Cronaca regionale

Xylella in Puglia: Francia dice stop alle importazioni

#iononcompromadeinfrancia è la campagna lanciata da Schittulli

Questo articolo è stato visualizzato 1.141 volte. Leggi altri articoli di: Francesco Tiberio.

Xylella in Puglia: Francia dice stop alle importazioni
Francesco Tiberio

Dall’ulivo alla vite, ma anche ciliegio, arancio, e numerose piante ornamentali, per un totale di 102 specie vegetali che non potranno più essere esportate dalla Puglia in Francia per effetto del Decreto del ministero dell’Agricoltura francese Stéphane Le Foll a causa del rischio Xylella.

Un decreto è stato firmato oggi e verrà pubblicato domani” si legge in una nota “per vietare l’importazione in Francia di vegetali sensibili a Xylella fastidiosa e provenienti dalle zone colpite dal batterio”. Ma l’Italia non ci sta. Difenderemo i nostri interessi nazionali“, dice il Ministro delle Politiche agricole, Maurizio Martina, riferendo di aver già contattato il suo omologo francese “per ottenere chiarimenti sul procedimento adottato”. Ma cos’è la Xylella? Il suo nome completo è “Xylella fastidiosa” ed è un batterio noto per essere un microrganismo dannoso per le coltivazioni agricole che provoca il disseccamento degli ulivi. Quando una pianta s’infetta, i batteri portano alla formazione di un gel, ostruendo l’irradiamento dell’acqua attraverso i vasi linfatici e bloccando la sua nutrizione. I potatori esperti di ulivi dicono che l’essiccamento dell’ulivo è provocato dall’infiltrazioni dell’acqua nella corteccia distruggendo così il tessuto interno della pianta creando segatura. Pulendo l’albero da questa segatura la ripresa è evidente nei prossimi mesi.

Contro il bando di Parigi, si è anche espresso Nichi Vendola in una lettera inviata al premier Renzi ed al ministro Martina, che afferma: “l’immediato intervento del governo contro il provvedimento adottato da un altro Stato membro dell’Unione, che, attivando una misura di salvaguardia, viola la decisione comunitaria e si pone in procedura di infrazione creando un grave danno all’economia pugliese”. Contro Parigi è poi partita la campagna #iononcomproMadeinFrance, lanciata dal candidato del centrodestra alla Regione, Francesco Schittulli: “Invito i pugliesi a non comprare i prodotti francesi”, così postato sulla sua pagina Facebook.

Aggiungi un commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Cronaca regionale

Marilù Mastrogiovanni

Sequestro preventivo per il magazine “Il tacco d’Italia”

Tiziana Di Gravina12 dicembre 2017
caduceo

Caduceo d’Oro 2017: il Welfare negli anni della crisi

Mariangela Lomastro16 novembre 2017
Valentino Lo Sito al consiglio nazionale dei giornalisti

Ordine dei Giornalisti: Losito eletto consigliere nazionale

Daniele D'Amico25 settembre 2017
world press photo

World Press Photo: “la più importante mostra di fotogiornalismo del mondo”, a Bari, ma i giornalisti non sono graditi ospiti.

Redazione19 novembre 2016
caduceo

Caduceo d’Oro 2016: l’innovazione sostenibile

Mariangela Lomastro8 novembre 2016
Confconsumatori

ConfConsumatori parte offesa nel precedimento sul disastro ferroviario

Antonio Catacchio27 settembre 2016
Tragedia

Tragedia ferroviaria sulla tratta Corato/Barletta

Francesco Tiberio13 luglio 2016
vincenzo matarrese

Addio a Vincenzo Matarrese: domani 15 giugno i funerali nella Cattedrale di San Sabino

Antonio Catacchio14 giugno 2016

Decaro di parola: in arrivo le telecamere sui bus

Mariangela Lomastro31 marzo 2016

Il primo magazine online di informazione regionale, nazionale ed estera, libero ed indipendente.

Testata registrata n. 1093/2011, reg. 16, Tribunale di Bari.

Direttore responsabile: Antonio Cesare Catacchio

Invia articoli

© 2009-2016 Il corriere delle Puglie - Edito da Associazione InformAEticamente - http://www.informaeticamente.it