Cronaca nazionale

730 precompilato in arrivo dal 15 aprile

730 precompilato in arrivo dal 15 aprile
Mariangela Lomastro

Compilazione modello 730/2013di Mariangela Lomastro
Sul sito dell’Agenzia delle Entrate si dà notizia dell’avvio di una sperimentazione in materia di dichiarazione dei redditi. Da metà aprile infatti, l’Agenzia metterà a disposizione dei titolari di redditi di lavoro dipendente e assimilati, il modello 730 precompilato. Il modello è una sorta di dichiarazione base che potrà può essere accettata o modificata.
Dal punto di vista del contribuente i vantaggi sono diversi. Da un lato c’è l’ulteriore semplificazione nella compilazione del modello, ma dall’altro il vantaggio fondamentale per il contribuente è legato ai controlli. La nota dell’Agenzia spiega infatti che se il contribuente accetta e presenta il 730 precompilato senza apportare alcuna modifiche, o direttamente oppure al sostituto d’imposta, non andrà incontro ai controlli documentali sugli oneri detraibili e deducibili (interessi passivi, premi assicurativi e contributi previdenziali) che sono stati comunicati dai soggetti che erogano mutui fondiari e agrari, dalle imprese di assicurazione e dagli enti previdenziali.
La dichiarazione precompilata si considera accettata anche se il contribuente effettua delle modifiche che non incidono sul calcolo del reddito complessivo o dell’imposta (ad esempio se vengono variati i dati della residenza anagrafica senza modificare il comune del domicilio fiscale). Se invece il cittadino presenta il 730 precompilato al Caf o al professionista abilitato (questa volta con o senza modifiche), i controlli documentali saranno effettuati nei confronti di questi ultimi. Infine, il cittadino ha sempre la facoltà di presentare la propria dichiarazione dei redditi compilandola in autonomia con le modalità ordinarie (730 ordinario o modello Unico PF).

Vediamo in dettaglio chi può partecipare a tale sperimentazione. Il modello 730/2015 precompilato riguarderà i lavoratori dipendenti e ai pensionati che hanno presentato il modello 730/2014 per i redditi dell’anno 2013 e, inoltre, hanno ricevuto dal sostituto d’imposta la Certificazione Unica 2015 (che da quest’anno sostituisce il CUD) con le informazioni relative ai redditi di lavoro dipendente e assimilati e/o ai redditi di pensione percepiti nell’anno 2014.
La dichiarazione precompilata viene predisposta anche per i contribuenti, in possesso della Certificazione Unica 2015, che per l’anno 2013 hanno presentato il modello Unico Persone fisiche 2014 pur avendo i requisiti per presentare il modello 730, oppure hanno presentato, oltre al modello 730, anche i quadri RM, RT e RW del modello Unico Persone fisiche 2014.
La dichiarazione precompilata non viene predisposta se, con riferimento all’anno d’imposta precedente, il contribuente ha presentato dichiarazioni correttive nei termini o integrative per le quali, al momento della elaborazione della dichiarazione precompilata, è ancora in corso l’attività di liquidazione automatizzata.

Sarà possibile accedere al modello 730 precompilato da un’apposita sezione del sito internet dell’Agenzia delle Entrate. Per accedere a questa sezione è necessario essere in possesso del codice Pin (occorre consultare le pagine del sito con le informazioni necessarie alla richiesta del codice Pin).
Il 730 precompilato deve essere presentato entro il 7 luglio, sia nel caso di presentazione diretta all’Agenzia delle Entrate, sia nel caso di presentazione al sostituto d’imposta oppure al Caf o al professionista. Per ogni ulteriore informazione di dettaglio, consultare il sito www.agenziaentrate.gov.it .

Aggiungi un commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Cronaca nazionale

city toys

City toys, in cinque dovranno rispondere per concorso in truffa continuata

Antonio Catacchio1 ottobre 2016

Scuola, al via il primo giorno. Arrivederci estate…..

Daniele D'Amico12 settembre 2016

Omicidio di Corsico: l’assasinio di Iulian Razvan Laszlo

Antonio Catacchio22 giugno 2016
Antitrust

Antitrust e GdF: stop a 174 siti

Pierfrancesco Caira18 marzo 2016

Farmacie Puglia: assegnazioni nuove sedi dal 31 gennaio

Antonio Catacchio29 gennaio 2016

Trivellazioni, sì della Consulta al referendum

Vincenzo Demichele22 gennaio 2016

Primo interpello concorso sedi farmaceutiche

Antonio Catacchio13 dicembre 2015

Concorso Straordinario Farmacie Regione Puglia

Mariangela Lomastro19 ottobre 2015

Chiesa e Sinistra: quasi amici

Ricky Violante16 ottobre 2015

Il primo magazine online di informazione regionale, nazionale ed estera, libero ed indipendente.

Testata registrata n. 1093/2011, reg. 16, Tribunale di Bari.

Direttore responsabile: Antonio Cesare Catacchio

Invia articoli

© 2009-2016 Il corriere delle Puglie - Edito da Associazione InformAEticamente - http://www.informaeticamente.it