziando l’importanza dell’Agricoltura Sociale:
“Quando parliamo di agricoltura sociale, parliamo di una nuova economia che mette in relazione le persone e le aziende con le istituzioni, con la società, con il territorio”.
Per ulteriori informazioni e chiarimenti, è possibile consultare il sito www.forumagricolturasociale.it,  nel quale sono presente testimonianze di tutte le realtà regionali, a conferma del fatto che “il sociale dà buoni frutti”.

Aggiungi un commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Arte, cultura e spettacolo

noreka

ARS, tra cultura e divertimento

Francesco Tiberio4 dicembre 2018
stan-lee2

Muore Stan Lee, padre dei supereroi

Francesco Tiberio15 novembre 2018
Michele Pinto Wendie Webfest

Cinema e vino: eccellenze pugliesi al Wendie Webfest 2018 di Amburgo

Tiziana Di Gravina14 settembre 2018
Enzo Avitabile al Talos Festival

La musica dei popoli di Enzo Avitabile *Intervista*

Tiziana Di Gravina8 settembre 2018

Libri giganti sul porto di Trani con Fondazione Megamark

Tiziana Di Gravina23 agosto 2018
bgeek2018

Bgeek 2018: Il festival barese punta sempre più in alto

Francesco Tiberio13 giugno 2018
"In vino veritas"

“In vino veritas” riscopre il rapporto fra Dio, uomo e natura

Tiziana Di Gravina12 giugno 2018
Leonardo Alberto Moschetta al Bifest 2018

Leonardo Alberto Moschetta, da Andria alla “Napoli velata”

Tiziana Di Gravina1 maggio 2018
Bernardo Bertolucci

Bifest2018: la storia del cinema di Bernardo Bertolucci

Tiziana Di Gravina30 aprile 2018

Il primo magazine online di informazione regionale, nazionale ed estera, libero ed indipendente.

Testata registrata n. 1093/2011, reg. 16, Tribunale di Bari.

Direttore responsabile: Antonio Cesare Catacchio

Invia articoli

© 2009-2016 Il corriere delle Puglie - Edito da Associazione InformAEticamente - http://www.informaeticamente.it