Arte, cultura e spettacolo

Gli equinozi: codici astronomici

Tra Storia e mistero

Questo articolo è stato visualizzato 1.083 volte. Leggi altri articoli di: Francesco Tiberio.

Gli equinozi: codici astronomici
Francesco Tiberio

Che il cielo fosse soggetto a cambiamenti fu già osservazione di Ipparco, uno dei più grandi astronomi dell’antichità, come scrisse Giacomo Leopardi in “Storia dell’astronomia“. La prima stima del cielo si ha nell’anno 130 a.C. della precessione terrestre, chiamata anche “degli equinozi“, perché la rotazione della volta celeste comporta che gli equinozi ruotino lentamente attorno al cielo.

Confrontandosi con quanto osservato da astronomi alessandrini e servendosi di particolari conoscenze dei caldei babilonesi, Ipparco riuscì a sviluppare precisi modelli matematici per spiegare il moto del sole e della luna. Ma già Platone si conosceva il fenomeno della precessione: poiché la terra ha forma ellissoidale, il suo moto giroscopico viene perturbato dalle forze esterne e detta precessione comporta che tutta la volta celeste sembra lentamente ruotare e far sì che risulti lo spostamento delle costellazioni zodiacali astrologiche. Che vuol significare e quali effetti stellari possono dunque aver influenzato le varie epoche e civiltà passate? Inoltre quali presagi se ne possono trarre per l’avvenire del nostro sistema terrestre e dell’intero universo? Nel passato dell’uomo vi erano conoscenze astronomiche e sapienzali accurate, espresse in linguaggi e simboli mitologici, per cui le storie dei vari leggendari eroi di ogni epoca e civiltà, seppur incomprensibili talvolta o misteriose, nascondevano sacrali verità: percorsi iniziatici, alchemici, “prove precessionali” di risveglio ed evoluzione spirituale.

Un linguaggio simbolico ancestrale, dunque, quello del fenomeno astronomico, un “codice” che espresso in numeri permise di costruire architetture enigmatiche, comporre musiche celestiali, poemi e metriche che sfidano il tempo. Tra simboli perduti e luci ritrovate, possiamo dire essere tutta la storia celata dell’uomo, un lungo viaggio di pura astronomia.

Aggiungi un commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Arte, cultura e spettacolo

noreka

ARS, tra cultura e divertimento

Francesco Tiberio4 dicembre 2018
stan-lee2

Muore Stan Lee, padre dei supereroi

Francesco Tiberio15 novembre 2018
Michele Pinto Wendie Webfest

Cinema e vino: eccellenze pugliesi al Wendie Webfest 2018 di Amburgo

Tiziana Di Gravina14 settembre 2018
Enzo Avitabile al Talos Festival

La musica dei popoli di Enzo Avitabile *Intervista*

Tiziana Di Gravina8 settembre 2018

Libri giganti sul porto di Trani con Fondazione Megamark

Tiziana Di Gravina23 agosto 2018
bgeek2018

Bgeek 2018: Il festival barese punta sempre più in alto

Francesco Tiberio13 giugno 2018
"In vino veritas"

“In vino veritas” riscopre il rapporto fra Dio, uomo e natura

Tiziana Di Gravina12 giugno 2018
Leonardo Alberto Moschetta al Bifest 2018

Leonardo Alberto Moschetta, da Andria alla “Napoli velata”

Tiziana Di Gravina1 maggio 2018
Bernardo Bertolucci

Bifest2018: la storia del cinema di Bernardo Bertolucci

Tiziana Di Gravina30 aprile 2018

Il primo magazine online di informazione regionale, nazionale ed estera, libero ed indipendente.

Testata registrata n. 1093/2011, reg. 16, Tribunale di Bari.

Direttore responsabile: Antonio Cesare Catacchio

Invia articoli

© 2009-2016 Il corriere delle Puglie - Edito da Associazione InformAEticamente - http://www.informaeticamente.it