Eventi

“Samuel the producer”, il nuovo musical anni ’50 targato Vitruvians

L'ultimo lavoro dell'associazione e compagnia teatrale barese sbarca al Teatro Palazzo il 28 e il 29 maggio

Questo articolo è stato visualizzato 4.980 volte. Leggi altri articoli di: Valentina Addabbo.

“Samuel the producer”, il nuovo musical anni ’50 targato Vitruvians
Valentina Addabbo

Pronti ad essere catapultati nella meravigliosa atmosfera degli anni ’50, circondati da gonnelloni, giubbotti di pelle e chiome impomatate?
I giovani talenti della compagnia teatrale Vitruvians stanno tornando con il loro frizzante e nuovo spettacolo “Samuel the producer” il 28 e 29 maggio al teatro Palazzo di Bari.
Il musical è ambientato nell’America degli anni ’50 e tratta dell’ardua impresa degli imprenditori Leo e Delia di rimettere in sesto la loro compagnia di spettacolo, in virtù di un ingaggio da parte di Mr. Sallivan per un nuovo programma televisivo, senza che venga dato, però, alcun contributo economico prima della messa in onda.
I due protagonisti, nonostante siano scoraggiati dai mille tentativi falliti e dalle numerose peripezie affrontate durante gli anni trascorsi nell’ambiente artistico, vedono in questo lavoro l’occasione perfetta per realizzare il loro tanto agognato sogno di avere una compagnia di spettacolo professionista.
Tuttavia, è necessario trovare un modo per riaccendere la fiducia degli artisti nei loro confronti e per far sì che tutti credano nella grandezza e nella riuscita del progetto.

Così, Leo e Delia creano la figura di “Samuel“, un ideale produttore che avrebbero spacciato per reale finanziatore dello spettacolo al resto della compagnia, in modo tale da rendere il gruppo maggiormente motivato al lavoro.
Durante la preparazione dello show, però, la “presenza” di Samuel diventa sempre più vitale, tanto da recare serie difficoltà a Leo e Delia nel reggere il gioco e da portare risvolti alla storia tutt’altro che positivi.
Soltanto l’intervento finale della cantante Tessa, riuscirà a riportare l’armonia nel gruppo e a rendere, in questo modo, lo spettacolo e il sogno dei due protagonisti realtà.
La compagnia teatrale barese “Vitruvians non è affatto nuova alla messa in scena di lavori di spessore.
Questa, infatti, nasce all’interno dell’Associazione culturale Vitruvians, incentrata sul valore della creattività umana, e i suoi componenti sono sia professionisti delle arti performative che amatori.
Alcuni tra i progetti più significativi sono stati: “Il Piccolo Principe” (2011), “Cats Remix” (2012) e “Midnight in Chicago” (2013), tutti andati in scena in importanti teatri del panorama barese e soggetti a critiche positive da parte di pubblico e stampa.

Aggiungi un commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Eventi

noreka

ARS, tra cultura e divertimento

Francesco Tiberio4 dicembre 2018
stan-lee2

Muore Stan Lee, padre dei supereroi

Francesco Tiberio15 novembre 2018
Michele Pinto Wendie Webfest

Cinema e vino: eccellenze pugliesi al Wendie Webfest 2018 di Amburgo

Tiziana Di Gravina14 settembre 2018
bgeek2018

Bgeek 2018: Il festival barese punta sempre più in alto

Francesco Tiberio13 giugno 2018

Tripudio di sapori e suggestioni con GustoJazz

Tiziana Di Gravina22 dicembre 2017
caduceo

Caduceo d’Oro 2017: il Welfare negli anni della crisi

Mariangela Lomastro16 novembre 2017
Bari impazzisce per Saviano

Saviano a Bari: dallo ius soli all’educazione al fallimento

Daniele D'Amico20 ottobre 2017
"La più bella sei tu", a Cerignola l'oliva è sacra

“La più bella sei tu”: l’oliva da tavola è protagonista in Puglia

Daniele D'Amico18 ottobre 2017
Torna a Lecce, Conversazioni sul Futuro

“Conversazioni sul Futuro”: tutto pronto per la V edizione

Daniele D'Amico27 settembre 2017

Il primo magazine online di informazione regionale, nazionale ed estera, libero ed indipendente.

Testata registrata n. 1093/2011, reg. 16, Tribunale di Bari.

Direttore responsabile: Antonio Cesare Catacchio

Invia articoli

© 2009-2016 Il corriere delle Puglie - Edito da Associazione InformAEticamente - http://www.informaeticamente.it