Lavoro & coaching

Lavoro: in Italia, carico fiscale inferiore al sud

Il dato medio per i dipendenti è di 30.953 euro l'anno di cui il 46,7% se ne va in tasse

Questo articolo è stato visualizzato 684 volte. Leggi altri articoli di: Daniele D'Amico.

Lavoro: in Italia, carico fiscale inferiore al sud
Daniele D'Amico

Italia: I lavoratori autonomi costano meno dei dipendenti, infatti il dato medio è di  di 23.432 euro con il 31% di imposte

Aumento del cuneo fiscale

Il cuneo fiscale 
e contributivo continua ad aumentare in Italia. Lo segnala 
l’Istat in base a una stima dell’indagine “Reddito elavoro 
condizioni di vita”. Nel 2012, dato più recente reso noto 
oggi, la differenza tra il costo sostenuto dal datore di 
lavoro e la retribuzione netta del lavoratore è pari, in media, al 46,7%. Per il 2011 l’Istat aveva indicato una  
percentuale del 46,3%. La fotografia scattata per il 
2012 aggiunge che i contributi sociali dei datori di lavoro 
ammontano al 25,6% mentre il restante 21,1% è a carico dei 
lavoratori in termini di imposte e contributi.

Il costo medio 
del lavoro dipendente, al lordo delle imposte e dei 
contributi sociali, è di 30.953 euro all’anno e il 
lavoratore di netto ne percepisce poco più della metà (il 
53,3%), per un importo medio pari a 16.498 euro. 
L’indagine 
dell’Istat mette poi in evidenza che il reddito medio da lavoro autonomo, al lordo delle imposte e dei contributi 
sociali, è pari a 23.432 euro annui e il reddito netto 
rappresenta il 69,3% del totale (16.237 euro).

Se si include anche la stima dell’Irap, le imposte sul reddito da lavoro 
autonomo rappresentano il 14,3% del reddito lordo, i contributi sociali il 16,4%. Oltre la metà dei redditi lordi 
individuali (54%) si colloca tra 10.001 e 30mila euro annui, 
il 25,8% è al di sotto dei 10.001 euro e il 17,6% risulta 
tra 30.001 e 70mila. Solo il 2,4% supera i 70mila euro.

Lavoro: al sud reddito basso e con un  solo percettore

lavoroL’Istat spiega che oltre la metà dei redditi lordi individuali (54%) si colloca tra 10.001 e 30.000 euro annui, il 25,8% è al di sotto dei 10.001 euro e il 17,6% risulta tra 30.001 e 70.000. Solo il 2,4% supera i 70.000 euro. In questo contesto, l’incidenza delle imposte dirette sul totale dei redditi individuali lordi (al netto dei contributi sociali) è pari al 19,4%, si attesta al 21,3% per il reddito da lavoro dipendente, al 17,5% per le pensioni e al 17,1% (Irap inclusa) per il reddito da lavoro autonomo. Dal punto di vista geografico, il carico fiscale è inferiore tra le famiglie del Mezzogiorno (16,3%) – essendo il reddito mediamente più basso e il numero di familiari a carico più elevato – rispetto a quelle del Nord-est (19,9%) del Centro (20,1%) e del Nord-ovest (21%). Per le famiglie con un solo percettore, il più basso livello di reddito determina un’aliquota media fiscale inferiore di oltre mezzo punto percentuale (18,9%) a quella delle famiglie con due o più percettori (19,6%)

 

Aggiungi un commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lavoro & coaching
Daniele D'Amico
@1danyda

Nato a Taranto il 25/04/1980, da sempre appassionato di Digital Journalism, Social Network e Digital Marketing. SEO Editor e Social Media Strategist. In costante formazione.

Altro in Lavoro & coaching

Il mercato del lavoro in Italia

Gli italiani e il lavoro: sono troppe le anomalie?

Daniele D'Amico30 ottobre 2017
egione Puglia nuove linee guida in materia di formazione e lavoro

Regione Puglia: nuove linee guida in materia di formazione e lavoro

Daniele D'Amico23 giugno 2017
Il presente è l'industria 4.0

Piano nazionale industria 4.0: opportunità per le imprese italiane

Daniele D'Amico21 febbraio 2017
Direttori generali

Nuovo avviso Regione Puglia per direttori generali delle aziende ed enti S.S.R.

Mariangela Lomastro16 settembre 2016

Aziende e digitale: le HR hanno un ruolo fondamentale

Daniele D'Amico31 maggio 2016

Job Meeting Bari, un’opportunità di lavoro e di orientamento

Antonella Tomaselli21 maggio 2016

Customer Experience e Social Network, connubio vincente

Daniele D'Amico17 maggio 2016

Influencer, gli opinionisti dell’era digitale

Antonio Catacchio11 febbraio 2016

Farmacie Puglia: assegnazioni nuove sedi dal 31 gennaio

Antonio Catacchio29 gennaio 2016

Il primo magazine online di informazione regionale, nazionale ed estera, libero ed indipendente.

Testata registrata n. 1093/2011, reg. 16, Tribunale di Bari.

Direttore responsabile: Antonio Cesare Catacchio

Invia articoli

© 2009-2016 Il corriere delle Puglie - Edito da Associazione InformAEticamente - http://www.informaeticamente.it