Cronaca

Maxi truffa DOP di Altamura: 7000 kg di pane sequestrati

Maxi truffa DOP di Altamura: 7000 kg di pane sequestrati

PANE DI ALTAMURA D.O.P.di Maria Ragone
“Pane di Altamura”  riportavano i cartelli sui banchi vendita, inducendo i consumatori a comprare pane DOP (Denominazione di Origine Protetta): in realtà era comune pane di semola rimacinata. Le indagini del Corpo Forestale, lunghe otto mesi, hanno condotto al sequestro di 7000 kg di pane di dubbia provenienza e alla denuncia per frode e contraffazione delle denominazioni dei prodotti. Ora 19 negozianti rischiano fino a due anni di reclusione e fino a 20.000 € di multa. La maxi truffa coinvolge Andria, Bari, Corato, Bisceglie, Molfetta e Ruvo di Puglia.

Per Giovanni Cantele, Presidente della Coldiretti Puglia, questa “è la prova provata che non bisogna mai abbassare la guardia rispetto a frodi e sofisticazioni che tagliano trasversalmente tutto il settore agroalimentare e non risparmiano alcun prodotto, dall’olio al vino, dagli ortaggi al pane“. E intanto, Angelo Corsetti, Direttore della Coldiretti Puglia intende rassicurare i consumatori “incoraggiando il loro coinvolgimento nella politica di sicurezza alimentare, garantendo il monitoraggio e la trasparenza in tutta la filiera alimentare  e il maggior grado possibile di conoscibilità delle caratteristiche essenziali dei prodotti, al fine di consentire loro di effettuare scelte di acquisto pienamente consapevoli basate su una completa e corretta informazione in merito alle caratteristiche dei prodotti”.

Visualizza Commenti (1)

1 Commento

  1. marco

    24 marzo 2015 at 18:11

    Dobbiamo tutelare il nostro Made in Italy. Non possiamo accettare che prodotti che sono delle risorse per il nostri territori vengano contraffatti e spacciati soprattutto per originali. La tracciabilità è una cosa importante.Riuscire a riconoscere grazie ad un’applicazione sul telefonino se il prodotto che stiamo acquistando è originale e avere accesso ad una serie di informazioni aggiuntive a portata di clic: il sistema SEiD permette tutto ciò, grazie ad una tecnologia innovativa, semplice ed economica, applicabile a tutti i prodotti sul mercato soprattutto quelli a rischio contraffazione.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Cronaca

Marilù Mastrogiovanni

Sequestro preventivo per il magazine “Il tacco d’Italia”

Tiziana Di Gravina12 dicembre 2017
caduceo

Caduceo d’Oro 2017: il Welfare negli anni della crisi

Mariangela Lomastro16 novembre 2017
arrestospada

Roberto Spada arrestato dopo l’aggressione alla troupe di Nemo

Francesco Tiberio13 novembre 2017
Valentino Lo Sito al consiglio nazionale dei giornalisti

Ordine dei Giornalisti: Losito eletto consigliere nazionale

Daniele D'Amico25 settembre 2017
sanremo

Sanremo 2017, trovato morto Piero Petrullo

Mariangela Lomastro8 febbraio 2017
magistrati-anm

Si apre l’anno giudiziario. L’Anm non ci sta e diserta

Francesco Tiberio27 gennaio 2017
natale

Natale 2016: Tra mercatini e vandalismo

Francesco Tiberio19 dicembre 2016
bolkestein

La direttiva Bolkestein e il commercio su aree pubbliche

Francesco Tiberio6 dicembre 2016
world press photo

World Press Photo: “la più importante mostra di fotogiornalismo del mondo”, a Bari, ma i giornalisti non sono graditi ospiti.

Redazione19 novembre 2016

Il primo magazine online di informazione regionale, nazionale ed estera, libero ed indipendente.

Testata registrata n. 1093/2011, reg. 16, Tribunale di Bari.

Direttore responsabile: Antonio Cesare Catacchio

Invia articoli

© 2009-2016 Il corriere delle Puglie - Edito da Associazione InformAEticamente - http://www.informaeticamente.it