Cronaca

Ulivi leccesi nel mirino della Xylella e… della speculazione edilizia?

Ulivi leccesi nel mirino della Xylella e… della speculazione edilizia?

xylelladi Maria Ragone
Il flagello che sta facendo ecatombe degli ulivi salentini ha un nome: Xylella fastidiosa. E, a quanto risulta dalle indagini della Forestale, anche un luogo di provenienza certo al 99.9%: il Costa Rica. Il batterio, infatti, è stato identificato non solo su oleandri in Costa Rica, ma anche su piante ornamentali olandesi provenienti dal Paese dell’America settentrionale.

Ma come è arrivato il batterio in Italia? Fra le ipotesi, una delle più discusse è quella che riguarda il convegno di esperti internazionali, tenutosi a Bari nel 2010. In questa occasione, il batterio fu introdotto in Italia con scopi di sperimentazione per il convegno organizzato dall’Iam, Istituto agronomico mediterraneo.
Dunque, basterebbe accedere agli archivi e ai documenti dell’Istituto per poter procedere nell’indagine. Invece no, come lamenta il pubblico ministero leccese Mignone, in un’intervista sulle pagine di “Famiglia cristiana“, l’Iam “gode per legge di un’immunità assoluta“.
Sui documenti dell’Istituto è posto il divieto di accesso, perquisizione, sequestro e confisca. Ma la Xylella è protagonista di una vicenda più intricata di quanto sembra.

Secondo un imprenditore olivicolo salentino, i luoghi colpiti dal batterio sono quelli “che fanno gola ai costruttori e ai magnati del comparto turistico“. Ebbene sì, la speculazione edilizia in Italia non risparmia niente e nessuno: anche gli ulivi secolari, ‘monumenti paesaggistici’ intoccabili potrebbero costituire “miniere d’oro del comparto turistico e immobiliare“. L’UE intende procedere con agenti chimici ed eradicazioni per evitare che il batterio valichi i confini pugliesi. Ma, intanto, ad andare in fumo non sono solo le ramaglie degli ulivi, ma anche tutta la fatica e il lavoro degli agricoltori; ad essere logorati non sono solo questi alberi, ma i cuori di leccesi e pugliesi che da sempre considerano l’ulivo simbolo di questa terra.

Aggiungi un commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Cronaca

Marilù Mastrogiovanni

Sequestro preventivo per il magazine “Il tacco d’Italia”

Tiziana Di Gravina12 dicembre 2017
caduceo

Caduceo d’Oro 2017: il Welfare negli anni della crisi

Mariangela Lomastro16 novembre 2017
arrestospada

Roberto Spada arrestato dopo l’aggressione alla troupe di Nemo

Francesco Tiberio13 novembre 2017
Valentino Lo Sito al consiglio nazionale dei giornalisti

Ordine dei Giornalisti: Losito eletto consigliere nazionale

Daniele D'Amico25 settembre 2017
sanremo

Sanremo 2017, trovato morto Piero Petrullo

Mariangela Lomastro8 febbraio 2017
magistrati-anm

Si apre l’anno giudiziario. L’Anm non ci sta e diserta

Francesco Tiberio27 gennaio 2017
natale

Natale 2016: Tra mercatini e vandalismo

Francesco Tiberio19 dicembre 2016
bolkestein

La direttiva Bolkestein e il commercio su aree pubbliche

Francesco Tiberio6 dicembre 2016
world press photo

World Press Photo: “la più importante mostra di fotogiornalismo del mondo”, a Bari, ma i giornalisti non sono graditi ospiti.

Redazione19 novembre 2016

Il primo magazine online di informazione regionale, nazionale ed estera, libero ed indipendente.

Testata registrata n. 1093/2011, reg. 16, Tribunale di Bari.

Direttore responsabile: Antonio Cesare Catacchio

Invia articoli

© 2009-2016 Il corriere delle Puglie - Edito da Associazione InformAEticamente - http://www.informaeticamente.it